News

News

La documentazione ufficiale dei prodotti offerti in gara fa piena prova delle qualità degli stessi

11 Maggio 2021 | di Sveva Pignotti

TAR Toscana, Firenze

Soccorso istruttorio

È legittima l’esclusione dalla gara dell’operatore economico che ha presentato un’offerta tecnica non rispondente alle condizioni essenziali della lex specialis in considerazione del fatto che i dati contenuti nella documentazione ufficiale che accompagna e descrive il prodotto offerto non possono essere superati mediante semplici dichiarazioni o dal risultato di test che - per finalità cautelative e prudenziali - sottopongono il prodotto stesso a una sorta di “prova di resistenza” a condizioni estreme.

Leggi dopo

Procedura divisa in più lotti e ricorso cumulativo

10 Maggio 2021 | di Leila Nadir Sersale

Consiglio di Stato, Sez. V

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Qualora sia proposto un ricorso cumulativo in assenza dei presupposti di cui all'art. 120, comma 11-bis, c.p.a., il ricorso diviene ammissibile a seguito di rinunzia che restringa l'impugnazione ad uno solo dei lotti in gara.

Leggi dopo

Ritenuto infondato il ricorso principale, il ricorso incidentale escludente è improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse

10 Maggio 2021 | di Leila Nadir Sersale

Consiglio di Stato, Sez. IV

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Una volta esaminato e ritenuto infondato il ricorso principale in applicazione del principio della c.d. ragione più liquida, il ricorso incidentale dell'aggiudicataria diretto a contestare la mancata esclusione dalla gara della ricorrente principale diviene inevitabilmente improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse.

Leggi dopo

Contratti continuativi di collaborazione: possono prevedere lo svolgimento di prestazioni anche direttamente nei confronti della stazione appaltante

07 Maggio 2021 | di Paola Martiello

TAR Toscana, Firenze

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

La disposizione contenuta all'articolo 105 del D.lgs. 50/2016 secondo cui non costituiscono subappalto le prestazioni rese in favore dei soggetti affidatari in forza di contratti continuativi di cooperazione non può essere interpretata in senso restrittivo, limitandone l'applicazione solo ad attività secondarie e ancillari nell'ambito dell'appalto principale ma deve essere interpretata nel senso di comprendere anche prestazioni direttamente svolte nei confronti della stazione appaltante.

Leggi dopo

Mancata stipula del contratto di appalto e responsabilità della P.A.

07 Maggio 2021 | di Paola Martiello

TAR Toscana, Firenze

Risarcimento del danno

L'obbligo di stipula del contratto a seguito di aggiudicazione gara non può considerarsi oggetto di obbligazione civilistica in quanto; a) la aggiudicazione definitiva non vale come atto negoziale di accettazione della offerta; b) la sottoscrizione del contratto rimane sempre soggetta alle valutazioni di interesse pubblico della p.a. che nella fase di cui qui si discute conserva sempre la facoltà di revoca della aggiudicazione.

Leggi dopo

Sulla autonoma impugnazione del parere non vincolante dell'ANAC

06 Maggio 2021 | di Fabrizio Laudani

TAR Lazio, Roma

Autorità nazionale anticorruzione

ll parere non vincolante reso dall'A.N.A.C., laddove non sia impugnato insieme ad un atto che ne recepisca il contenuto, non è suscettibile di autonoma impugnazione.

Leggi dopo

Sulla possibilità per i consorzi di imprese artigiane, e non solo per quelli stabili, di valersi del c.d. cumulo alla rinfusa ex art. 47 Codice appalti

06 Maggio 2021 | di Fabrizio Laudani

Consiglio di Stato, Sez. III

Consorzio stabile

La natura di consorzio stabile va accertata ai sensi dell'art. 45, comma 2, lettera c), del d.lgs. 50/2016, tenendo in particolare conto dell'elemento c.d. teleologico, costituito dalla sua astratta idoneità come un'autonoma struttura di impresa, capace di eseguire, anche in proprio, ovvero senza l'ausilio necessario delle strutture imprenditoriali delle consorziate, le prestazioni previste nel contratto, ferma restando la facoltà per il consorzio, che abbia tale struttura, di eseguire le prestazioni, nei limiti consentiti, attraverso le consorziate.

Leggi dopo

Perimetro della necessaria esecuzione diretta dell'ausiliaria

04 Maggio 2021 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

Consiglio di Stato, Sez. V

Avvalimento

La necessaria esecuzione diretta dell'ausiliaria deve ritenersi limitata ai casi in cui quest'ultima metta a disposizione titoli professionali o di studio (indicati dall'allegato XVII parte II lett. f) d.lgs. n. 50/2016) che non possono essere trasferiti al concorrente in quanto strettamente personali, ovvero qualora siano richieste fra i requisiti esperienze professionali maturate proprio in virtù della spendita dei predetti titoli di studio o professionali, esperienze anch'esse da ritenersi espressive di capacità personali non trasmissibili.

Leggi dopo

L'impresa deve essere in possesso del Certificato di esecuzione lavori al momento della presentazione dell'offerta

04 Maggio 2021 | di Benedetta Gargari

TAR Toscana, Firenze

Qualificazione per eseguire lavori pubblici

Il certificato di regolare esecuzione dei lavori integranti il requisito di cui all'articolo 90, non può essere rilasciato in data successiva alla scadenza del termine per la presentazione della offerta e dunque a seguito dell'attivazione del soccorso istruttorio da parte della Stazione appaltante. Infatti, solo l'impresa che sia in possesso, al momento della presentazione dell'offerta, del CEL può dichiarare il possesso del requisito, poiché solo la stessa è in grado di comprovarlo, altrimenti la documentazione non è utilizzabile in gara.

Leggi dopo

Il criterio del prezzo più basso non può essere utilizzato nelle ipotesi di servizio standardizzato con “alta intensità di manodopera”

04 Maggio 2021 | di Benedetta Gargari

TAR Lombardia, Milano

Offerte anomale

Un servizio standardizzato non può essere affidato con il criterio del “prezzo più basso”, laddove si tratti di un servizio c.d. “ad alta intensità di manodopera” quando il valore della manodopera è pari o superiore ad almeno il 50 per cento dell'importo totale del contratto secondo il parametro fissato dall'art. 55.

Leggi dopo

Pagine