Homepage

News News

La rimessione all'Adunanza Plenaria dell'ambito applicativo dell'escussione della garanzia fideiussoria

21 Gennaio 2022 | di Roberto Fusco

Consiglio di Stato, Sez. IV

Garanzie a corredo dell’offerta

Il Collegio rimette all'Adunanza plenaria il seguente quesito di diritto: “se l'art. 93, comma 6, d.lgs. n. 50 del 2016 possa (recte, debba) trovare applicazione non solo nei confronti del soggetto cui sia già stata definitivamente aggiudicata la gara, ma anche nei confronti del soggetto che la commissione giudicatrice, dopo le valutazioni di spettanza, abbia proposto per l'aggiudicazione”.

Leggi dopo
News News

Sull'unitarietà della gara divisa in lotti e sugli effetti del c.d. giudicato esterno

21 Gennaio 2022 | di Roberto Fusco

Consiglio di Stato, Sez. III

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il Collegio ritiene di non condividere l'impostazione della c.d. unitarietà della procedura di gara divisa in più lotti, dovendo conseguentemente escludere l'estensibilità degli effetti prodotti dal giudicato formatosi in relazione all'aggiudicazione di un lotto anche sugli altri lotti.

Leggi dopo
News News

Sull'applicabilità del principio di rotazione

21 Gennaio 2022 | di Simone Francario

TAR Toscana, Firenze

Bando di gara

In una procedura aperta, la mancata pubblicazione del bando di gara nella gazzetta ufficiale, restringe di fatto il confronto competitivo all'interno della gara e costituisce un possibile mezzo per eludere l'applicazione del principio rotatorio.

Leggi dopo
News News

Principio di equivalenza e caratteristiche del prodotto

18 Gennaio 2022 | di Francesca Cernuto

Consiglio di Stato, Sez. III

Bando di gara

Il principio di equivalenza è finalizzato ad evitare un'irragionevole limitazione del confronto competitivo e va declinato considerando la tipologia del prodotto oggetto di gara e della sua complessità. È onere del concorrente fornire la prova dell'equivalenza ove si tratti di prodotti particolarmente complessi, mentre lo stesso giudizio può essere condotto autonomamente della Commissione ove si tratti di prodotti comunemente presenti sul mercato.

Leggi dopo
News News

Principio di rotazione e pubblicità della procedura aperta sottosoglia

18 Gennaio 2022 | di Francesca Cernuto

TAR Toscana, Firenze

Bando di gara

Il principio di rotazione trova applicazione unicamente nelle procedure in cui l'Amministrazione ha selezionato a monte i partecipanti alla gara, dovendo di contro ritenersi che l'indizione della procedura aperta sia di per sé una garanzia rispetto ad eventuali distorsioni della concorrenza. Affinché tale garanzia possa esplicarsi è tuttavia necessario che la procedura aperta sia effettivamente assistita dal rispetto di tutti gli oneri di pubblicità, anche nel caso delle gare sottosoglia.

Leggi dopo
News News

Il solo rinvio a giudizio non costituisce un'infrazione “debitamente accertata” ai sensi dell'art. 80, comma 5, lett. a) del Codice dei contratti pubblici

17 Gennaio 2022 | di Angelica Cardi

TAR Lazio, Roma

Requisiti: Falsa dichiarazione e falsa documentazione

Il mero rinvio a giudizio, non seguito da una condanna penale, per fatti astrattamente idonei a configurare una violazione delle norme in materia di sicurezza sul lavoro, non costituisce una infrazione “debitamente accertata”, non essendo stato esplicato un potere di accertamento demandato agli organi competenti ed esercitato nelle forme all'uopo previste. Quindi, avuto riguardo all'art. 80, comma 5, lett. a), d.lgs. n. 50/2016, la dichiarazione resa dal concorrente di non avere commesso infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di salute e sicurezza sul lavoro non può ritenersi falsa.

Leggi dopo
News News

Irragionevolezza del criterio selettivo di cui al bando di gara per l'affidamento del servizio di supporto tecnico-amministrativo

17 Gennaio 2022 | di Angelica Cardi

TAR Lazio, Roma

Criteri di aggiudicazione

Il requisito inserito nel bando di gara per l'affidamento del servizio di supporto tecnico – amministrativo finalizzato alla definizione delle istanze di sanatoria edilizia e nel disciplinare relativo al fatto che il concorrente abbia permesso all'Amministrazione comunale di incassare una determinata somma nel triennio precedente attraverso le pratiche di sanatoria non costituisce in alcun modo un elemento idoneo a dimostrare la capacità tecnica del partecipante alla gara, rappresentando, al contrario, un dato estraneo ed inconferente rispetto alla preparazione professionale, all'esperienza ed alle risorse umane e tecniche degli aspiranti a concorrere per lo svolgimento del servizio, e dunque alle caratteristiche cui i criteri di selezione devono attenersi ai sensi dell'art. 83 del d.lgs. n. 50/2016.

Leggi dopo
News News

L'azienda consortile

13 Gennaio 2022 | di Davide Cicu

Consiglio di Stato, Sez. V

Consorzio stabile

Qualora dall'interpretazione delle clausole statutarie si giunga a dire il soggetto collettivo istituito dalle imprese conforme al tipo legale del consorzio stabile di cui al Codice dei contratti pubblici, ne discenderanno tutti gli effetti che la legge prevede, ivi compreso quello di poter nominare una o più tra le proprie consorziate per l'esecuzione dell'appalto, quale che sia l'effettivo livello di attuazione in concreto delle previsioni statutarie. La nota n Giurisprudenza commentata.

Leggi dopo
Giurisprudenza commentata Giurisprudenza commentata

L'azienda consortile

13 Gennaio 2022 | di Davide Cicu

Consiglio di Stato, Sez. V

Consorzio stabile

Qualora dall'interpretazione delle clausole statutarie si giunga a dire il soggetto collettivo istituito dalle imprese conforme al tipo legale del consorzio stabile di cui al Codice dei contratti pubblici, ne discenderanno tutti gli effetti che la legge prevede, ivi compreso quello di poter nominare una o più tra le proprie consorziate per l'esecuzione dell'appalto, quale che sia l'effettivo livello di attuazione in concreto delle previsioni statutarie.

Leggi dopo
News News

Onere probatorio gravante su chi agisce in giudizio avverso l'atto indittivo di una procedura di gara

13 Gennaio 2022 | di Davide Cicu

TAR Lazio, Roma

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Chi agisce in giudizio avverso l'atto indittivo di una procedura di gara lamentandone un effetto lesivo immediato è gravato normalmente, sul punto, di un onere di dimostrazione dell'allegata lesione, che reclama di essere adempiuto dimostrando come la legge di gara impedisca ogni seria partecipazione alla selezione. Non pare dubbio, inoltre, che tale onere diventi vieppiù imperioso quando chi abbia proposto un simile ricorso, in seguito, contraddicendo almeno in apparenza la propria impostazione, si determini a partecipare alla medesima gara.

Leggi dopo

Pagine