News

News su Offerte anomale

Il principio di stabilità della soglia di anomalia

14 Febbraio 2017 | di Angelica Cardi

TAR

Offerte anomale

La previsione di cui all'art. 38, comma 2-bis, d.lgs. n. 163 del 2006, è applicabile a qualunque potenziale ragione di esclusione del concorrente, atteso che il testo della innovativa disposizione esibisce una portata ben più vasta dell’elenco delle cause ostative contenuto nell’articolo in cui essa per ragioni contingenti è stata inserita. La previsione ha la natura di norma generale in quanto si riferisce a ogni variazione che intervenga successivamente alla fase di ammissione, regolarizzazione o esclusione delle offerte.

Leggi dopo

Verifica di anomalia dell’offerta e insufficienza delle “mere opinioni” della stazione appaltante

06 Febbraio 2017 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

TAR

Offerte anomale

La stazione appaltante non può escludere l’“attendibilità” delle giustificazioni rese dalla concorrente in sede di verifica dell’anomalia della propria offerta sulla base di una mera opinione del seggio di gara, convinto, sulla base di un apprezzamento giuridicamente opinabile, della non spettanza dei benefici vantati dalla stessa concorrente e che ne giustificherebbero l’offerta, in assenza degli esiti negativi di un accertamento svolto in concreto dagli organi a ciò istituzionalmente deputati.

Leggi dopo

Anomalia dell’offerta e riparametrazione

01 Febbraio 2017 | di Luca Maria Petrone

Consiglio di Stato

Offerte anomale

La riparametrazione è un artifizio necessario per rendere comparabili i punteggi per la parte tecnica e per la parte economica, che si distingue dalla verifica dell’anomalia dell’offerta. Conseguentemente, anteporre la verifica dell’anomalia alla riparametrazione consente di valutare la congruità dell’offerta sulla base del punteggio effettivamente attribuito dalla Commissione.

Leggi dopo

Nella verifica di congruità si deve considerare l’importo complessivo dell’offerta

26 Gennaio 2017 | di Annalaura Leoni

Consiglio di Stato

Offerte anomale

Il parametro di riferimento nel procedimento di verifica di anomalia ex artt. 87 e 88 d.lgs. n. 163 del 2006 è l’affidabilità complessiva dell’offerta e non l’eventuale inesattezza di una singola posta o voce economica.

Leggi dopo

Valore delle tabelle ministeriali sul costo medio del lavoro alla luce del nuovo Codice

05 Gennaio 2017 | di Flaminia Aperio Bella

TAR

Offerte anomale

Merita di essere confermato, anche sotto la vigenza del nuovo Codice degli appalti, il costante orientamento per cui i costi medi della manodopera indicati nelle tabelle ministeriali non assumono valore di parametro assoluto ed inderogabile, ma svolgono una funzione indicativa, suscettibile di scostamento in relazione a valutazioni statistiche ed analisi aziendali che evidenzino una particolare organizzazione in grado di giustificare la sostenibilità di costi inferiori. Alla luce della descritta funzione di mero parametro di riferimento assolta dalle tabelle è dunque possibile per i concorrenti discostarsi da tali costi, in sede di giustificazioni dell’anomalia, sulla scorta di una dimostrazione puntuale e rigorosa.

Leggi dopo

L’esclusione automatica delle offerte sospette di anomalia nel nuovo Codice

20 Dicembre 2016 | di Ester Santoro

Offerte anomale

Ai sensi dell’art. 97, comma 8, d.lgs. n. 50 del 2016, l’esclusione automatica delle offerte sospette di anomalia è consentita solo se prevista nella lex specialis di gara in modo espresso ed inequivoco, trattandosi di una limitazione del confronto concorrenziale.

Leggi dopo

Rapporto tra l’anomalia dell’offerta ed entità dell’utile

16 Dicembre 2016 | di Adriana Presti

Consiglio di Stato

Offerte anomale

La valutazione di anomalia dell'offerta va effettuata considerando tutte le circostanze del caso concreto. Non è possibile stabilire una soglia minima di utile al di sotto della quale l'offerta deve essere considerata anomala, con l’unico limite del completo azzeramento del margine positivo.

Leggi dopo

Estraneità alla verifica di anomalia delle offerte dei contratti di subappalto o di subfornitura

15 Dicembre 2016 | di Nicola Posteraro

TAR

Offerte anomale

La possibilità di subappalto a prezzi più bassi non può essere invocata di per sé quale elemento di giustificazione dell’offerta anomala.

Leggi dopo

Sulla ininfluenza dell’errore materiale in sede di valutazione dell’anomalia dell’offerta

29 Novembre 2016 | di Claudio Fanasca

Consiglio di Stato

Offerte anomale

In sede di verifica dell’anomalia, la stazione appaltante non può adottare una sanzione espulsiva ovvero un giudizio di non congruità laddove nelle giustificazioni presentate dall’impresa sia riportato un importo dell’offerta diverso da quello indicato in sede di gara e tale differente indicazione sia il frutto di un mero errore materiale, inidoneo a determinare alcuna incertezza o indeterminatezza dell’offerta economica.

Leggi dopo

Offerte anomale e il divieto di modifica postuma della composizione dell’offerta economica

04 Novembre 2016 | di Angelica Cardi

TAR

Offerte anomale

Il Collegio ribadisce il principio del divieto, in fase di controllo dell’anomalia, di un’indiscriminata ed arbitraria modifica postuma della composizione dell’offerta economica; ciò si porrebbe, infatti, in contrasto con le esigenze conoscitive della stazione appaltante, comportando un’evidente lesione delle esigenze di stabilità ed affidabilità dell’offerta e la violazione della par condicio tra i concorrenti.

Leggi dopo

Pagine