News

News

Fascicolo telematico di causa: limiti di accesso personale della parte senza ufficio di difensore

08 Novembre 2022 | di Redazione Scientifica

Cons. Stato, Sez. II

Fascicolo di parte e fascicolo d’ufficio

Il Consiglio di Stato evidenzia i casi in cui la parte, senza ufficio di difensore, può accedere personalmente al fascicolo informatico di causa.

Leggi dopo

L'impossibilità di procedere al rinnovo dei contratti pubblici scaduti ha valenza generale

07 Novembre 2022 | di Edoardo Mete

TAR Lazio, Roma

Rito speciale in materia di contratti pubblici

L'impossibilità di procedere al rinnovo dei contratti scaduti ha valenza generale, con la conseguenza che ogni disposizione dell'ordinamento che dovesse consentire, in deroga alle procedure ordinarie di affidamento degli appalti pubblici, l'affidamento senza gara degli stessi servizi per ulteriori periodi, deve essere considerato alla stregua del vincolante criterio che vieta, in modo imperativo ed inderogabile, il rinnovo del contratto.

Leggi dopo

Project financing e coinvolgimento ab origine dell’aggiudicatario nel procedimento sfociato nella revoca di dichiarazione di p.i.

04 Novembre 2022 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

TAR Molise, Sez. I,

Finanza di progetto

È illegittimo il provvedimento di revoca della dichiarazione di pubblico interesse di un progetto qualora l’aggiudicatario della gara conseguente a una procedura di project financing non sia stato coinvolto ab origine - con apposita comunicazione di avvio - nella fase procedimentale sfociata poi nella revoca.

Leggi dopo

Sulla preferibilità del ricorso al PPP rispetto alla adesione convenzione Consip

04 Novembre 2022 | di Adriana Presti

TAR Friuli-Venezia Giulia,

Criteri di aggiudicazione

Non sussiste un rigoroso favor delle norme vigenti per le convenzioni della Consip, anche quando la relativa adesione non sia obbligatoria. Dai parametri normativi non può farsi discendere uno stretto rapporto da regola (il ricorso alle convenzioni Consip) ad eccezione (l'indizione di una procedura ad evidenza pubblica), ma, semmai, solo “una peculiare presunzione di convenienza” delle convenzioni in parola, alla quale “corrisponde pertanto, per le Amministrazioni, una sorta di regola di azione” che comporta solo di motivare le relative scelte, facendole precedere da adeguata istruttoria.

Leggi dopo

Sulla illegittimità della revoca dell'aggiudicazione

04 Novembre 2022 | di Adriana Presti

TAR Lazio, Roma,

Criteri di aggiudicazione

È illegittima la revoca dell'aggiudicazione di una gara e l'esclusione del concorrente dalla gara stessa sull'assunto della mancanza di certificazione dei prodotti non prevista dalla normativa di riferimento per i prodotti oggetto della fornitura.

Leggi dopo

Fatti penalmente rilevanti e gravi illeciti professionali

03 Novembre 2022 | di Aldo Cimmino

Cons. Stato, Sez. III

Cons. Stato, sez. III, 21 ottobre 2022, n. 9015.pdf

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

La Terza Sezione del Consiglio di Stato torna a perimetrare il confine tra discrezionalità amministrativa e sindacato giurisdizionale in materia di valutazione dei gravi illeciti professionali. In particolare, il Collegio precisa che il sindacato giurisdizionale esteso all'accertamento del mancato esercizio del potere discrezionale, in quanto confinato entro limiti rigidi, tassativi e vincolanti non previsti dalla legge e non giustificabili sul piano logico, non integra l'eccesso di potere giurisdizionale.

Leggi dopo

Possesso dei requisiti e gravi illeciti professionali: il Consiglio di Stato fa il punto su diverse questioni

03 Novembre 2022 | di Aldo Cimmino

Cons. Stato, Sez. V,

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Il Consiglio di Stato chiarisce diversi aspetti in materia di dichiarazione e valutazione dei gravi illeciti professionali: il giudizio sull'affidabilità dell'operatore non può fondarsi sull'id quod plerumque accidit; nelle gare ove si proceda con la c.d. inversione procedimentale, non sussiste alcuna deroga alla regola generale di cui all'articolo 85, d.lgs. n. 50/2016. Infine, la omissione dichiarativa circa le pregresse vicende dell'operatore economico non integra una causa di esclusione automatica dell'operatore reticente.

Leggi dopo

Illegittima l’approvazione dell’accordo transattivo concluso a seguito del crollo del Ponte Morandi. Si va alla CGUE

31 Ottobre 2022 | di Antonio Persico

TAR Lazio, Roma

Concessione di lavori

Il TAR ha rimesso in via pregiudiziale alla CGUE le seguenti questioni concernenti l’interpretazione degli artt. 38, 43 e 44 della Direttiva 2014/23, con riferimento alla disciplina di cui all’art. 43 del d.l. n. 201/2011, convertito nella l. n. 214/2011: 1) se sia, o meno, contrastante con il diritto comunitario l’interpretazione della normativa nazionale nel senso che l’Amministrazione concedente possa istruire un procedimento di modificazione soggettiva ed oggettiva di una concessione autostradale in corso di validità, o di sua rinegoziazione, senza valutare ed esprimersi sull’obbligo di indire una procedura di evidenza pubblica; 2) se sia, o meno, contrastante con il diritto comunitario l’interpretazione della normativa nazionale nel senso che l’Amministrazione concedente possa istruire un procedimento di modificazione soggettiva ed oggettiva di una concessione autostradale in corso di validità, o di sua rinegoziazione, senza valutare l’affidabilità di un concessionario che si sia reso autore di un grave inadempimento; 3) se in caso di rilevata violazione del principio di evidenza pubblica e/o di rilevata inaffidabilità del titolare di una concessione autostradale, la normativa comunitaria imponga l’obbligo della risoluzione del rapporto.

Leggi dopo

Il vincolo di aggiudicazione opera nei confronti delle imprese collegate senza specifico onere motivazionale nella legge di gara

31 Ottobre 2022 | di Antonio Persico

Consiglio di Stato, Sez. III

Cons. Stato, Sez. III, 21 ottobre 2022 n. 9003.pdf

Criteri di aggiudicazione

Il Consiglio di Stato ha chiarito quale sia la ratio sottostante alla previsione del vincolo di aggiudicazione, affrontando nello specifico il profilo dell’operatività del vincolo nei confronti delle imprese collegate.

Leggi dopo

Sulla decorrenza del termine impugnazione degli atti di una procedura competitiva con negoziazione senza previa pubblicazione del bando

28 Ottobre 2022 | di Leila Nadir Sersale

Cons. Stato, Sez. V

Rito speciale in materia di contratti pubblici

In tema di procedura competitiva con negoziazione senza previa pubblicazione del bando, per colui il quale non sia stato invitato alla procedura il termine di impugnazione può decorrere (anche prima dell’aggiudicazione ma) solo dal momento in cui quest’ultimo abbia avuto piena conoscenza degli atti nei quali sono definiti gli aspetti fondamentali della procedura di gara e della commessa in affidamento.

Leggi dopo

Pagine