News

News

Gravi illeciti professionali: la portata dell’obbligo dichiarativo

18 Giugno 2018 | di Luca Maria Petrone

Consiglio di Stato

Requisiti di idoneità professionale

Il concorrente, al fine di non incorrere nella violazione degli obblighi di cui all’art. 38, comma 1, lett. f) D.Lgs. n. 163 del 2006, è tenuto a dichiarare tutte le precedenti risoluzioni contrattuali subite senza porre in essere alcuna autonoma considerazione circa il grado di gravità delle stesse, la cui valutazione è rimessa esclusivamente alla stazione appaltante. Soggiace all’obbligo dichiarativo anche l’inadempimento risolto con accordo transattivo tra le parti, atteso che la composizione bonaria della vicenda non rimuove il fatto storico dell’intervenuta risoluzione del contratto.

Leggi dopo

Anac: in G.U. Linee guida n. 10, recanti Affidamento del servizio di vigilanza privata

18 Giugno 2018 | di Redazione Scientifica

Linee Guida n. 10 - aggiornate

Autorità nazionale anticorruzione

Sono state pubblicate le Linee Guida n. 10 recanti «Affidamento del servizio di vigilanza privata» nella Gazzetta Ufficiale del 16 giugno 2018, n. 138

Leggi dopo

Il diritto di accesso dell’appaltatore dopo la risoluzione del contratto di appalto

17 Giugno 2018 | di Anton Giulio Pietrosanti

Accesso agli atti

L’appaltatore nei cui confronti sia stata disposta la risoluzione del contratto ha diritto di accedere ai contratti stipulati con il nuovo operatore economico, anche prima e al di fuori della promozione di un contenzioso.

Leggi dopo

Il Consiglio di Stato conferma l’orientamento secondo cui in assenza della pubblicazione ex art. 29, del Codice non si applica il rito “super-speciale”

17 Giugno 2018 | di Sabrina Tranquilli

Rito speciale in materia di contratti pubblici

In assenza della pubblicazione degli atti di ammissione e esclusione ai sensi dell’art. 29, co. 1 del Codice, è del tutto irrilevante, ai fini della decorrenza dei trenta giorni per l’impugnazione prevista dall’art. 120, co. 2-bis, c.p.a., la presenza del rappresentante della concorrente/ricorrente alla seduta pubblica di gara. Sebbene tale presenza possa determinare la conoscenza di quanto ivi emerso tra cui le avvenute ammissioni/esclusioni, dalla stessa non può presumersi - in assenza di una specifica prova da parte del controinteressato – “la percezione immediata ed effettiva di tutte le irregolarità che, ove esistenti, inficino le relative determinazioni”.

Leggi dopo

ANAC: pubblicata la Relazione annuale

15 Giugno 2018 | di Redazione Scientifica

Autorità nazionale anticorruzione

Sul sita dell'Anac è stata pubblicata Relazione annuale del 2018. Il Presidente Cantone ha infatti presentato al Senato la Relazione sull’attività svolta nel 2017.

Leggi dopo

Ai procedimenti per il riconoscimento di vantaggi economici non si applica il rito speciale

14 Giugno 2018 | di Massimo Nunziata

Tar Lazio

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La procedura volta al riconoscimento di vantaggi economici nell’ambito del programma dell’“Estate Romana” non è soggetta alla disciplina processuale di cui all’art. 120, commi 2-bis e 6-bis, c.p.a

Leggi dopo

È proporzionata l’esclusione del concorrente per cause riferite al subappaltatore?

14 Giugno 2018 | di Massimo Nunziata

TAR Lazio

Subappalto

Va rimessa alla Corte di giustizia UE la questione relativa alla compatibilità con il diritto UE dell’esclusione dell’impresa per motivi inerenti un subappaltatore della terna.

Leggi dopo

L’omessa o incompleta dichiarazione circa una pregressa esclusione dalla gara per irregolarità tributaria assurge a grave illecito professionale

13 Giugno 2018 | di Leila Nadir Sersale

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Alla luce dell’ampia formulazione dell’art. 80, comma 5, lett. c), del d.lgs. n. 50 del 2016 e in assenza di indicazioni di segno contrario, deve ritenersi che le condotte significative dell’intervenuto illecito professionale ai fini di una possibile esclusione non siano solo quelle poste in essere nell’ambito della gara all’interno della quale la valutazione di “integrità o affidabilità” dev’essere compiuta, ma anche quelle esterne a detta procedura.

Leggi dopo

Declaratoria di inefficacia del contratto in base all’art. 122 c.p.a

13 Giugno 2018 | di Leila Nadir Sersale

Corte di Cassazione

Inefficacia del contratto

Non integra eccesso di potere giurisdizionale del giudice amministrativo per usurpazione della funzione amministrativa la pronuncia, resa ai sensi dell’art. 122 c.p.a., di inefficacia del contratto seguito ad aggiudicazione definitivamente annullata e di subentro del ricorrente nel rapporto contrattuale. Tale pronuncia risulta istituzionalmente riservata al giudice amministrativo e preclusa all’autorità amministrativa ed eventuali pretesi errori di valutazione dei relativi presupposti non comporterebbero la violazione dei limiti esterni della giurisdizione amministrativa.

Leggi dopo

Clausole del bando di gara non immediatamente escludenti se pregiudicano la sola competitività dell'offerta

12 Giugno 2018 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato

Bando di gara

Le clausole del bando circa il conferimento degli incarichi di progettazione della gara e i criteri di valutazione delle offerte non comportano alcun automatico effetto escludente. Le prime, invero, sono del tutto prive, in sé considerate, di possibili effetti direttamente incidenti sull'accesso dei concorrenti alla selezione; le seconde – pur potendo incidere sulla valutazione delle offerte in senso premiante – comunque non impediscono agli operatori di prendere parte alla selezione. L'immediata impugnazione di tali clausole da parte di un operatore economico non partecipante alla gara comporta l'inammissibilità del ricorso per carenza di interesse.

Leggi dopo

Pagine