News

News

L’onere istruttorio e motivazionale della stazione appaltante in caso di gravi illeciti professionali

10 Gennaio 2020 | di Anton Giulio Pietrosanti

Tar Marche, Sez. I

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

La stazione appaltante può individuare le condotte suscettibili di integrare un “grave illecito professionale” al di là di quelle tipizzate dalla norma ma, in tal caso, deve adempiere ad un onere motivazionale e istruttorio “rafforzato”

Leggi dopo

L'onere dichiarativo del concorrente sulle condanne penali

10 Gennaio 2020 | di Anton Giulio Pietrosanti

Cons. Stato, Sez. V

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

La stazione appaltante deve essere messa nella condizione di conoscere tutti i comportamenti astrattamente idonei ad integrare la causa di esclusione di cui all'art. 80, comma 5, lett. c) del d.lgs. n. 50 del 2016, i quali vanno pertanto dichiarati dal concorrente in sede di gara...

Leggi dopo

In G.U. la conversione del Decreto fiscale che modifica il Codice dei contratti pubblici

08 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

È stata pubblicata, nella Gazzetta ufficiale n. 301 del 24 dicembre 2019, la legge 19 dicembre 2019, n. 157, di conversione, con modificazioni, del decreto legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili.

Leggi dopo

Effetti sul contratto in caso di annullamento dell’aggiudicazione e ripetizione di una gara

07 Gennaio 2020 | di Leila Nadir Sersale

Tar Lazio

Inefficacia del contratto

L’art. 122 c.p.a., che consente al giudice di regolare la decorrenza dell’inefficacia del contratto, salvo che dall’annullamento dell’aggiudicazione derivi la ripetizione della gara, deve essere coordinato con l’art. 34 c.p.a., che prevede che il giudice adotti le misure necessarie a tutelare le situazioni giuridiche dedotte in giudizio...

Leggi dopo

Non può essere accolta l’istanza di accesso ai singoli versamenti contributivi eseguiti da un operatore economico partecipante a una gara d’appalto

07 Gennaio 2020 | di Leila Nadir Sersale

Tar Lazio

Accesso agli atti

In presenza di un DURC on line regolare, la domanda di accesso ai flussi contributivi eseguiti da una concorrente di una gara d’appalto (peraltro, con riguardo ad un arco temporale molto esteso e senza allegazione di elementi concreti che evidenzino fondati dubbi sulla posizione contributiva degli operatori economici in questione) integra una forma di controllo generalizzato sull’operato della p.A. non consentito nel nostro ordinamento giuridico.

Leggi dopo

Sull’interpretazione delle clausole del bando di gara

20 Dicembre 2019 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Cons. St., Sez. VI, 19 dicembre 2019, n. 5845.pdf

Bando di gara

Si ribadisce l’orientamento giurisprudenziale secondo il quale le clausole dubbie sono interpretate in modo da favorire la partecipazione alla gara. Per cui se, in seguito alla rettifica di una voce di costo...

Leggi dopo

Omessa indicazione delle parti del servizio da subappaltare e soccorso istruttorio

20 Dicembre 2019 | di Paola Martiello

Tar Lazio

Subappalto

La mancata indicazione delle parti di servizio che si intende subappaltare non è in alcun modo riconducibile alle irregolarità afferenti all'offerta economica e all'offerta tecnica – che attengono invece, rispettivamente, al prezzo e alle modalità tecniche in senso stretto, con riferimento, cioè, al piano di lavoro, personale, metodologie e macchinari impiegati, piani di sicurezza, ecc. – bensì alla “mancanza, incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi”, genericamLa mancata indicazione delle parti di servizio che si intende subappaltare non è in alcun modo riconducibile alle irregolarità afferenti all'offerta economica e all'offerta tecnica – che attengono invece, rispettivamente, al prezzo e alle modalità tecniche in senso stretto, con riferimento, cioè, al piano di lavoro, personale, metodologie e macchinari impiegati, piani di sicurezza, ecc. – bensì alla “mancanza, incompletezza e ogni altra irregolarità essenziale degli elementi”, genericamente indicati al comma 9 dell'art. 83, d.lgs. n. 50/2016. ente indicati al comma 9 dell'art. 83, d.lgs. n. 50/2016.

Leggi dopo

Violazione degli obblighi informativi in tema di gravi illeciti professionali

20 Dicembre 2019 | di Paola Martiello

Tar Toscana

Controllo sul possesso dei requisiti

L'elencazione dei gravi illeciti professionali contenuta nella lettera c) del comma 5 dell'art. 80 D.lgs. 50/2016 è meramente esemplificativa e non esclude l'obbligo, per il concorrente all'aggiudicazione di un pubblico appalto, di dichiarare i fatti palesemente rilevanti per valutare la sua affidabilità professionale. Solo la compiuta dichiarazione consente alla stazione appaltante di valutare le conseguenze del fatto commesso e non è dato al concorrente compiere autonomamente la valutazione spettante alla stazione appaltante, impedendo a quest'ultima di esercitare le proprie facoltà discrezionali.

Leggi dopo

Condizioni per l’accesso civico generalizzato

17 Dicembre 2019 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Cons. St., Sez. III, 16 dicembre 2019, n. 4009.pdf

Accesso agli atti

Vengono rimessi all’esame dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, ai sensi dell’art. 99, comma 1, del codice del processo amministrativo, i seguenti punti di diritto...

Leggi dopo

Obblighi dichiarativi in merito all'affidabilità professionale del concorrente

17 Dicembre 2019 | di Roberto Fusco

TAR Toscana, Firenze

Requisiti di idoneità professionale

L'elenco dei motivi di esclusione previsto dall'art. 80 del d.lgs. n. 50/2016 ha natura esemplificativa e non esclude l'obbligo per il concorrente di dichiarare i fatti che siano palesemente rilevanti per valutare la sua affidabilità professionale. L'omessa dichiarazione di fatti potenzialmente idonei ad essere considerati come “gravi illeciti professionali” e di condotte penalmente rilevanti a carico dei precedenti amministratori, infatti, impedisce alla stazione appaltante di esercitare le proprie facoltà discrezionali relative alla qualificazione (o meno) di tali fatti quali cause di esclusione dell'operatore economico.

Leggi dopo

Pagine