News

News

Sui procedimenti di selezione delle organizzazioni o Enti del Terzo Settore, ai fini della stipula delle convenzioni ex art. 56, d.lgs. n. 117/2017

30 Agosto 2022 | di Renzo Filice

TAR Lazio, Roma, sez. II-bis

Tar Lazio, Roma, sez. II-bis, 2 agosto 2022, n. 10886.pdf

Criteri di aggiudicazione

I procedimenti di selezione delle organizzazioni o Enti del Terzo Settore, ai fini della stipula delle convenzioni ex art. 56, d.lgs. n. 117/2017, possono avvenire prescindendo, tra i criteri di comparazione delle proposte (in tutto o in parte), dall'elemento prezzo, indispensabile invece nelle procedure di mercato nei settori ordinari. Ciò in quanto, operando gli Enti del Terzo Settore nel peculiare contesto di riferimento che è caratterizzato dalla mancanza di lucro, non è sempre possibile (oppure opportuno) affidare la selezione dei contraenti a forme di ribasso o di selezione mediante offerta economicamente più vantaggiosa che si risolverebbero (fermi i costi) in una compressione della qualità delle prestazioni.

Leggi dopo

Documentazione di gara in lingua diversa da quella italiana e soccorso istruttorio

29 Agosto 2022 | di Roberto Fusco

Cons. Stato, Sez. III

Tassatività delle cause di esclusione

L’omessa presentazione della traduzione giurata dei documenti redatti in lingua diversa da quella italiana non può essere sanzionata con la diretta esclusione del concorrente potendo, al più, configurare un’ipotesi di mera irregolarità dell’offerta, sanabile mediante l’attivazione del soccorso istruttorio.

Leggi dopo

Divieto di associazione in RTI nelle procedure negoziate

29 Agosto 2022 | di Roberto Fusco

Cons. Stato, Sez. V

Raggruppamento temporaneo di imprese

La previsione, contenuta nella lettera di invito, che vieta a più imprese di associarsi in RTI per la partecipazione alla gara è coerente con il principio di concorrenza e costituisce una soluzione ragionevole anche nelle procedure negoziate ex art. 63, d.lgs. n. 50/2016.

Leggi dopo

L'esito sfavorevole del subprocedimento di verifica di anomalia dell'offerta determina l'esclusione dalla gara

04 Agosto 2022 | di Alessia Piscopo

TAR Campania, Napoli

Offerte anomale

La stazione appaltante una volta accertata l'incongruità di un'offerta non potrà che escludere il concorrente che l'abbia presentata. Ne discende che l'esternazione di un pronunciamento negativo sulla congruità implica - se non addirittura esprime ed assorbe in sé anche - necessariamente ed univocamente l'estromissione del concorrente.

Leggi dopo

Il TAR Lazio si pronuncia sul principio di equivalenza di cui all'art. 68 del Codice dei contratti pubblici

04 Agosto 2022 | di Renzo Filice

TAR Lazio, Roma

Bando di gara

L'onere probatorio a carico dell'offerente circa la pretesa equivalenza ai sensi dell'art. 68, comma 7, d.lgs. n. 50/2016 va assolto – a garanzia, tra l'altro, del principio di parità di trattamento dei concorrenti – nel contesto, specie temporale, della medesima procedura di gara.

Leggi dopo

Sulla nomina dei commissari di gara anteriore alla scadenza del termine di presentazione delle offerte

04 Agosto 2022 | di Renzo Filice

TAR Lazio, Roma

Commissione giudicatrice

La nomina dei membri della Commissione di gara solo poche ore prima della scadenza del termine delle offerte non può ritenersi lesiva dell'interesse che l'art. 77, d.lgs. n. 50/2016 intende tutelare (ossia il leale confronto concorrenziale, la trasparenza e la imparzialità delle procedure), in assenza di seri indizi circa l'avvenuto condizionamento dei commissari, che si sia tradotto in una illegittima valutazione delle offerte.

Leggi dopo

Sul rinnovo dell'autorizzazione paesaggistica per le opere pubbliche strategiche in deroga alle previsioni del PPT Regionale

01 Agosto 2022 | di Aldo Cimmino

Consiglio di Stato, Sez. IV

Lavori (appalto pubblico di)

Il Consiglio di Stato afferma il principio di diritto per cui l’autorizzazione paesaggistica ai sensi dell’art. 146, D. Lgs. n. 42/2004, per la realizzazione di opere pubbliche, qualificate come di interesse strategico, anche in deroga alle prescrizioni previste dal piano paesaggistico territoriale regionale, è atto ampiamente discrezionale, sindacabile dal giudice amministrativo solo ab externo per macroscopica illogicità.

Leggi dopo

L’estromissione di un operatore da un consorzio stabile va motivata in maniera rigorosa

01 Agosto 2022 | di Davide Cicu

TAR Lazio, Roma

Regolarità contributiva

A fronte dell’esplicarsi di un potere eminentemente discrezionale, quale quello di disporre l’esclusione degli operatori economici in presenza della mancata ottemperanza agli obblighi relativi al pagamento di imposte e tasse integranti un “grave violazione”, ciò che non può difettare è la chiara esplicazione del percorso argomentativo che giustifica una scelta drastica, quale quella dell’estromissione dell’operatore dal novero delle imprese incaricate di eseguire le prestazioni affidate ad un consorzio stabile del quale il medesimo fa parte. Nota dell'Autore in Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo

Risarcimento del danno e oneri probatori

01 Agosto 2022 | di Davide Cicu

TAR Piemonte, Torino

Risarcimento del danno

È escluso il risarcimento del danno ove il quantum sia genericamente invocato dall’operatore economico pretermesso in ragione della carenza di puntuali allegazioni probatorie in punto di aliunde perceptum vel percipiendum e di danno curricolare: la giurisprudenza amministrativa si è assestata su indirizzi interpretativi particolarmente severi e rigorosi allorquando vengono all’attenzione istanze risarcitorie, specie in materia di contratti pubblici ove non è configurabile neanche l’elemento psicologico.

Leggi dopo

Sulla tempestività del deposito telematico degli atti oltre le ore 12:00 dell'ultimo giorno utile

28 Luglio 2022 | di Mahena Chiarelli

Cons. Stato, Sez. V

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La V Sezione del Consiglio di Stato aderisce all'orientamento che depone per ritenere tempestivo il deposito telematico degli atti effettuato entro le ore 24 dell'ultimo giorno consentito.

Leggi dopo

Pagine