News

News

La rilevanza dei rapporti familiari ai fini dell’emissione dell’interdittiva antimafia

22 Luglio 2022 | di Marco Calaresu

TAR Toscana, sez. II,

Informative interdittive antimafia

I rapporti familiari costituiscono uno degli elementi indiziari sui quali l’Amministrazione può legittimamente fondare, al ricorrere delle condizioni delineate dalla giurisprudenza, l’emissione di un’interdittiva antimafia.

Leggi dopo

Appalto di servizi: è ammissibile il “massivo” impiego di lavoratori autonomi occasionali ex art. 2222 c.c.?

19 Luglio 2022 | di Alessandro Balzano

TAR Lazio, Roma, Sez. III,

Servizi (appalto pubblico di)

È incompatibile con un appalto di servizi il “massivo” ricorso da parte dell’o.e. a lavoratori autonomi occasionali ex art. 2222 c.c. laddove le prestazioni oggetto di contratto presuppongono continuità delle attività, aspetti pianificatori, organizzatori e di direzione tali da determinare una etero-direzione da parte dell’appaltatore tipica del rapporto di lavoro subordinato e/o parasubordinato.

Leggi dopo

L'effettività della tutela giurisdizionale stroncata: ancora incertezze sul termine per impugnare l'aggiudicazione

18 Luglio 2022 | di Sabrina Tranquilli

Consiglio di Stato, Sez. IV

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Le esigenze di snellimento e tempestività delle procedure di affidamento dei contratti pubblici, cristallizzate nella disciplina del codice dei contratti pubblici (cfr. art. 30 d.lgs. 18 aprile 2016 n. 50) e in quella relativa ai rimedi giurisdizionali (cfr. art. 120 c.p.a.), non gravano soltanto sulla amministrazione procedente o sull'autorità giudiziaria chiamata a conoscere del relativo contenzioso, dovendosi invece, in attuazione del dovere di solidarietà economica gravante su ciascun consociato (art. 2 Cost.), ritenerle estese anche agli operatori economici partecipanti alle procedure di evidenza pubblica. Nota dell'Autore in Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo

È perentorio il termine per la conclusione del procedimento di annotazione nel casellario ANAC

13 Luglio 2022 | di Leila Nadir Sersale

Consiglio di Stato, Sez. V

Autorità nazionale anticorruzione

La regola della natura ordinaria dei termini procedimentali non espressamente qualificati come perentori non è applicabile ai procedimenti che conducono all'adozione di provvedimenti sanzionatori, come l'annotazione “grave inadempimento alle obbligazioni contrattuali tali da compromettere la buona riuscita della prestazione” nel Casellario Informatico dei contratti pubblici. Rispetto ai procedimenti che conducono all'irrogazione di sanzioni i termini sono sempre perentori, a prescindere da un'espressa qualificazione normativa, essendo la perentorietà imposta dal principio di effettività del diritto di difesa dell'incolpato e dal principio di certezza dei rapporti giuridici. Ne consegue l'illegittimità del provvedimento adottato oltre il termine di 180 giorni previsto per la conclusione del procedimento di annotazione dall'art. 17 regolamento ANAC del 6 giugno 2018 “per la gestione del Casellario Informatico dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, ai sensi dell'art. 213, comma 10, d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50”.

Leggi dopo

Accesso documentale e poteri di valutazione spettanti alla p.a. in merito al collegamento tra documento ed esigenze difensive

13 Luglio 2022 | di Leila Nadir Sersale

Consiglio di Stato, Sez. V

Accesso agli atti

Nell'accesso documentale la valutazione in merito alla ricorrenza, in concreto, dell'esigenza difensiva prospettata dall'istante e della pertinenza del documento rispetto all'esigenza stessa deve essere effettuata in astratto, prescindendo da ogni apprezzamento in ordine alla fondatezza della pretesa sostanziale sottostante alla luce dei documenti acquisiti mediante l'accesso. Ciò che compete all'amministrazione e, successivamente, al giudice è quindi solo la verifica dell'astratta inerenza del documento richiesto con la posizione soggettiva dell'istante e gli scopi che questo intende perseguire per il tramite dell'accesso.

Leggi dopo

Alle concessioni di servizi si applica il rito speciale di cui agli artt. 119 e 120 c.p.a.

12 Luglio 2022 | di Paola Martiello

TAR Lazio, Roma

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il rito speciale previsto dagli artt. 119 e 120 del c.p.a. è applicabile alle procedure di affidamento di servizi in concessione. Il Collegio, richiamando precedenti orientamenti giurisprudenziali formatisi in materia, osserva che il ricorso che la parte avrebbe dovuto proporre è quello mediante il rito speciale...

Leggi dopo

Il divieto di commistione tra offerta tecnica ed economica è posto a garanzia dei principi di imparzialità e buon andamento dell’azione amministrativa

11 Luglio 2022 | di Cecilia Valeria Sposato

TAR Lombardia, Milano

Criteri di aggiudicazione

L'inserimento, da parte di un partecipante alla gara, di elementi economici all’interno dell’offerta tecnica deve ritenersi illegittimo in quanto potenzialmente idoneo a condizionare la valutazione imparziale che deve essere compiuta dalla commissione aggiudicatrice.

Leggi dopo

L’impossibilità per il concorrente di rendere le dichiarazioni di cui all’art. 95, comma 10, d.lgs. 50/2016, impone di ricorrere al soccorso istruttorio

11 Luglio 2022 | di Cecilia Valeria Sposato

TAR Toscana, Firenze

Soccorso istruttorio

l’art. 95, comma 10 del d.lgs. n. 50/2016, che impone all’operatore partecipante alla gara di indicare nell’offerta economica “i propri costi della manodopera e gli oneri aziendali concernenti l'adempimento delle disposizioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro”, ha natura immediatamente precettiva ed obbliga l’Amministrazione aggiudicatrice, ove sia accertata l’impossibilità materiale di rendere la dichiarazione, a ricorrere al soccorso istruttorio. Sulla stessa pronuncia v. la nota di P. Martiello, L'omessa indicazione dei costi della manodopera da parte del concorrente per causa dell'Amministrazione non ne determina l'esclusione, in Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo

In vigore il d.l. 7 luglio 2022, n. 85: infrastrutture, giustizia e PNRR

11 Luglio 2022 | di La Redazione

D.l. 7 luglio 2022, n. 85

Lavori (appalto pubblico di)

E' entrato in vigore lo scorso 7 luglio il decreto legge 7 luglio 2022, n. 85, recante: "Disposizioni urgenti in materia di concessioni e infrastrutture autostradali e per l'accelerazione dei giudizi amministrativi relativi a opere o interventi finanziati con il Piano nazionale di ripresa e resilienza".

Leggi dopo

Dies a quo della decorrenza degli interessi di mora sul compenso revisionale

08 Luglio 2022 | di Simone Abrate

TAR Lazio, Roma

TAR Lazio, Roma, Sez. III, 7 luglio 2022, n. 9319.pdf

Varianti in corso di esecuzione e adeguamento prezzi

Gli interessi di mora sul compenso revisionale decorrono dalla determinazione amministrativa sulla spettanza del predetto compenso; deve escludersi, inoltre, che, prima della determinazione amministrativa sulla spettanza del compenso revisionale, possa trovare applicazione l'interesse legale di mora stabilito per le transazioni commerciali dal d.lgs. n. 231/2002.

Leggi dopo

Pagine