News

News

False dichiarazioni e colpa grave dell'impresa

03 Marzo 2022 | di Angelica Cardi

TAR Lazio, Roma

Qualificazione per eseguire lavori pubblici

In tema di qualificazione delle imprese vigono i principi generali di responsabilità e di diligenza degli operatori economici interessati ciononostante deve, comunque, ragionevolmente ritenersi che tali principi operino in massimo grado soltanto in relazione ai fatti e alle circostanze che siano nella diretta conoscenza e disponibilità dell'impresa.

Leggi dopo

Sulla inapplicabilità del principio di rotazione all'istituto dell'avvalimento

03 Marzo 2022 | di Gianluigi Delle Cave

TAR Lombardia, Milano

Avvalimento

In ossequio al principio di rotazione degli affidamenti e degli inviti, non vi è alcun addentellato normativo che consenta di ritenere esclusa, per gli operatori aggiudicatari di precedenti gare o partecipanti alle stesse, la possibilità di porre la propria capacità tecnica e/o amministrativa a disposizione di una diversa ditta invitata alla nuova procedura, rivestendo così il ruolo di ausiliari in un rapporto di avvalimento; in tale fattispecie, invero, il soggetto beneficiario dell'invito, e per ipotesi dell'aggiudicazione, non coincide con l'ausiliaria, bensì con la ditta invitata. Nota dell'Autore in Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo

L'istituto della revisione del prezzo dell'appalto può operare anche in riduzione

03 Marzo 2022 | di Angelica Cardi

TAR Lazio, Roma

Varianti in corso di esecuzione e adeguamento prezzi

La revisione del prezzo dell'appalto in riduzione – al pari di quella in aumento – non è mai una conseguenza automatica della sopravvenuta variazione dell'indice ISTAT, bensì soltanto l'esito finale di un procedimento amministrativo nel corso del quale l'Amministrazione deve compiere tutti i propri ineludibili apprezzamenti discrezionali circa l'opportunità (o meno) dell'eventuale riduzione del prezzo, operando il necessario bilanciamento tra l'interesse oppositivo dell'appaltatore e l'interesse pubblico connesso al risparmio di spesa (bilanciamento che il Giudice Amministrativo potrà censurare soltanto per manifesta irragionevolezza o abnormità).

Leggi dopo

La stazione appaltante può richiedere quale requisito di partecipazione la predisposizione ed organizzazione di mezzi e beni per l'esecuzione del servizio

03 Marzo 2022 | di Giorgio Capra

TAR Sardegna, Cagliari

Requisiti di idoneità professionale

Il TAR Sardegna, in una controversia avente ad oggetto l'affidamento del servizio pubblico di collegamento aereo con la penisola, ha affermato che – in presenza di particolari esigenze di interesse pubblico – la richiesta della predisposizione ed organizzazione di mezzi e beni per l'esecuzione del servizio possa essere prevista dalla lex specialis quale elemento essenziale dell'offerta.

Leggi dopo

Sul principio di immodificabilità del contratto avente ad oggetto una concessione di servizi

01 Marzo 2022 | di Diego Campugiani

TAR Toscana, Firenze

Concessione di servizi

Il principio di immodificabilità del contratto di concessione, affidato all’esito di una procedura di gara, non ha carattere assoluto laddove le modifiche previste, seppur immediatamente dopo l’aggiudicazione e prima della stipulazione del contratto, siano volte a ricalibrare il rapporto qualora siano interventi fatti obiettivi che alterino in misura significativa l’equilibrio fissato dal piano economico finanziario.

Leggi dopo

Sulla natura “eccezionale” della esecuzione dell’attività da parte dell’ausiliaria

28 Febbraio 2022 | di Sonia Caldarelli

Consiglio di Stato, Sez. V
Cons. Stato, Sez. VI

Avvalimento

Il coinvolgimento diretto dell’ausiliaria nell’esecuzione del contratto ha natura “eccezionale” essendo richiesto solo qualora l’avvalimento abbia ad oggetto il possesso di particolari titoli di studio e professionali.

Leggi dopo

Il principio di equivalenza tra interpretazione formalistica e “funzionalistica” della legge di gara

28 Febbraio 2022 | di Alessandro Balzano, Marco Mesca

Capitolati di gara

Nelle procedure ad evidenza pubblica deve sempre essere garantito il principio di equivalenza di cui all'art. 68 d.lgs. 50/2016 in quanto tale principio è finalizzato ad evitare irragionevoli limitazioni del confronto competitivo fra gli operatori economici, precludendo così l'ammissibilità di offerte che hanno ad oggetto caratteristiche corrispondenti a quelle richieste dalla legge di gara. Nota dell'Autore in Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo

Sui confini della categoria degli altri servizi connessi alla gestione dei rifiuti e sul correlato obbligo di iscrizione nella White List provinciale

28 Febbraio 2022 | di Marco Calaresu

Informative interdittive antimafia

La manutenzione elettromeccanica degli impianti di trattamento di rifiuti rientra tra gli “altri servizi connessi alla gestione dei rifiuti” rispetto ai quali il legislatore, in ragione della loro riconduzione nel novero delle attività maggiormente esposte al rischio di infiltrazione mafiosa, impone agli operatori economici che li erogano l'obbligo di iscrizione nell'elenco di cui agli artt. 52 e ss. della l. 190/2012 (c.d. “White List”). Nota dell'Autore in Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo

Nessun subappalto ma solo subaffidamento se la ditta terza svolge attività meramente accessoria e marginale rispetto al contratto

25 Febbraio 2022 | di Alessandro Berrettini

Consiglio di Stato, Sez. V

Subappalto

Secondo il Consiglio di Stato un'attività affidata ad una ditta terza che riveste un ruolo secondario e accessorio nella complessiva economia dell'appalto e che non supera i limiti previsti dall'art. 105, d.lgs. n. 50/2016, non integra la disciplina del subappalto ma costituisce un subaffidamento. È pertanto sufficiente l'iscrizione alle “white list” della ditta subaffidataria. Nota dell'Autore in Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo

L'autovincolo dell'amministrazione operato mediante lex specialis non permette alcun margine di discrezionalità applicativa alla stazione appaltante

25 Febbraio 2022 | di Alessandro Berrettini

TAR Lombardia, Milano

Bando di gara

Il TAR afferma che l'amministrazione nell'esercizio del proprio potere discrezionale quando decide di autovincolarsi mediante lex specialis è tenuta all'osservanza delle prescrizioni in essa contenuta, senza poterle successivamente disapplicare, con conseguente illegittimità delle successive determinazioni contrarie.

Leggi dopo

Pagine