News

News

Il “mero” rapporto di parentela è condizione di per sé sufficiente a comprovare il rischio di infiltrazione mafiosa?

04 Febbraio 2020 | di Alessandro Balzano

Tar Lombardia

Tar Lombardia, Milano, 22 gennaio 2020, n. 125.pdf

Informative interdittive antimafia

La mancata allegazione di specifiche circostanze di fatto da cui desumere l’esistenza di rapporti, legami o cointeressenze economiche con ambienti mafiosi - unitamente alla omessa ponderazione del contenuto di provvedimenti giurisdizionali a carico dei soggetti interessati - inficia il processo valutativo dell’Autorità che ha condotto al provvedimento interdittivo non potendosi quest’ultimo fondarsi su mere tesi “accusatorie” acquisite a valle di una carente istruttoria che non ha (in concreto) accertato la natura dei rapporti economici tra i soggetti che amministrano la società e quelli ritenuti “inquinanti”.

Leggi dopo

Sui presupposti per la riattivazione del soccorso istruttorio

03 Febbraio 2020 | di Benedetta Barmann

TAR Liguria, Sez. I

TAR Liguria, sez. I, sentenza 31 gennaio 2020, n. 79.pdf

Soccorso istruttorio

In caso di avvenuta attivazione del soccorso istruttorio per supplire a carenze della dichiarazione sostitutiva relativa al possesso dei requisiti di carattere generale, la successiva rilevazione da parte della stazione appaltante di una ulteriore e diversa irregolarità...

Leggi dopo

Sui contratti conclusi dalla RAI

03 Febbraio 2020 | di Benedetta Barmann

Cons. St., sez. V

Cons. Stato, Sez. V, 27 gennaio 2020, n. 682.pdf

Contratti esclusi

L’affidamento, da parte della RAI s.p.a., del servizio di riprese elettroniche televisive in esterna rientra tra i contratti esclusi dall’applicazione del codice dei contratti pubblici, ai sensi dell’art. 17, comma 1, lett. b), del d.lgs. n. 50 del 2016.

Leggi dopo

Il bando di gara si interpreta a favore della massima partecipazione

29 Gennaio 2020 | di Simone Abrate

Tar Piemonte

Tar Piemonte, Torino, 13 gennaio 2020, n. 34.pdf

Bando di gara

Se le clausole di un bando o di un disciplinare sono ambigue o contraddittorie, deve essere privilegiata l'interpretazione favorevole all'ammissione alla gara invece che quella che tenda all'esclusione di un concorrente, in ossequio al canone del favor partecipationis, che sottende anche l'interesse pubblico al massimo dispiegarsi del confronto concorrenziale, inteso all'individuazione dell'offerta maggiormente vantaggiosa e conveniente per l'Amministrazione appaltante, dovendo in difetto affermarsi l'illegittimità dell'esclusione dalla gara pronunciata in applicazione di disposizioni di lex specialis che, sebbene corredate dell'espressa comminatoria di esclusione, evidenziano tratti di ambiguità, incertezza o contraddittorietà.

Leggi dopo

Il concorrente deve sempre dichiarare qualsiasi condanna penale a proprio carico

29 Gennaio 2020 | di Simone Abrate

Tar Lazio

Requisiti: Assenza di condanne penali

L'art. 80, comma 5, del codice, pone a carico dell'operatore economico puntuali obblighi informativi aventi ad oggetto la rappresentazione - quanto più dettagliata possibile - delle pregresse vicende professionali. In tale prospettiva, tra le condanne rilevanti ai fini dell'esclusione dalla gara vanno incluse non solo quelle specificamente elencate ai commi 1 e 2 della norma, ma anche quelle comunque incidenti, ai sensi del successivo comma 5, sull'affidabilità dell'impresa.

Leggi dopo

Competenza territoriale nelle gare suddivise in lotti

29 Gennaio 2020 | di Valeria Zallocco

Tar Lazio

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La competenza territoriale spetta al TAR Lazio qualora la stazione appaltante abbia dato luogo ad un'unica procedura di gara riguardante lavori, servizi o forniture da prestare in vari ambiti regionali, ancorché divisa in lotti diversi, e non, invece, a diverse procedure di gara per quanti sono i lotti indicati dal bando.

Leggi dopo

Pubblicità delle sedute nelle procedure negoziate

29 Gennaio 2020 | di Valeria Zallocco

Tar Lazio

Procedura negoziata

I principi di pubblicità e trasparenza che governano la disciplina comunitaria e nazionale in materia di appalti pubblici comportano che, qualora all'aggiudicazione debba procedersi con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, l'apertura delle buste contenenti le offerte e la verifica dei documenti in esse contenuti devono essere effettuate in seduta pubblica anche laddove si tratti di procedure negoziate, con o senza predisposizione del bando di gara, e di affidamenti in economia nella forma del cottimo fiduciario.

Leggi dopo

Gara per la stipula di un accordo quadro e valore del lotto

28 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Cons. St., Sez. V, 27 gennaio 2020, n. 6022.pdf

Accordo quadro

In una gara per la stipula di una convenzione od accordo quadro, il valore del lotto non può costituire un importo a base d’asta...

Leggi dopo

Sui contratti conclusi dalla RAI

28 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Cons. St., Sez. V, 27 gennaio 2020, n. 6022.pdf

Contratti esclusi

L’affidamento, da parte della RAI s.p.a., del servizio di riprese elettroniche televisive in esterna rientra...

Leggi dopo

II Consiglio di Stato sul divieto di commistione tra requisiti di qualificazione e criteri di valutazione dell'offerta tecnica

28 Gennaio 2020 | di Benedetta Valcastelli

Consiglio di Stato

Offerta tecnica

Il Consiglio di Stato torna a occuparsi della corretta interpretazione del divieto di commistione tra requisiti di qualificazione e criteri di valutazione dell'offerta, in base deve essere mantenuta nettamente separata la fase di qualificazione dei concorrenti, in cui vengono in rilievo i requisiti soggettivi, da quella - “tecnica” - di valutazione delle offerte.

Leggi dopo

Pagine