News

News

L’aggiudicataria resistente ha l’onere di contestare immediatamente l’illegittima partecipazione alla gara della ricorrente

09 Ottobre 2017 | di Alessandro Balzano

Tar Toscana

Rito speciale in materia di contratti pubblici

In virtù dei principi di concentrazione ed economia processuale, l’impresa, la cui aggiudicazione sia stata impugnata in sede giurisdizionale, ha l’onere di contestare – con ricorso incidentale da proporsi nel medesimo giudizio ovvero con autonoma azione - l’illegittimità della partecipazione alla gara della ricorrente, seconda classificata, senza attendere la definitività della (eventuale) revoca della propria aggiudicazione. Tale onere sussiste, ancor di più, laddove si intendano sollevare profili di esclusione analoghi e/o simmetrici a quelli sollevati avverso la propria aggiudicazione.

Leggi dopo

Interpretazione di onerosità dell’appalto e applicabilità della disciplina comunitaria agli ospedali privati convenzionati: rimessione alla Cgue

06 Ottobre 2017 | di Leonardo Droghini

Consiglio di Stato

Procedura negoziata

Devono essere rimesse alla CGUE: la questione interpretativa relativa al concetto di onerosità dell’appalto; e la valutazione di compatibilità con il diritto UE di una normativa nazionale che sottrae alle regole sugli appalti un soggetto privato che, in base alle categorie nazionali, è pubblica amministrazione, ma non è qualificabile come organismo di diritto pubblico e rispetto al quale non sussistono le condizioni dell’affidamento in house.

Leggi dopo

L’insanabilità della mancata allegazione del documento d’identità alla dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà

05 Ottobre 2017 | di Enrico Zampetti

Tar Lazio

Soccorso istruttorio

L’allegazione del documento di identità del dichiarante è elemento indispensabile perché venga ad esistenza l’autocertificazione sostituiva di atto di notorietà prevista dall’articolo 47 d.P.R. n. 445 del 2000.

Leggi dopo

La competenza della stazione appaltante ad adottare gli atti conseguenti all’annullamento della gara

05 Ottobre 2017 | di Enrico Zampetti

Tar Lazio

Responsabile delle procedure di affidamento e di esecuzione

Gli atti successivi all’annullamento della procedura di gara, tra cui la comunicazione relativa alla segnalazione all’autorità di vigilanza dei riscontrati profili di collegamento sostanziale, rientrano nelle competenze della stazione appaltante e quindi del Responsabile unico del procedimento.

Leggi dopo

Legittimo l’annullamento degli atti di gara motivato dalla necessità di dar corso ad un effettivo confronto concorrenziale “suggerito” dall’ANAC

05 Ottobre 2017 | di Leonardo Droghini

Tar Liguria

Lavori (appalto pubblico di)

È legittimo il provvedimento con il quale la p.A. appaltante ha annullato in autotutela il bando per l’affidamento di un appalto di lavori, e le operazioni di gara in corso, che sia motivato con riferimento ad un parere in tal senso espresso dall’ANAC, recepito dalla stazione appaltante, in ragione della erronea previsione, nella lex specialis, delle categorie in cui iscrivere le opere da svolgere e al conseguente difetto di un effettivo confronto concorrenziale tra i partecipanti.

Leggi dopo

Collegamento sostanziale tra due concorrenti: è legittima l’escussione della cauzione provvisoria

04 Ottobre 2017 | di Valeria Zallocco

Tar Lazio

Garanzie a corredo dell’offerta

È legittima l’escussione della cauzione provvisoria nelle ipotesi in cui la stazione appaltante accerti che un operatore economico difetti di un requisito di idoneità, dichiarato dallo stesso esistente in sede di gara. Nel caso di specie, la cauzione è stata escussa in ragione del collegamento sostanziale tra due imprese partecipanti alla medesima procedura di gara.

Leggi dopo

Appalto pubblico nummo uno: è legittimo se la controprestazione consiste in un vantaggio economicamente apprezzabile per il contraente

04 Ottobre 2017 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato

Bando di gara

È legittimo il bando di gara che preveda un corrispettivo pari a un euro, ogniqualvolta dall’effettuazione della prestazione contrattuale il contraente possa figurare di trarre un’utilità economica lecita e autonoma, come un potenziale ritorno di immagine.

Leggi dopo

La classe di iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali costituisce un requisito cumulabile dai membri di un’A.T.I.

04 Ottobre 2017 | di Valeria Zallocco

TAR Sicilia

Capacità economica e finanziaria dei fornitori e dei prestatori di servizi

L’iscrizione a una specifica classe dell’Albo nazionale dei gestori ambientali costituisce un requisito di capacità tecnico-professionale rilevante ex art. 83, lett. c), c.c.p. Di conseguenza, tale requisito è cumulabile da parte dei componenti di un’associazione temporanea di imprese.

Leggi dopo

La natura dell’annotazione nel casellario informatico

03 Ottobre 2017 | di Anton Giulio Pietrosanti

Tar Lazio

Autorità nazionale anticorruzione

L’annotazione nel casellario informatico – effettuata dall’Anac ai sensi dell’art. 27, comma 2, lett. t), d.P.R. 34/2000 – dopo un anno dall’esclusione (per collegamento sostanziale) non è illegittima, trattandosi di un atto che svolge una funzione di pubblicità notizia dichiarativa e non costitutiva.

Leggi dopo

L’onere dichiarativo in tema di gravi illeciti professionali

03 Ottobre 2017 | di Anton Giulio Pietrosanti

Tar Lazio

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Va dichiarata la precedente esclusione comminata da un’altra stazione appaltante in riferimento ad una gara analoga per insussistenza del requisito della regolarità fiscale, anche se tale requisito sussiste al momento della dichiarazione.

Leggi dopo

Pagine