News

News

L'Adunanza plenaria si pronuncia in tema di intervento ad adiuvandum o ad opponendum e sui conflitti di competenza

25 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

Cons. Stato, Ad. Plen.,

Giurisdizione del giudice amministrativo

Nel processo amministrativo, secondo l'Adunanza plenaria, l'intervento ad adiuvandum o ad opponendum può essere proposto solo da soggetto titolare di una posizione giuridica collegata o dipendente da quella del ricorrente in via principale o del controinteressato.

Leggi dopo

Alle controversie in materia di PNRR si applicano le norme ordinarie sulla competenza territoriale

25 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

TAR Palermo, Sez. III,

Giurisdizione del giudice amministrativo

La competenza funzionale inderogabile, prevista dall'art. 14, comma 3, c.p.a. per i giudizi di cui all'art. 119 c.p.a., non comprende le controversie riguardanti le procedure amministrative finanziate in tutto o in parte con risorse previste dal PNRR, per le quali continuano ad applicarsi gli ordinari criteri di riparto della competenza territoriale dettati dall'art. 13, c.p.a.

Leggi dopo

Impugnazione di atto endoprocedimentale e abuso del diritto

25 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

TAR Lombardia, Milano

Giuffrè Francis Lefebvre

Il TAR Lombardia si pronuncia sull’impugnazione di un atto endoprocedimentale, affermando che lo stesso non è autonomamente lesivo per cui è impugnabile solo unitamente all'atto conclusivo del procedimento amministrativo. Inoltre, il TAR Lombardia ha anche condannato il ricorrente per abuso del processo, affermando che la mancata “collaborazione” in sede procedimentale rende la successiva iniziativa giurisdizionale contraddittoria e non coerente con il comportamento assunto in precedenza.

Leggi dopo

Precisazioni in merito ai presupposti per il rinvio pregiudiziale

25 Settembre 2022 | di Redazione Scientifica

Cons. Stato, sez. IV, 21 luglio 2022, n. 6410

Rinvio interno ed esterno

Il Consiglio di Stato sollecita la Corte di Giustizia dell’Unione europea, ai sensi dell’art. 267 TFUE, a pronunciarsi sui presupposti del rinvio pregiudiziale.

Leggi dopo

Interesse all'accertamento dell'illegittimità dell'atto ai fini risarcitori: la posizione dell'Adunanza plenaria

25 Settembre 2022 | di Raffaele Tuccillo

Cons. Stato, ad. plen.,

Azione di annullamento

Il Consiglio di Stato si pronuncia sull’accertamento dell'illegittimità dell'atto ai fini risarcitori.

Leggi dopo

Non va sospesa l'efficacia dell'esclusione in caso di pendenza di un procedimento penale a carico dell'amministratore unico dell'operatore economico

23 Settembre 2022 | di Alessandra Coiante

TAR Lazio, Roma

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

L'art. 80, comma 5, d.lgs. n. 50/2016 mira a tutelare il vincolo fiduciario che deve sussistere tra Amministrazione aggiudicatrice e operatore economico, consentendo di attribuire rilevanza ad ogni tipologia di condotta illecita storicamente maturata (…)” rimettendo “la qualificazione di una condotta come grave illecito professionale ad una valutazione discrezionale della Stazione appaltante, pertanto sindacabile solo nei consueti limiti della manifesta irragionevolezza, illogicità e erroneità.

Leggi dopo

Nelle procedure MEPA, la comunicazione dell'aggiudicazione è sostituita dalla pubblicazione delle relative informazioni direttamente sul sistema

22 Settembre 2022 | di Esper Tedeschi

TAR Lazio, Roma

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Nell'ambito della procedura MEPA, l'aggiudicazione definitiva segue un procedimento del tutto semplificato nel quale, da un lato, l'obbligo di comunicare l'aggiudicazione ai sensi dell'art. 76, comma 5, Codice degli appalti, è sostituito dalla pubblicazione delle relative informazioni direttamente sul sistema MEPA; dall'altro, la stessa aggiudicazione definitiva avviene più celermente in quanto l'Amministrazione ha la possibilità di procedere alla verifica dei requisiti direttamente dal sistema.

Leggi dopo

Sottoscrizione della clausola sociale e verifica dell'anomalia dell'offerta

22 Settembre 2022 | di Esper Tedeschi

TAR Lombardia, Milano

Offerte anomale

In base al costante orientamento giurisprudenziale, in tema di clausola sociale, si impone l'esclusione della concorrente risultata aggiudicataria solo ove sia mancata l'accettazione della clausola in sede di partecipazione alla gara. Tuttavia, grava sulla stazione appaltante l'onere di valutare, in sede di verificazione dell'anomalia dell'offerta, la possibilità di rispettare l'impegno assunto con la sottoscrizione della clausola sociale. Ciò a maggior ragione ove, come nel caso di specie, tali aspetti incidano anche sull'assegnazione dei punteggi tecnici.

Leggi dopo

Le opere c.d. 'superspecialistiche a qualificazione obbligatoria' nel vigente quadro normativo

21 Settembre 2022 | di Rosanna Macis

TAR Lombardia, Milano

Qualificazione per eseguire lavori pubblici

Il Tar per la Lombardia fa il punto sulla vigente disciplina in materia di qualificazione per le opere c.d. “superspecialistiche a qualificazione obbligatoria”.

Leggi dopo

Il subentro nel contratto: prosecuzione o integrale esecuzione?

21 Settembre 2022 | di Carlo M. Tanzarella

TAR Lombardia, Milano

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Configurandosi come alternativo rispetto alla riedizione della gara, il “subentro” nel contratto vale a consolidare la procedura già svolta e, pertanto, consente l'assegnazione al ricorrente vittorioso dell'intera commessa e non solo delle prestazioni residue.

Leggi dopo

Pagine