News

News

Anac: pubblicato l’aggiornamento alle Linee Guida n. 1 sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria

05 Giugno 2019 | di Redazione Scientifica

Linea guida n. 1 - aggiornate.pdf

Autorità nazionale anticorruzione

L’Anac ha aggiornato le Linee Guida n. 1 di attuazione del D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, recanti «Indirizzi generali sull’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria».

Leggi dopo

Sulla (ir)rilevanza dei reati depenalizzati ai fini dell’esclusione da una procedura di gara

04 Giugno 2019 | di Alessandra Coiante

TAR Piemonte

Requisiti: Assenza di condanne penali

Una fattispecie di reato, oggetto sia di declaratoria di incostituzionalità che di depenalizzazione, non può avere rilevanza a fini escludenti.

Leggi dopo

Il richiamo nel bando di gara della percentuale del costo del lavoro non integra una clausola escludente

03 Giugno 2019 | di Angelica Cardi

TAR Lazio

Bando di gara

Il richiamo nel disciplinare di gara della l. r. n. 59/1980 e della percentuale del costo del lavoro non integra una clausola escludente trattandosi di un requisito acquisibile e dimostrabile dall’impresa concorrente mediante uno sforzo di normale diligenza.

Leggi dopo

L’indicazione di un valore pari a zero per una singola voce dell’offerta è indice di inattendibilità della stessa?

03 Giugno 2019 | di Angelica Cardi

TAR Lazio

Offerte anomale

L’indicazione di un valore pari a zero per una singola voce dell’offerta non è di per sé indice di inattendibilità dell’offerta stessa, in carenza di un confronto complessivo con le altre voci.

Leggi dopo

È illegittimo il provvedimento di esclusione che non motivi in ordine al requisito della gravità della violazione

30 Maggio 2019 | di Sonia Caldarelli

TAR Toscana

Tar Toscana, Firenze, 27 maggio 2019, n. 803.pdf

Requisiti di idoneità professionale

E' illegittimo il provvedimento di esclusione che non rechi alcuna motivazione in ordine al requisito della gravità delle violazioni suscettibili di considerazione ai sensi dell'art. 80, 5° comma lett. a) e c) del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, in violazione di una precisa necessità più volte affermata dalla giurisprudenza e, pur nel loro carattere non vincolante, dalle Linee-guida Anac n.6. La predetta gravità della violazione non può difatti ritenersi in re ipsa, ma deve trovare una puntuale espressione nella struttura motivazionale dell'atto.

Leggi dopo

Sulla irrilevanza della divergenza tra la valutazione preliminare della Commissione giudicatrice e l'accertamento ex post effettuato dal RUP

30 Maggio 2019 | di Sonia Caldarelli

TAR Lazio

Responsabile delle procedure di affidamento e di esecuzione

La divergenza di valutazione tra quanto ritenuto in via preliminare dalla Commissione giudicatrice e quanto accertato ex post dal RUP in sede di comprova dei requisiti, non è indice di eccesso di potere per contraddittorietà dell'azione amministrativa. È, difatti, nella fisiologia del procedimento, per come conformato dal legislatore, che la fase di verifica del possesso dei requisiti dichiarati sia successiva alle valutazioni effettuate dalla commissione giudicatrice in sede di ammissione dei concorrenti.

Leggi dopo

Sulla rettifica degli errori materiali in sede di verifica dell'anomalia

29 Maggio 2019 | di Diego Campugiani

TAR Lazio

Offerte anomale

Laddove sia stato indicato un costo della sicurezza inadeguato perché presuntivamente errato, perché detto asserito errore possa essere ritenuto “materiale” è necessario che la fortuita divergenza fra il giudizio e la sua espressione letterale, cagionata da mera svista o disattenzione nella redazione dell'offerta emerga ictu oculi, poiché l'errore materiale non esige alcuna attività correttiva del giudizio, che deve restare invariato, dovendosi semplicemente modificare il testo in una sua parte, per consentire di riallineare in toto l'esposizione del giudizio alla sua manifestazione.

Leggi dopo

Sull'organo competente a valutare la congruità dell'offerta in caso di verifica “facoltativa”

29 Maggio 2019 | di Diego Campugiani

Offerte anomale

Anche la verifica di cui all'art. 97 comma 6 ultimo periodo del Codice dei contratti pubblici, pur essendo “facoltativa”, deve essere effettuata dagli organi (v. commissione) o dai soggetti (v. RUP) investiti del compito di procedere al controllo dell'anomalia dell'offerta laddove, in mancanza di un'indicazione univoca da parte del Codice, la documentazione di gara abbia previsto che la Commissione giudicatrice debba svolgere senz'altro un ruolo di cogestione della verifica di anomalia dell'offerta.

Leggi dopo

Legittimi i criteri di valutazione applicati tramite formula matematica e limiti del sindacato sulle valutazioni tecniche

27 Maggio 2019 | di Guido Befani

TAR Emilia Romagna

Criteri di aggiudicazione

È legittimo il criterio di valutazione delle offerte economiche tramite formula matematica che, da un lato, garantisca la possibilità di attribuire alle offerte concorrenti il punteggio minimo per quella non operante alcun ribasso rispetto alla base d'asta e il punteggio massimo per l’offerta migliore; dall'altro tenga conto del ribasso percentuale offerto dai concorrenti e non del valore assoluto di tale ribasso. Sono inammissibili e infondati i motivi volti a contestare la congruità della valutazione tecnica operata dalla Commissione in quanto diretti a sostituire il giudizio dei commissari con un diverso giudizio tecnico dell’operatore.

Leggi dopo

La clausola sociale non impone l’assunzione automatica dei dipendenti “uscenti”, né di mantenere invariati i pregressi livelli retributivi

27 Maggio 2019 | di Guido Befani

TAR Piemonte

Capitolati di gara

La clausola sociale non comporta alcun obbligo per l’impresa aggiudicataria di assumere a tempo indeterminato e in forma automatica e generalizzata alle medesime condizioni il personale già utilizzato dalla precedente impresa o società affidataria, dovendosi prediligere un’interpretazione conforme ai principi nazionali e comunitari in materia di libertà di iniziativa imprenditoriale riconosciuta e garantita dall’art. 41 Cost., pena una sostanziale lesione della concorrenza e del favor partecipationis.

Leggi dopo

Pagine