News

News

La valutazione della gravità delle condanne penali riportate dai concorrenti spetta alla Stazione appaltante e non deve essere motivata

17 Giugno 2016 | di Paola Martiello

TAR

Requisiti: Assenza di condanne penali

La valutazione della gravità delle eventuali condanne riportate dai concorrenti e della loro incidenza sulla moralità professionale spetta esclusivamente all’Amministrazione appaltante, che non è tenuta ed esplicitare in maniera analitica le ragioni di siffatto convincimento, potendo la motivazione di non gravità del reato risultare anche implicita o per facta concludentia.

Leggi dopo

L’impugnazione dell’esclusione da una procedura concorsuale deve essere notificata anche all’aggiudicatario provvisorio

17 Giugno 2016 | di Paola Martiello

Consiglio di Stato

Rito speciale in materia di contratti pubblici

È inammissibile il ricorso proposto avverso il provvedimento di esclusione che non sia stato notificato anche all’impresa aggiudicataria provvisoria, che, qualora l’esclusione e l’aggiudicazione provvisoria siano state disposte nella stessa seduta di gara, assume la veste di controinteressata.

Leggi dopo

Tassatività delle clausole di esclusione e principio di eterointegrazione della lex specialis di gara

16 Giugno 2016 | di Alessandro Balzano

TAR

Tassatività delle cause di esclusione

Il principio di tassatività delle clausole di esclusione dettato dall’art. 46, comma 1-bis, d.lgs. n. 163 del 2006 implica che il concorrente possa essere escluso dalla gara esclusivamente per effetto di esplicite disposizioni contenute dalla legge. Per altro verso, per potersi invocare il principio della c.d. eterointegrazione del bando di gara, è necessario che l’omessa clausola escludente contenga un precetto di natura cogente ed imperativo.

Leggi dopo

Contraddittorietà tra gli atti di gara, prevalenza del bando e criteri di interpretazione della lex specialis

16 Giugno 2016 | di Alessandro Balzano

Consiglio di Stato

Bando di gara

In caso di contrasto tra gli atti della lex specialis, prevale il contenuto del bando di gara poiché le clausole contenute nel capitolato speciale e nel disciplinare di gara possono esclusivamente integrare – ma non modificare – quelle poste dal bando stesso. La lex specialis di gara va interpretata, secondo le generali regole civilistiche, in senso “letterale” e pertanto le conseguenze derivanti dalla presenza di clausole contraddittorie non possono ricadere sul concorrente, in applicazione del c.d. principio di “autoresponsabilità”.

Leggi dopo

La natura oggettiva della responsabilità della P.A. nel settore degli appalti pubblici

16 Giugno 2016 | di Emanuele Feola

TAR

Risarcimento del danno

Accertata l’illegittimità dell’annullamento in autotutela dell’aggiudicazione e verificata l’assenza dei presupposti richiesti dal c.p.a. per riconoscere al ricorrente la tutela in forma specifica, il Collegio ha affrontato il problema relativo all’an e all’eventuale quantum del risarcimento per equivalente.

Leggi dopo

Assenza dell’obbligo di dichiarazione ex art. 38 del d.lgs. n. 163 del 2006 per il responsabile tecnico e limiti probatori nel controllo sul possesso dei requisiti

15 Giugno 2016 | di Benedetta Barmann

TAR

Controllo sul possesso dei requisiti

Tra i soggetti tenuti all’obbligo di dichiarazione ex art. 38 d.lgs. n. 163 del 2006 rientra il direttore tecnico, ma non il responsabile tecnico, poiché detto obbligo riguarda coloro che hanno ottenuto poteri consistenti nella rappresentanza dell'impresa e nel compimento di atti dispositivi, anche sul piano della direzione tecnica, nonché coloro che, al di là della qualifica formale, esercitino funzioni sostanziali di eguale rilievo-funzioni e poteri non esercitati dal responsabile tecnico. Qualora nel bando di gara la stazione appaltante abbia prescritto una specifica certificazione per la dimostrazione del possesso dei requisiti è escluso che il controllo possa essere soddisfatto attraverso la presentazione di una diversa certificazione di provenienza individuale. Il principio della tassatività delle cause di esclusione non può essere utilizzato per ritenere nulla – negli appalti di cui all’allegato IIB – una previsione del bando che faccia propria la disciplina di cui all’art. 48.

Leggi dopo

Discrezionalità nel procedimento di verifica di anomalia dell’offerta

15 Giugno 2016 | di Roberto Fusco

TAR

Offerte anomale

La stazione appaltante, pur in assenza dei requisiti aritmetici previsti dal comma 2 dell’art. 86 del d.lgs. n. 163 del 2006, può sempre procedere, ai sensi del comma 3, alla verifica dell’anomalia dell’offerta nel caso in cui l’offerta appaia anormalmente bassa in base ad “elementi specifici”. Il provvedimento adottato dalla stazione appaltante a conclusione del sub-procedimento di verifica dell’anomalia dell’offerta è caratterizzato da discrezionalità tecnica, facendo riferimento a scienze specialistiche prive di oggettiva certezza e, quindi, nel caso in cui venga dato conto in modo plausibile (ancorché opinabile) delle conclusioni raggiunte, non può essere efficacemente contestato nell’ambito del sindacato giurisdizionale di legittimità del giudice amministrativo (a meno di una determinazione che sia manifestamente illogica).

Leggi dopo

Immodificabilità dei soggetti partecipanti alla gara per i consorzi stabili

15 Giugno 2016 | di Roberto Fusco

TAR

Consorzio stabile

L’assenza nell’ambito dell’art. 36 d.lgs. n. 163 del 2006 di una norma analoga a quella che, all’art. 37, comma 9, sancisce il principio di immodificabilità dei soggetti partecipanti alla gara per i raggruppamenti temporanei ed i consorzi ordinari non si traduce sic et simpliciter nella possibilità per i consorzi stabili di modificare in corso d’opera le imprese che, in sede di offerta, sono state indicate per l’esecuzione dell’appalto.

Leggi dopo

Documenti di consultazione preliminari alla predisposizione delle Linee Guida

14 Giugno 2016 | di Redazione Scientifica

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Si pubblicano i documenti di consultazione preliminari alla predisposizione delle Linee Guida previste dal Codice e la relativa presentazione.

Leggi dopo

Linee guida operative e clausole contrattuali-tipo per l’affidamento di servizi assicurativi

14 Giugno 2016

ANAC_Determinazione n. 618_2016.pdf

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Nella seduta dell’8 giugno 2016, l’Autorità Nazionale Anticorruzione ha approvato, con Delibera n. 618 del 2016, le Linee guida operative e clausole contrattuali-tipo per l’affidamento di servizi assicurativi.

Leggi dopo

Pagine