News

Sulla possibilità di modificare il RTI, in fase di gara, per la perdita dei requisiti ex art. 80 c.c.p. da parte di uno dei componenti

 

La perdita dei requisiti generali di partecipazione in conseguenza di procedure fallimentari e quella riguardante la perdita dei requisiti generali di partecipazione per irregolarità contributiva non sono situazioni tra loro assimilabili in quanto, la prima concerne “vicende imprevedibili” che incidono sulla vita dell'impresa imputabili a cause che prescindono dalla partecipazione ad una singola gara, mentre l'altra riguarda un singolo episodio dell'attività imprenditoriale dell'impresa che viene in rilievo in una specifica procedura ad evidenza pubblica. La diversità tra le due diverse cause di esclusione impedisce, pertanto, l'eventuale applicazione delle previsioni di cui all'art.48 comma 18 e 19 del Codice dei contratti pubblici, laddove è previsto che la mandataria del RTI possa indicare un altro operatore economico subentrante o possa eseguire direttamente o a mezzo degli altri mandanti l'appalto, laddove il requisito che l'impresa mandate ha perduto nelle more della procedura, non sia conseguenza di procedure fallimentari, ma effetto di una sopraggiunta irregolarità contributiva della società.

Leggi dopo