L'art. 77 del Codice dei Contratti Pubblici non si applica agli appalti in materia di energia elettrica, gas ed acqua

16 Giugno 2022 | TAR | di Redazione Scientifica

TAR Lazio, Roma

Settori ordinari e settori speciali

L'art. 77 del Codice dei Contratti Pubblici, ai sensi del proprio ultimo comma, non si applica agli appalti in materia di energia elettrica, gas ed acqua (artt. 115, 116 e 117 del d.lgs. n. 50/2016), e dunque neppure a quello che riguarda “Lavori di costruzione, ricostruzione, ampliamento e manutenzione sulla rete elettrica in media e bassa tensione (linee elettriche e cabine secondarie) con contestuale posa di infrastrutture e cavi a fibre ottiche.”

Leggi dopo

Affidamento gestione vendite telematiche per conto degli uffici giudiziari

16 Giugno 2022 | TAR | di Redazione Scientifica

TAR Lazio, Roma

Contratti esclusi

L'affidamento della gestione delle vendite telematiche per conto degli uffici giudiziari costituisce un tipico caso di servizio escluso ai sensi dell'art. 17 del Codice dei Contratti Pubblici. Si tratta, infatti, di un servizio legale svolto sotto la vigilanza di un organo giurisdizionale; in altri termini, si tratta di attività giurisdizionale e non amministrativa, per il cui affidamento l'Amministrazione non è tenuta a ricorrere a gare d'appalto né alla predisposizione di elenchi di gestori e successiva selezione mediante rotazione.

Leggi dopo

Affidamento diretto per lavori di importo inferiore a 150.000 euro e per servizi e forniture

16 Giugno 2022 | TAR | di Redazione Scientifica

TAR Lombardia, Milano

Procedura negoziata

Afferma che la norma emergenziale, provvisoria e derogatoria di cui all'art. 1 del d.l. n. 76/2020 non richiede che l'amministrazione proceda previa interlocuzione con alcuni operatori ai fini dell'affidamento diretto per lavori di importo inferiore a 150.000 euro e per servizi e forniture, ivi compresi i servizi di ingegneria e architettura e l'attività di progettazione, di importo inferiore a 75.000 euro.

Leggi dopo

Oneri per la sicurezza interna e valutazione di congruità da parte della stazione appaltante

16 Giugno 2022 | TAR | di Redazione Scientifica

TAR Lazio, Roma

Offerte anomale

Gli oneri per la sicurezza di tipo aziendale sono una voce di costo di cui si compone il conto economico d'appalto e, per tale ragione, la Stazione appaltante è chiamata ad una valutazione di congruità, unitamente al conto economico generale dell'offerta, in forza dell'art. 97, co.5, lett. c) d.lgs. n. 50/2016. Essi non vanno confusi con i cd. oneri per la sicurezza di tipo interferenziale, non soggetti a ribasso, e indicati a monte dalla Stazione appaltante negli atti di gara (art. 23, co.15 d.lgs. n. 50/2016), afferenti alle spese per la sicurezza che l'impresa sostiene per contrastare i rischi da interferenza durante l'esecuzione della commessa...

Leggi dopo

Sula scelta del lotto da assegnare al concorrente

16 Giugno 2022 | TAR | di Redazione Scientifica

TAR Lazio, Roma

Fasi delle procedure di affidamento

L'interpretazione più consona al principio di buon andamento della Pubblica Amministrazione è quella – tra l'altro, pienamente coerente con il tenore letterale della lex specialis – per cui la scelta del lotto da assegnare al concorrente (tra quelli in cui quest'ultimo è risultato primo) può essere compiuta soltanto se (e nella misura in cui) le gare dei lotti in questione si trovino nello stesso stadio temporale e nessuna di esse sia ancora approdata all'aggiudicazione definitiva.

Leggi dopo

Richiesta di maggior compenso e onere di iscrizione di riserve

16 Giugno 2022 | Corte di cassazione | di Redazione Scientifica

Cass., sez. I

Riserve

L'appaltatore, il quale pretenda un maggior compenso o rimborso rispetto al prezzo contrattualmente pattuito, a causa di pregiudizi o maggiori esborsi sopportati per l'esecuzione dei lavori, ha l'onere d'iscrivere apposite riserve nella contabilità entro il momento della prima annotazione successiva all'insorgenza della situazione integrante la fonte delle vantate ragioni (e ciò anche con riferimento a quelle situazioni di non immediata portata onerosa, la cui potenzialità dannosa si presenti, fin dall'inizio, obiettivamente apprezzabile secondo criteri di media diligenza e di buona fede), nonché di esplicarle nel termine di quindici giorni e poi di confermarle nel conto finale, dovendosi altrimenti intendere definitivamente accertate le risultanze della contabilità.

Leggi dopo

Nelle procedure che si svolgono in modalità telematica, non è necessaria una seduta pubblica per l'apertura delle offerte (tecniche o economiche)

16 Giugno 2022 | TAR | di Redazione Scientifica

TAR Lazio, Roma

Fasi delle procedure di affidamento

Nelle procedure che si svolgono in modalità telematica, trova applicazione il principio secondo cui non è necessaria una seduta pubblica per l'apertura delle offerte tecniche (lo stesso vale per le offerte economiche), in quanto la gestione telematica offre il vantaggio di una maggiore sicurezza quanto alla conservazione dell'integrità degli atti.

Leggi dopo

L'utilizzo di criteri di valutazione dell'offerta economica volti a marginalizzare il peso degli elementi economici non può essere considerato irragionevole

16 Giugno 2022 | TAR | di Redazione Scientifica

TAR Lazio, Roma

Bando di gara

Nell'ambito della scelta discrezionale a ciò sottesa, l'utilizzo di criteri di valutazione dell'offerta economica volti a marginalizzare il peso degli elementi economici non può essere considerato irragionevole.

Leggi dopo

Riammissione alla gara con riserva del partecipante escluso

15 Giugno 2022 | Consiglio di Stato | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato, Sez. VI

Rito speciale in materia di contratti pubblici

L'esigenza di tutelare l'operatore economico nelle more del giudizio consente di sospendere provvisoriamente il provvedimento di esclusione dalla procedura e di riammettere con riserva l'offerta, considerato l'irrimediabile pregiudizio che deriverebbe dalla mancata partecipazione alle operazioni di gara, in attesa del necessario approfondimento nel merito delle questioni controverse, nonché l'interesse pubblico correlato ad una corretta individuazione della platea dei concorrenti.

Leggi dopo

Il requisito dell'iscrizione alla CCIAA deve essere inteso come riferito a imprese già attive e non costituite ad hoc per la partecipazione alla gara

15 Giugno 2022 | Consiglio di Stato | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato, Sez. V

Requisiti di idoneità professionale

La dimostrazione dell'iscrizione alla Camera di Commercio per una definita attività (oggetto dell'affidamento) vuol significare che, attraverso la certificazione camerale, deve accertarsi il concreto ed effettivo svolgimento, da parte della concorrente, di una determinata attività, adeguata e direttamente riferibile al servizio da svolgere e che attività effettivamente esercitata ed oggetto sociale non possono essere considerati come concetti coincidenti...

Leggi dopo

Pagine