News

News

Sull'obbligo di visita dello stato dei luoghi

02 Febbraio 2021 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato, Sez. V

Tassatività delle cause di esclusione

Laddove gli atti di gara prevedano l'obbligo di effettuare un sopralluogo entro un termine definito, l'Amministrazione esclude il concorrente che non abbia effettuato il sopralluogo, ma non quello che abbia effettuato il sopralluogo in ritardo. Il mancato rispetto del termine, infatti, si riverbera sulla adeguata formulazione dell'offerta, ma non anche sulla partecipazione del concorrente alla procedura di gara.

Leggi dopo

Gare telematiche e pubblicità delle sedute

02 Febbraio 2021 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato, Sez. V

Fasi delle procedure di affidamento

Le procedure in modalità telematica offrono il vantaggio della massima sicurezza quanto alla conservazione dell'integrità degli atti e alla tracciabilità dei flussi di dati tra i singoli partecipanti, pertanto, l'apertura delle offerte non deve necessariamente avvenire in seduta pubblica.

Leggi dopo

Spetta alla giurisdizione ordinaria conoscere della risoluzione per sopravvenuta interdittiva in applicazione di una clausola contrattuale

01 Febbraio 2021 | di Marco Velliscig

TAR Toscana, Firenze

Informative interdittive antimafia

L'atto con cui la stazione appaltante, a fronte della sopravvenuta interdittiva antimafia, risolve il contratto in forza di una clausola negoziale all'uopo predisposta non costituisce in alcun modo esercizio di poteri pubblicistici di autotutela, trattandosi ben diversamente dell'esercizio di poteri negoziali, con derivata competenza a conoscere della questione del giudice ordinario, quale giudice delle vicende negoziali successive alla stipula del contratto.

Leggi dopo

La posizione di terzietà del secondo classificato nella fase successiva all'aggiudicazione

01 Febbraio 2021 | di Marco Velliscig

TAR Friuli Venezia Giulia, Trieste

Bando di gara

L'interesse a che la stazione appaltante si avvalga della facoltà di dichiarare la decadenza, prevista a suo esclusivo favore degrada ad interesse di mero fatto, non tutelabile in giudizio, come non sarebbe tutelabile – in ipotesi – l'interesse del secondo classificato, che voglia beneficiare dell'eventuale scorrimento, a che l'amministrazione risolva il contratto per asserite inadempienze del contraente nella fase esecutiva del rapporto.

Leggi dopo

Non è autonomamente impugnabile l'iscrizione nell'Elenco ANAC sull'in house

29 Gennaio 2021 | di Massimo Nunziata

TAR Lazio, Roma

Affidamento in house

L'affidamento di commesse pubbliche attraverso il modello dell'in house providing è soggetto a presidi di legalità e di trasparenza ulteriori rispetto alla mera iscrizione di una p.a. nell'Elenco tenuto dall'ANAC, ragion per cui quest'ultima non è immediatamente lesiva per gli operatori economici operanti sullo stesso mercato.

Leggi dopo

Può essere sostituito il progettista indicato privo dei requisiti

29 Gennaio 2021 | di Massimo Nunziata

TAR Lombardia, Milano

Progettazione

L'assenza di un requisito di moralità in capo al progettista indicato non giustifica l'esclusione dalla gara del concorrente che, anzi, è legittimato a sostituire il professionista. La recente sentenza dell'Adunanza Plenaria n. 13/2020, come noto, ha ribadito che...

Leggi dopo

Il soccorso istruttorio non è attivabile in caso di presentazione di una garanzia provvisoria invalida

28 Gennaio 2021 | di Esper Tedeschi

TAR Lazio, Roma

Soccorso istruttorio

La procedura di soccorso istruttorio di cui all'art. 83, comma 9, del Codice dei contratti può essere attivata per supplire alle “carenze di qualsiasi elemento formale della domanda”, con esclusione di quelle “afferenti all'offerta” e la garanzia provvisoria...

Leggi dopo

L'escussione della cauzione può essere disposta dalla stazione appaltante anche per difetto dei requisiti generali e nei confronti di tutti i concorrenti

28 Gennaio 2021 | di Esper Tedeschi

TAR Lazio, Roma

Cauzione definitiva

L'incameramento della cauzione provvisoria può essere disposto anche per difetto dei requisiti generali ex art. 38, d.lgs. n. 163/2006, dal momento che la finalità della cauzione è quella di responsabilizzare i partecipanti in ordine alle dichiarazioni rese e di garantire la serietà e l'affidabilità dell'offerta. L'escussione, dunque, costituisce la conseguenza (automatica) della violazione dell'obbligo di diligenza gravante sull'offerente. In ragione della suddetta “natura”, l'escussione della cauzione può essere disposta dalla Stazione appaltante non solo per difetto dei requisiti speciali ma anche dei requisiti generali, e non solo nei confronti dell'aggiudicatario ma anche nei confronti di tutti i concorrenti.

Leggi dopo

La verifica di anomalia nelle concessioni di servizi: un giudizio "dinamico" di complessiva attendibilità della proposta imprenditoriale

27 Gennaio 2021 | di Rosanna Macis

TAR Piemonte

Concessione di servizi

Con ampia motivazione, il TAR Piemonte delinea i confini di applicabilità della verifica di anomalia dell'offerta, quale disciplinata dal Codice con riferimento alle gare di appalto, alle procedure per l'affidamento dei contratti di concessione di servizi, avendo riguardo alla ontologica diversità che connota tale tipologia negoziale, fondata non già sulla certa remuneratività dell'affare (com'è nell'appalto), ma su una “corretta allocazione dei rischi” imprenditoriali.

Leggi dopo

Rito appalti e motivi aggiunti

27 Gennaio 2021 | di Carlo M. Tanzarella

TAR Lazio, Roma

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il Tar per il Lazio dichiara inammissibile, ai sensi dell'art. 35, comma 1, lett. b) del c.p.a, l'impugnazione con autonomo ricorso degli atti della procedura di gara sopravvenuti in corso di giudizio, poiché l'art. 120, comma 7 del medesimo codice del processo amministrativo configura come doveroso l'utilizzo dello strumento dei motivi aggiunti.

Leggi dopo

Pagine