News

News

Rimozione temporale dell'annotazione ANAC in caso di sospensione cautelare del provvedimento

09 Settembre 2022 | di Adriana Presti

TAR Lazio, Roma

Autorità nazionale anticorruzione

L'annotazione dell'ANAC nella sezione “B”, a seguito della sospensione dell'efficacia del provvedimento oggetto di annotazione dopo la pronuncia cautelare, deve essere rimossa temporaneamente (con iscrizione nella sezione “C” del Casellario, fino alla decisione di merito), e non deve essere oggetto di ulteriore integrazione.

Leggi dopo

Il TAR Campania conferma il principio per cui spetta al RUP e non alla Commissione giudicatrice disporre l'esclusione dalla gare

08 Settembre 2022 | di Aldo Cimmino

TAR Campania, Napoli

Commissione giudicatrice

In tema di competenza sulla esclusione dalla gara, il TAR della Campania (Napoli) ha confermato il principio secondo cui spetta al RUP e non alla Commissione giudicatrice disporre l'esclusione, alla Commissione giudicatrice spettano invece solo funzioni di ausilio e supporto al RUP.

Leggi dopo

Caratteri dell’illecito professionale comportante esclusione dalla gara

07 Settembre 2022 | di Leila Nadir Sersale

Consiglio di Stato, Sez. V

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Ai sensi dell’art. 80, comma 5, lett. c), del d. lgs. n. 50/2016, la dimostrazione del grave illecito professionale – in presenza di circostanze di fatto di potenziale rilievo penale – non postula, a differenza di quanto accade nelle ipotesi, tassative, di cui al comma 1, ad effetto automaticamente espulsivo, la definitività del relativo accertamento, essendo solo rimesso alla stazione appaltante l’onere di puntuale ed adeguata acquisizione in sede istruttoria di adeguato apprezzamento di rilevanza, preceduta da effettivo contraddittorio endoprocedimentale con il soggetto interessato. Non è inoltre necessario che la condotta penalmente rilevante sia stata commessa dalla persona fisica per un interesse proprio o per avvantaggiare la società, spettando alla stazione appaltante valutare se l’illecito abbia o possa avere un riflesso sulla commessa pubblica.

Leggi dopo

Accesso agli atti, segretezza delle informazioni ed esercizio del diritto di difesa

07 Settembre 2022 | di Leila Nadir Sersale

Consiglio di Stato, Sez. V

Accesso agli atti

L’accesso agli atti di gara non è sempre ammesso a fronte di una generica deduzione di “esigenze di difesa”, atteso che, nel bilanciamento tra il diritto alla tutela dei segreti industriali e commerciali e il diritto all’esercizio del c.d. “accesso difensivo”, è necessario l’accertamento della sussistenza del nesso di strumentalità esistente tra la documentazione oggetto dell’istanza di accesso e le censure formulate, imponendosi quindi un accurato controllo in ordine alla effettiva utilità della documentazione richiesta, che comunque è obiettivamente percepibile per le offerte delle imprese meglio graduate.

Leggi dopo

Sulla natura dell’avvalimento esperienziale e sull’ammissibilità dell’avvalimento dell’attestazione SOA

06 Settembre 2022 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

Consiglio di Stato, Sez. V

Avvalimento

L’“avvalimento esperienziale” è quella forma di avvalimento operativo che ha a oggetto “i titoli di studio e professionali” e le “esperienze professionali pertinenti”, in ordine ai quali la valorizzazione cooperativa “delle capacità di altri soggetti” postula, in termini condizionanti, che tali soggetti eseguano direttamente i lavori o i servizi per cui tali capacità siano richieste. Una forma di avvalimento esperienziale è sicuramente quello avente a oggetto l’attestazione SOA, sempre ammissibile purché la messa a disposizione del requisito mancante non si risolva nel prestito di un valore puramente cartolare e astratto, essendo invece necessario che dal contratto risulti chiaramente l’impegno dell’impresa ausiliaria a prestare le proprie risorse e il proprio apparato organizzativo in tutte le parti che giustificano l’attribuzione del requisito di qualità a seconda dei casi: mezzi, personale, prassi e tutti gli altri elementi aziendali qualificanti.

Leggi dopo

ANAC: segnalazione al Governo per la modifica della disposizione del Codice dei contratti sull'esclusione dalla gare per gravi illeciti professionali

05 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

ANAC Atto di segnalazione

Atto di segnalazione n. 3 del 27 luglio 2022.pdf

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Con la segnalazione n. 3 del 27 luglio l'ANAC ha sollecitato al Governo la modifica dell'art. 80, comma 5, lettere c, c-bis, c-ter e c-quater del Codice appalti, in materia di esclusione per gravi illeciti professionali; in particolare l'Autorità anticorruzione chiede una maggiore delimitazione dell'ambito soggettivo e oggettivo di applicazione.

Leggi dopo

Sugli effetti dell'attivazione del controllo giudiziario nei confronti di imprese destinatarie di interdittive antimafia

01 Settembre 2022 | di Benedetta Gargari

TAR Lombardia, Milano

Informative interdittive antimafia

La sopraggiunta ammissione di impresa attinta da informazione antimafia interdittiva al controllo giudiziario di cui all'art. 34-bis del D.lgs. n. 159 del 2011 non ha effetti sul provvedimento di esclusione dalla procedura di gara cui la stessa abbia partecipato e dalla quale sia stata esclusa in ragione del provvedimento interdittivo.

Leggi dopo

Sulla verifica di non congruità dell’offerta da parte del responsabile unico del procedimento

01 Settembre 2022 | di Benedetta Gargari

TAR Lombardia, Sez. I,

Termini di partecipazione e di presentazione dell’offerta

L’omissione di significative voci di costo e l’ingiustificata sottostima dei costi per il materiale ed il personale rendono inadeguata nel suo complesso l’offerta della società rispetto al fine da raggiungere.

Leggi dopo

Condizioni e presupposti di ammissibilità dell’impugnazione degli atti di gara da parte dell’operatore economico terzo classificato in graduatoria

01 Settembre 2022 | di Simone Francario

TAR Lazio, Sez. III-ter

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Sussiste l’interesse ad agire in capo all’operatore economico terzo classificato qualora venga contestata l’ammissione alla gara dei soggetti che lo precedono nella graduatoria finale.

Leggi dopo

Il TAR Lazio si pronuncia sull'affidamento diretto “in ampliamento di un contratto stipulato”

30 Agosto 2022 | di Renzo Filice

TAR Lazio, Roma, sez. II-bis

Risoluzione del contratto

L'affidamento diretto “in ampliamento di contratto stipulato”, disposto ai sensi dell'art. 9 ter, comma 5, d.l. n. 78/2015, costituisce estensione di un contratto esistente, e non un contratto nuovo. Tale “ampliamento” può farsi rientrare all'interno della categoria della c.d. clausola di adesione, intesa quale forma di contrattazione ad aggregazione successiva.

Leggi dopo

Pagine