News

News su Regolarità contributiva

L'accertamento del requisito partecipativo della regolarità contributivo-previdenziale ha natura intrinseca e incidentale

24 Febbraio 2021 | di Francesco Elefante

TAR Lazio, Roma

Regolarità contributiva

Con riferimento al requisito partecipativo della c.d. regolarità contributivo – previdenziale, il giudice amministrativo ha il potere di effettuare, relativamente alle risultanze emergenti dal DURC, un accertamento intrinseco che però ha natura comunque incidentale perché non si estende, con efficacia di giudicato, al diverso rapporto previdenziale.

Leggi dopo

Regolarità fiscale: ratio e portata applicativa

22 Febbraio 2021 | di Veronica Sordi

TAR Campania, Salerno

Regolarità contributiva

L'art. 80, comma 4, del d.lgs. n. 50/2016, predeterminando le condizioni di regolarità o irregolarità della posizione fiscale degli operatori economici e le conseguenze dell'eventuale irregolarità sulla partecipazione degli stessi, vincola la Stazione appaltante, nel senso che è ad essa preclusa la valutazione in ordine alle irregolarità riscontrate e all'incidenza sulla affidabilità dei partecipanti alle commesse pubbliche.

Leggi dopo

La regolarità fiscale include anche il pagamento di tributi “locali”

10 Dicembre 2020 | di Davide Cicu

Consiglio di Stato, Sez. IV

Regolarità contributiva

In relazione al requisito della regolarità fiscale di cui all'art. 80, comma 4, del Codice dei contratti pubblici, il legislatore, nell'utilizzare la locuzione ampia «imposte e tasse», non opera alcun distinguo tra tributi «nazionali-statali» e «locali», potendosi quindi trarre anche dal mancato pagamento di quest'ultimi tributi una grave situazione di mancanza di solidità finanziaria dell'operatore economico concorrente.

Leggi dopo

Non sussiste dichiarazione mendace se l’irregolarità fiscale riguarda una società incorporata dopo la presentazione della domanda di partecipazione

26 Giugno 2020 | di Fabrizio Laudani

Regolarità contributiva

La falsa dichiarazione per irregolarità fiscale non può essere addebitata ad un operatore economico nel caso in cui si riferisca ad una società incorporata dopo la data di presentazione della dichiarazione sostitutiva alla stazione appaltante.

Leggi dopo

La regolarizzazione postuma della posizione previdenziale non è consentita

06 Maggio 2020 | di Nicola Posteraro

Tar Lazio

Regolarità contributiva

Non sono consentite regolarizzazioni postume della posizione previdenziale, posto che l’impresa concorrente deve essere in regola con l'assolvimento degli obblighi previdenziali ed assistenziali fin dalla presentazione dell'offerta e conservare tale stato per tutta la durata della procedura di aggiudicazione e del rapporto con la stazione appaltante; resta dunque irrilevante un eventuale adempimento tardivo dell'obbligazione contributiva.

Leggi dopo

L'emissione di un avviso bonario di pagamento nei confronti dell'aggiudicataria non è causa di esclusione ex art. 80, comma 4, c.c.p.

07 Aprile 2020 | di Angelica Cardi

Regolarità contributiva

A fronte di un avviso bonario di pagamento emesso nei confronti dell'aggiudicataria non è in alcun modo riscontrabile, a carico della stessa, una violazione grave e definitivamente accertata rispetto ad un obbligo di pagamento di tributi, costituente causa di esclusione dalla procedura ad evidenza pub-blica, ai sensi dell'art. 80, comma 4, d.lgs. n. 50 del 2016.

Leggi dopo

Sulla mancata esclusione conseguente al sequestro preventivo per omesso versamento di IVA nonostante la rateizzazione del debito

06 Aprile 2020 | di Diego Campugiani

Cons. St.

Regolarità contributiva

: Il sequestro preventivo non è indicativo della definitività dell'accertamento tributario e non rientra tra le cause di esclusione tassative e automatiche di cui all'art. 80, comma 4, inoltre esso non può essere ricompreso tra le cause di esclusione di cui all'art. 80, comma 5 lett. c), nelle quali si ricomprendono situazioni oggetto di valutazione discrezionale da parte della stazione appaltante, se sussumibili nella categoria di “gravi illeciti professionali, tali da rendere dubbia la (sua) integrita' o affidabilita'” dell'operatore economico.

Leggi dopo

In presenza di DURC irregolare è precluso alla SA qualsivoglia apprezzamento sulla gravità in concreto e sulla definitività dell'inadempimento contributivo

11 Luglio 2019 | di Alessandra Coiante

TAR Friuli Venezia Giulia

Regolarità contributiva

In merito alla gravità e alla definitività delle irregolarità contributive oggettivamente esistenti, non vi è alcun margine di valutazione da parte della Stazione appaltante, dal momento che si tratta di profili predefiniti per legge e che vengono certificati dagli istituti previdenziali, mediante rilascio o meno del documento unico di regolarità contributiva, come emerge dall'attuale art. 80, comma 4, del c.c.p..

Leggi dopo

Regolarità contributiva: il valore assorbente del DURC e i limiti di accertamento incidentale del G.A.

24 Giugno 2019 | di Francesca Cernuto

Regolarità contributiva

Il DURC costituisce l'unico documento idoneo ad attestare la situazione di regolarità contributiva del concorrente, non potendosi gravare la stazione appaltante di verifiche ulteriori, per la cui esecuzione la stessa non disporrebbe neppure della competenza necessaria. Il Giudice può esercitare i poteri di accertamento incidentale sulla predetta certificazione solo ove sia offerta specifica prova della discrepanza tra le risultanze documentali del DURC e l'effettiva situazione di irregolarità contributiva dell'operatore economico, non essendo a tal fine sufficiente la mera allegazione di eventuali ritardi negli adempimenti.

Leggi dopo

La pendenza di un giudizio di opposizione al pignoramento non esclude la definitività dell’accertamento delle gravi violazioni

21 Giugno 2019 | di Veronica Sordi

TAR

Regolarità contributiva

È legittima l’esclusione disposta ai sensi dell’art. 80, co. 4, d.lgs. n. 50/2016, in quanto l’eventuale pendenza di un giudizio di opposizione agli atti esecutivi, riguardando il solo pignoramento e non anche le cartelle esattoriali, non esclude la definitività dell’accertamento delle gravi violazioni commesse.

Leggi dopo

Pagine