News

In caso di risoluzione contrattuale per grave inadempimento dell'aggiudicatario, l'ANAC non è tenuta a motivare specificamente l'utilità dell'annotazione

 

La risoluzione contrattuale per grave inadempimento dell'aggiudicatario è un motivo tipico di annotazione fissato dall'art. 8, comma 2, lett. p), del d.P.R. n. 207/2010, sicché l'obbligo di motivazione sussistente in capo all'ANAC in ordine all'irrilevanza delle deduzioni difensive svolte dall'operatore economico cui sia stato risolto il contratto può ritenersi alleggerito, venendo in considerazione fatti rilevanti quali illeciti professionali gravi, rispetto ai quali il legislatore ha già effettuato a monte una valutazione in termini di utilità dell'annotazione.

Leggi dopo