News

News

Anac: segnalazione a Governo e Parlamento sugli effetti delle misure anti-covid sui contratti pubblici in corso di affidamento

21 Luglio 2020 | di Redazione Scientifica

Delibera Anac, 8 luglio 2020, n. 598.pdf

Autorità nazionale anticorruzione

L’autorità nazionale anticorruzione ha inviato al Governo e al Parlamento una segnalazione concernente la disciplina adottata per far fronte all’emergenza sanitaria da Covid-19 e, in particolare, gli effetti delle misure anti-contagio sui contratti pubblici in corso di affidamento.

Leggi dopo

Irregolarità fiscale del subappaltatore: quando la mancata esclusione del concorrente è legittima

21 Luglio 2020 | di Valeria Zallocco

Tar Lazio

Subappalto

La carenza dei requisiti di cui all'art. 80 del Codice dei contratti pubblici in capo al subappaltatore non comporta l'automatica esclusione del concorrente. È legittima la mancata esclusione del concorrente laddove la stazione appaltante consideri irrilevante la presenza del subappaltatore rispetto alla piena e autosufficiente capacità del concorrente di svolgere l'attività astrattamente oggetto del subappalto.

Leggi dopo

Il principio di invarianza della soglia di anomalia non si applica in caso errore materiale della commissione nella lettura delle offerte

20 Luglio 2020 | di Marco Velliscig

Consiglio di Stato

Offerte anomale

Il principio di invarianza della soglia di anomalia previsto all'art. 95, comma 15, del D.lgs. n. 50/2016 deve essere interpretato nel senso che tale non modificabilità della soglia di anomalia prende a riferimento evenienze, temporalmente specificate, relative, però, a (nuove) valutazioni discrezionali della stazione appaltante (anche se cassate dal giudice amministrativo), mentre non si applica nel caso di un mero errore materiale commesso dalla commissione di gara in sede di lettura delle offerte.

Leggi dopo

Il divieto di subappalto delle opere superspecialistiche oltre il 30% non contrasta con il diritto comunitario

20 Luglio 2020 | di Marco Velliscig

Tar Toscana

Subappalto

Il richiamo alle opere di cui all'art. 89, comma 11, d.lgs. n. 50/2016 ha lo scopo di definire l'ambito oggettivo di applicazione della disposizione di cui all'articolo 105, comma 5, del medesimo d.lgs. n. 50/16 e costituisce un parametro normativo volto a determinare la soglia oltre la quale è vietato ricorrere all'avvalimento. L'art. 105, comma 5, del Codice non contrasta con il diritto comunitario e, in particolare, con la sentenza della Corte U.E. nella causa C-63/18 giacché sebbene sia considerata contraria al diritto eurounitario la previsione di un limite generale all'utilizzo del subappalto, ciò non esclude che in casi specifici, con riferimento a determinate tipologie di appalto come quelle riguardanti le opere superspecialistiche, non possa essere giustificato un limite percentuale in relazione alla natura particolare delle prestazioni da svolgere.

Leggi dopo

In G.U. il Decreto semplificazioni che modifica il codice dei contratti pubblici

17 Luglio 2020 | di Redazione Scientifica

Decreto legge, 16 luglio 2020, n. 76

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Nella Gazzetta Ufficiale del 16 luglio 2020, è stato pubblicato il Decreto Legge n. 76/2020, recante “Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale”. Al Titolo I, Capo I, del decreto sono state introdotte semplificazioni in materia di contratti pubblici.

Leggi dopo

Il valore di cui alla lett. d), co. 2, art. 97, d.lgs. n. 50 del 2016 deve essere inteso in termini assoluti

16 Luglio 2020 | di Esper Tedeschi

Consiglio di Stato

Offerte anomale

In materia di giudizio dell'anomalia dell'offerta, non può essere accolta un'interpretazione letterale dell'art. 97, co. 2, lett. d), d.lgs. n. 50 del 2016 e, pertanto, il testo – risultante dalla modifica apportata dal decreto Sblocca cantieri – deve intendersi nel senso che il valore correttivo di cui alla lett. d) citata è già un valore percentuale perché omogeno alla somma della media dei ribassi con lo scarto medio aritmetico che va a decrementare. Pertanto da tale valore non si può ottenere un ulteriore valore percentuale tramite una diversa operazione di calcolo non prevista. In questo senso, nell'ambito della formula in cui è contenuto, il valore indicato nella lett. d) citata deve intendersi in termini “assoluti”.

Leggi dopo

La lex specialis non può imporre l'adozione di un determinato contratto collettivo

16 Luglio 2020 | di Esper Tedeschi

Consiglio di Stato

Bando di gara

Nelle gare pubbliche non può considerarsi anomala l'offerta quando la stessa è riconducibile al minor costo del lavoro per il contratto applicato dall'impresa al proprio personale rispetto a quello applicato da altra impresa se, nella "lex specialis" di gara, si richiede l'indicazione non di un contratto specifico ma, per i lavoratori diversi da quelli riassorbiti, semplicemente di quale sia il contratto applicato e, peraltro, le mansioni richieste per l'esecuzione del servizio sono riconducibili a più figure professionali, inquadrabili anche nelle previsioni di diverse tipologie contrattuali.

Leggi dopo

Il self cleaning non elimina la rilevanza escludente degli illeciti professionali commessi dall'operatore economico

16 Luglio 2020 | di Paola Martiello

Tar Lazio

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

L'adozione di misure di self cleaning non consente automaticamente di eliminare la rilevanza escludente degli illeciti professionali commessi dal concorrente, poiché l'idoneità sanante delle misure deve essere a sua volta oggetto di valutazione da parte della stazione appaltante, mediante un giudizio espresso.

Leggi dopo

Limiti di ammissibilità dell’affidamento diretto e principio dell’equa ripartizione del c.d. “rischio tecnico” nelle procedure telematiche

15 Luglio 2020 | di Rosanna Macis

Tar Lazio

Lavori, servizi e forniture sottosoglia

L’art. 36, comma 2, D.Lgs. 50/2016 circoscrive l’affidamento diretto alle ipotesi di contratti di lavori o servizi non superiori alla soglia di € 40.000, 00 e, quanto ai contratti di fornitura di importi superiori, prescrive la necessità della consultazione di almeno cinque operatori economici. Le procedure di gara telematiche sono rette dal principio della equa ripartizione, tra partecipante e Amministrazione procedente, del c.d. “rischio tecnico”.

Leggi dopo

Concorrenza, suddivisione in lotti e vincolo di aggiudicazione

15 Luglio 2020 | di Carlo M. Tanzarella

Cons. St.

Bando di gara

La regola, precettiva, della suddivisione in lotti e quella, facoltativa, dell'introduzione del c.d. “vincolo di aggiudicazione” devono essere applicate alla luce dei principi di ragionevolezza e proporzionalità, per garantire l'equilibrato rispetto del principio di concorrenza.

Leggi dopo

Pagine