News

News

Sui limiti alla rimodulazione dell'offerta in sede di verifica dell'anomalia

29 Aprile 2020 | di Leila Nadir Sersale

Cons. Stato, Sez. V

Offerte anomale

Nell'ambito del giudizio di verifica dell'anomalia dell'offerta svolto successivamente all'annullamento dell'aggiudicazione, è consentita la presentazione di ulteriori giustificazioni e compensazioni, ma non è possibile rimodulare le voci di costo al solo scopo di “far quadrare i conti”, ossia per superare le contestazioni sollevate dalla stazione appaltante su alcune voci di costo, pur mantenendo fermo l'importo finale.

Leggi dopo

Sul contratto di avvalimento avente ad oggetto beni aziendali sottoposti a sequestro preventivo

29 Aprile 2020 | di Leila Nadir Sersale

Tar Lazio, Sez. Roma

Tar Lazio, Roma, Sez. I, 14 aprile 2020, n. 4218.pdf

Avvalimento

Il contratto di avvalimento avente ad oggetto beni aziendali sottoposti a sequestro preventivo non può essere sottoscritto autonomamente dal legale rappresentante della società, in quanto quest'ultimo non può assumere impegni contrattuali potenzialmente confliggenti con il corretto esercizio delle funzioni di custodia spettanti all'amministratore giudiziario.

Leggi dopo

Sostituzione dell'impresa ausiliaria: si applica il termine previsto per l'avvalimento

28 Aprile 2020 | di Paola Martiello

Cons. St.

Avvalimento

Sebbene non sia previsto nessun termine per la sostituzione dell'ausiliaria, lo stesso può essere ricavato in via interpretativa ricorrendo a quello previsto dal Codice per l'esercizio del soccorso istruttorio.

Leggi dopo

Ricorso al lavoro autonomo: quando non è elusivo delle norme sul subappalto

28 Aprile 2020 | di Paola Martiello

Tar Lazio

Subappalto

Al fine di evitare l'elusione della disciplina in materia di subappalto il ricorso al lavoro autonomo è subordinato all'individuazione specifica del contenuto delle attività da svolgere, non coincidente con la diretta esecuzione delle attività oggetto dell'appalto; ciò in quanto l'affidamento di mansioni a lavoratore autonomo implica lo svolgimento delle stesse da parte di un soggetto esterno all'organizzazione dell'appaltatore e non nella stessa stabilmente incardinato come dipendente.

Leggi dopo

La mancanza di una casella sulla piattaforma telematica di negoziazione in cui indicare i costi della manodopera non rende sanabile la loro omessa indicazione

28 Aprile 2020 | di Fabrizio Laudani

Tar Lazio

Soccorso istruttorio

L'omessa indicazione dei costi della manodopera, benché dovuta alla mancata previsione di una specifica e separata casella ove distintamente inserirli nel modello predisposto sulla piattaforma telematica di negoziazione, non è recuperabile attraverso l'attivazione del meccanismo del soccorso istruttorio, nel caso in cui sia, comunque, possibile una puntuale specificazione degli stessi in sede di descrizione dei “dati dell'offerta”, i cui riquadri sono liberamente compilabili dai concorrenti.

Leggi dopo

I chiarimenti sull'offerta resi in sede di valutazione della stessa sono consentiti se la lex specialis è ambigua

28 Aprile 2020 | di Fabrizio Laudani

Tar Lombardia

Soccorso istruttorio

L'acquisizione di precisazioni relative all'offerta deve ritenersi consentita qualora si tratti di elementi non forniti in precedenza a causa di una non chiara formulazione della legge di gara. Tale principio non soltanto impone l'attivazione del soccorso istruttorio ma, a fortiori, abilita la stazione appaltante a prendere in considerazione elementi non originariamente forniti ma successivamente prodotti dall'operatore economico.

Leggi dopo

Alla Corte costituzionale la questione di legittimità costituzionale dell'art. 44, co. 4, c.p.a. per violazione artt. 3, 24, 76, 111, 113 e 117, co. 1, Cost.

27 Aprile 2020 | di Veronica Sordi

Cons. St.

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Va rimessa alla Corte costituzionale la questione di legittimità costituzionale dell'art. 44, co. 4, c.p.a., per violazione degli artt. 3, 24, 76, 111, 113 e 117, co. 1, Cost., in quanto non possono essere accettate nell'ordinamento “soluzioni dirette a conferire rilievo a meri formalismi”, che, limitando il diritto d'azione, si pongono in insanabile contrasto con il principio di effettività della tutela giurisdizionale.

Leggi dopo

Gli accordi quadro per la valutazione dei test sierologici volti ad appurare la presenza di anticorpi anti Covid-19 sono assoggettati all’evidenza pubblica?

24 Aprile 2020 | di Paolo Provenzano

Accordo quadro

Gli accordi volti all’implementazione dei test sierologici dovrebbero essere assoggettati alla disciplina sull’evidenza pubblica nel caso in cui gli stessi non si esauriscano in una pura e semplice collaborazione scientifica tra l’operatore che li ha sviluppati e l’ente pubblico che è chiamato ad adoperarli. I decreti cautelari sono appellabili solo nel caso in cui sia dimostrato il pericolo concreto di irreversibile perdita di un “bene della vita” tutelato da norme costituzionali.

Leggi dopo

Illegittimo l'obbligo indiscriminato di sopralluogo anche per il gestore uscente ma anche la successiva disapplicazione in suo favore: obbligo di rifare la gara

24 Aprile 2020 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

Tar Lombardia

Bando di gara

La stazione appaltante, dopo aver previsto l'obbligo di sopralluogo a pena di esclusione, non può disapplicarlo parzialmente permettendo al gestore uscente di non rispettarlo, perché così facendo lederebbe il legittimo affidamento degli altri offrenti che confidavano nella sua esclusione in ragione della riscontrata assenza dello stesso in sede di sopralluogo. Ciò non toglie, comunque, che debba essere ritenuto illegittimo il bando di gara che preveda un indiscriminato obbligo generale di sopralluogo anche se il gestore uscente può agevolmente dimostrare di conoscere il puntuale stato dei luoghi, con conseguente obbligo di rifare la gara.

Leggi dopo

La discrezionalità dell'Amministrazione nella determinazione delle formule in base alle quali attribuire il punteggio per la valutazione dell'offerta economica

22 Aprile 2020 | di Benedetta Gargari

Tar Emilia Romagna

Criteri di aggiudicazione

È rimessa alla discrezionalità dell'Amministrazione la scelta della formula da utilizzare nell'attribuzione del punteggio per la valutazione dell'offerta economica. Dunque, la formula inversamente proporzionale in funzione del prezzo rispetto a quella del ribasso può essere scelta purché vengano rispettati i criteri imposti dalle Linee Guida ANAC.

Leggi dopo

Pagine