News

L'incidenza dei procedimenti penali pendenti e delle condanne non definitive sull'affidabilità del concorrente

 

È manifestamente irragionevole l'operato della stazione appaltante, nella misura in cui ha ritenuto, senza addurre motivazioni ulteriori o specifiche circostanze giuridico-fattuali (desunte primariamente dagli atti dei procedimenti penali e, soprattutto, dalla sentenza di condanna di recente emissione), che la mera assenza di definitività delle pendenze non concretizzasse gli estremi per ritenere compromesso il rapporto fiduciario, cui è sottesa la fattispecie espulsiva prevista dall'art.80, comma 5, lett. c) del Codice dei contratti pubblici.

Leggi dopo