News

News

Limiti al diritto di accesso del terzo in graduatoria

05 Aprile 2016 | di Anton Giulio Pietrosanti

TAR

Accesso agli atti

La sentenza nega il diritto di accesso (ai documenti attestanti l’idoneità tecnica dei mezzi di trasporto usati dall’aggiudicatario) nei confronti del concorrente che, posizionatosi terzo in graduatoria, deduce un interesse derivante da un’eventuale non corretta gestione del servizio di scuolabus affidato mediante una gara bandita dall’Amministrazione comunale.

Leggi dopo

L’offerta economica pari a zero, anziché corrispondente ad un valore positivo, in caso di criterio del ribasso più alto, equivale ad una mancata offerta e determina l’esclusione dalla gara

04 Aprile 2016 | di Carmine Nuzzo

Consiglio di Stato

Tassatività delle cause di esclusione

Prendendo atto del contrasto giurisprudenziale esistente e ritenendo di non dover sottoporre la questione al vaglio della Plenaria, la terza Sezione del Consiglio di Stato conferma la tesi secondo cui, se il bando prevede il criterio di valutazione del ribasso più alto, affinché non si sterilizzi la formula matematica per la valutazione dell’offerta economica, indicare il punteggio zero per una o più voci della stessa legittima l’esclusione dalla gara per difetto essenziale dell’offerta e ciò non costituisce violazione del principio di tassatività delle cause di esclusione.

Leggi dopo

Le condizioni alle quali è consentito, alla Commissione di gara, integrare e correggere gli errori materiali relativi alle offerte tecniche ed economiche

04 Aprile 2016 | di Carmine Nuzzo

Consiglio di Stato

Criteri di aggiudicazione

Il Consiglio di Stato conferma la tesi secondo cui, se il bando prevede il criterio di valutazione del ribasso più alto, affinché non si sterilizzi la formula matematica per la valutazione dell’offerta, indicare il punteggio zero per una o più voci della stessa legittima l’esclusione dalla gara per mancata offerta. Allo stesso tempo, la Sezione terza precisa che un intervento correttivo della Commissione giudicatrice è possibile solo al ricorrere di determinate condizioni volte a tutelare trasparenza, imparzialità e parità di trattamento. Pertanto, la Commissione non può sostituire alle voci di offerta riportanti punteggio zero un punteggio positivo anche se infinitesimale per evitare l’esclusione del concorrente.

Leggi dopo

Tutti i farmaci possono essere acquistati dalla P.A. mediante sistema dinamico di acquisizione, compresi quelli cc.dd. bioequivalenti, in quanto prodotti di uso corrente, tipizzati e standardizzati

04 Aprile 2016 | di Carmine Nuzzo

Consiglio di Stato

Sistema dinamico di acquisizione

L’acquisto di farmaci mediante sistema dinamico di acquisizione di cui all’art. 68, d.lgs. n. 163 del 2006 è legittimo, anche quando, all’interno dello stesso lotto, sono inclusi farmaci che operano attraverso princìpi attivi differenti, in quanto uno dei due ha ricevuto parere di equivalenza terapeutica dall’Agenzia Italiana del Farmaco. I farmaci rientrano nel concetto di beni di uso corrente standardizzati e tipizzati ordinariamente reperibili sul mercato.

Leggi dopo

Esclusione dalla gara, soccorso istruttorio, problemi di diritto intertemporale e momento determinativo della “indizione” della gara

04 Aprile 2016 | di Carmine Nuzzo

Consiglio di Stato

Soccorso istruttorio

La disciplina del “nuovo” soccorso istruttorio prevista dall’art. 39, comma 1, l. 11 agosto 2014, n. 114, che ha introdotto il comma 2-bis dell’art. 38, d.lgs. n. 163 del 2006, trova applicazione soltanto per le gare “indette” successivamente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 90 del 24 giugno 2014. La gara si considera “indetta” nel momento in cui l’amministrazione manifesta la volontà di procedere all’iter selettivo. La pubblicazione del provvedimento è rilevante ai soli fini della c.d. pubblicità notizia. Nel caso delle procedure negoziate, il momento di “indizione” della gara coincide con quello di adozione della determinazione dirigenziale e non con quello di invito alla gara. Pertanto, se la determinazione è anteriore all’entrata in vigore della disciplina del “nuovo” soccorso istruttorio, si deve ritenere lo stesso non consentito, pur a fronte di un parziale inadempimento dichiarativo, con conseguente esclusione del concorrente.

Leggi dopo

Il parere del Consiglio di Stato sul nuovo Codice

01 Aprile 2016 | di Maria Alessandra Sandulli

Parere

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Il Consiglio di Stato ha reso il proprio parere sullo schema di codice dei contratti, svolgendo molteplici osservazioni tanto di carattere generale quanto sulle singole disposizioni sostanziali e processuali.

Leggi dopo

L’esame del vizio di composizione della Commissione è prioritario e, in caso di fondatezza, assorbe le altre censure

01 Aprile 2016 | di Massimo Nunziata

TAR

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Laddove siano dedotti vizi di incompetenza o di irregolare nomina, il Giudice non può fare altro che accertare il relativo vizio e assorbire le altre censure, senza essere vincolato dalla graduazione dei motivi indicata nell’impugnativa, non potendo dettare le regole della (futura) azione amministrativa.

Leggi dopo

L’Amministrazione deve esercitare il soccorso istruttorio chiamando l’interessato a regolarizzare e non attivando le verifiche d’ufficio

01 Aprile 2016 | di Massimo Nunziata

TAR

Soccorso istruttorio

In esercizio del potere-dovere di soccorso istruttorio, la Stazione appaltante deve chiedere al concorrente le integrazioni documentali e non può attivare autonomamente le verifiche d’ufficio.

Leggi dopo

L’iscrizione nelle c.d. “white list” non è necessaria per ottenere l’affidamento di contratti che abbiano ad oggetto settori non compresi nell’elenco di cui al comma 53 dell’art. 1 l. n. 190/2012

01 Aprile 2016 | di Alessia Piscopo

TAR

Informative interdittive antimafia

Il Collegio afferma che l’iscrizione nelle c.d. “white list” – elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori di lavori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa operanti nei medesimi settori, istituite presso ciascuna Prefettura – è obbligatoria esclusivamente per l’accesso alle procedure di evidenza pubblica che riguardano esclusivamente le attività imprenditoriali di cui all'art. 1, comma 53, l. n. 190 del 2012, ritenute maggiormente esposte a rischio di infiltrazione mafiosa-

Leggi dopo

Legge delega 28 gennaio 2016 n. 11

31 Marzo 2016 | di Redazione Scientifica

legge

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Pubblichiamo il testo della legge delega 28 gennaio 2016 n. 11.

Leggi dopo

Pagine