News

News

Il divieto di doppia partecipazione alla singola gara non si riferisce alle procedure suddivise in lotti

22 Giugno 2021 | di Francesco Elefante

TAR Lazio, Roma

Procedura aperta

Il divieto di doppia partecipazione alla singola gara non è riferibile alle procedure con suddivisione in lotti essendo consentito partecipare a distinti lotti con raggruppamenti temporanei di imprese diversamente composti.

Leggi dopo

La sussistenza di carichi pendenti non deve essere dichiarata, né può essere sanzionata dall'ANAC

22 Giugno 2021 | di Francesco Elefante

TAR Lazio, Roma

Autorità nazionale anticorruzione

Non essendovi alcuna normativa che obblighi il concorrente, ai fini della partecipazione a una gara, a dichiarare la sussistenza di “carichi pendenti”, ne discende che non trova spazio applicativo la norma generale relativa ai poteri sanzionatori ANAC, di cui all'art. 213, comma 13, del Codice dei Contratti Pubblici.

Leggi dopo

Tutela della salute, diritto di accesso e legittimazione del Codacons

18 Giugno 2021 | di Tommaso Cocchi

TAR Lazio, Roma

Accesso agli atti

L’interesse alla tutela della salute è sufficiente a radicare in capo al Codacons il diritto all’ostensione degli atti acquisiti dall’ANAC nel corso di un procedimento istruttorio e afferenti alle verifiche di conformità sulle mascherine oggetto di una fornitura. Non rileva, in senso ostativo all’accesso, il fatto che i dispositivi di protezione individuali non fossero destinati alla commercializzazione, bensì alla distribuzione al personale degli uffici della Protezione Civile.

Leggi dopo

Sulla prevalenza del diritto di accesso al diritto alla riservatezza

18 Giugno 2021 | di Davide Cicu

TAR Toscana, Firenze

Accesso agli atti

In forza dell'art. 53, comma 6, del D.lgs. n. 50/2016, la necessità sottesa ad un'istanza di accesso agli atti di verificare la correttezza della valutazione dell'offerta dell'aggiudicataria e la conformità della offerta stessa alla lex specialis di gara, nonché sia la eventuale connessa sussistenza in genere dei presupposti per un sovvertimento dell'esito della gara, rende la pretesa di salvaguardia dei segreti tecnici e commerciali recessiva rispetto all'esigenza di difendere l'interesse al legittimo andamento della procedura di gara.

Leggi dopo

Conflitto di interessi e dovere di astensione dalla partecipazione alla procedura di gara

18 Giugno 2021 | di Davide Cicu

TAR Lazio, Roma

Conflitto di interesse

La sussistenza di un conflitto di interessi, nella PA, va valutata in ordine alla mera potenzialità della sua manifestazione e delle conseguenze in ordine al pregiudizio non solo alla correttezza sostanziale della valutazione amministrativa, ma anche in ordine alla “percepibilità” di una illecita ingerenza; tuttavia, tale condizione di potenzialità è riferibile sempre, in stretta correlazione soggettiva, al personale che, in quanto portatore dell'interesse, è nelle condizioni (giuridiche o di mero fatto) di alterare l'esito della gara, non potendo pretendersi che tale contesto venga esteso per una sorta di “contagio ambientale” anche al resto dell'ufficio.

Leggi dopo

La Corte di giustizia risolve il quesito sulla sostituibilità dell’impresa ausiliaria che ha reso dichiarazioni mendaci

16 Giugno 2021 | di Mahena Chiarelli

Corte giust. UE

Avvalimento

La Corte di giustizia dell’Unione europea si pronuncia sulla compatibilità della normativa nazione che impone l’esclusione del concorrente per le dichiarazioni mendaci rese dall’ausiliaria, con l’art. 63, in combinato disposto con l’articolo 57, paragrafo 4, lettera h) della direttiva 2014/24 e alla luce del principio di proporzionalità.

Leggi dopo

Sulla portata escludente di una risalente risoluzione per grave ritardo in una gara per la fornitura urgente di mascherine

16 Giugno 2021 | di Mahena Chiarelli

Consiglio di Stato, Sez. III

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Il Consiglio di Stato si pronuncia sulla legittimità dell’esclusione di un operatore economico che in una gara per l’approvvigionamento urgente di mascherine ometteva di dichiarare una pregressa risoluzione contrattuale per grave inadempimento consistente nel ritardo nella fornitura.

Leggi dopo

Condizioni minime capitolari e principio di equivalenza

15 Giugno 2021 | di Angelica Cardi

Consiglio di Stato, Sez. IV

Bando di gara

Il principio di equivalenza precipitato tecnico del più generale principio del favor partecipationis, trova applicazione ex lege anche negli appalti di servizi, come ad abundantiam reso evidente dall'allegato XIII, comma 1, lett. b), del d.lgs. n. 50 del 2016.

Leggi dopo

L'omessa dichiarazione di fatti potenzialmente rilevanti per la configurazione di un illecito professionale non determina l'esclusione automatica dalla gara

15 Giugno 2021 | di Angelica Cardi

TAR Lazio, Roma

Tassatività delle cause di esclusione

Nessuna automatica esclusione per “mendacio” può disporsi in riferimento all'omessa dichiarazione di fatti e circostanze potenzialmente rilevanti ai fini della configurazione di un possibile illecito professionale e non ricadenti in alcuna causa di esclusione ad applicazione tassativa. Al riguardo, affinché possa disporsi la sanzione espulsiva è, in ogni caso, necessaria la valutazione da parte della Stazione appaltante della concreta incidenza di quei fatti sull'affidabilità del concorrente.

Leggi dopo

Illegittimità della clausola del bando di gara che rende impossibile la formulazione dell'offerta

14 Giugno 2021 | di Sonia Caldarelli

Tribunale Piemonte

Bando di gara

Il confronto concorrenziale tra operatori deve dispiegarsi sulla base di parametri certi e predeterminati, fatti salvi i fisiologici margini di alea insiti nell'attività di impresa; è quindi affetta da insuperabile abnormità o irragionevolezza la lex specialis di gara che renda impossibile il calcolo di convenienza tecnica ed economica ai fini della partecipazione alla procedura ad evidenza pubblica.

Leggi dopo

Pagine