News

News

Distinzione tra la mancata costituzione della cauzione provvisoria e la sua invalidità e/o irregolarità

17 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Cons. St., Sez. V, 16 gennaio 2020, n. 3918.pdf

Garanzie a corredo dell’offerta

Anche dopo l’entrata in vigore dell’attuale Codice dei contratti pubblici, va tenuta distinta la fattispecie della mancata costituzione della garanzia provvisoria...

Leggi dopo

Profili intertemporali del rito super-speciale

17 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Cons. St., Sez. V, 16 gennaio 2020, n. 3918.pdf

Rito speciale in materia di contratti pubblici

L’art. 29 del d.lgs. n. 50 del 2016, come modificato dal d.lgs. n. 56 del 2017, va interpretato nel senso che il termine di impugnazione non decorre se non...

Leggi dopo

Sull’accesso c.d. difensivo

17 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Coms. St., Sez. V, 16 gennaio 2020, n. 3918.pdf

Accesso agli atti

interpretativi dei presupposti per l’accesso c.d. difensivo in deroga a quanto previsto dall’art. 53, comma 5, del d.lgs. n. 50 del 2016, va primariamente considerato che...

Leggi dopo

Sul c.d. avvalimento ad abundatiam

16 Gennaio 2020 | di Redazione Scientifica

Consiglio di Stato

Coms. St., Sez. V, 15 gennaio 2020, n. 6093.pdf

Avvalimento

Qualora l’operatore economico abbia inequivocabilmente dichiarato, con dichiarazione resa unitamente alla domanda di partecipazione alla gara, di soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di partecipazione...

Leggi dopo

La stazione appaltante può pretendere che la prova della congruità di un costo venga fornita tramite la produzione di “fatture quietanzate”?

15 Gennaio 2020 | di Paolo Provenzano

Offerte anomale

Non è certamente irragionevole, né discriminatoria, la scelta della Stazione Appaltante di non ritenere sufficiente la giustificazione di taluni costi mediante “preventivi”, e quindi, mediante mere proposte contrattuali provenienti da terzi, in luogo di “fatture”, ossia di documenti che comprovino l'avvenuta esecuzione di un contratto a determinate condizioni.

Leggi dopo

Discrezionalità del potere della P.A. di suddividere l'appalto in lotti

15 Gennaio 2020 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

Consiglio di Stato

Suddivisione in lotti

La suddivisione in lotti dell'appalto pubblico da parte della stazione appaltante, finalizzata alla tutela della concorrenza, è espressione di un potere discrezionale, esercitato dall'amministrazione attraverso valutazioni di carattere tecnico-economico secondo un corretto bilanciamento degli interessi pubblici e privati coinvolti, sicché, di fronte a un'adeguata istruttoria della p.A., il sindacato giurisdizionale deve necessariamente arrestarsi ad una valutazione in termini di ragionevolezza e proporzionalità della ripartizione.

Leggi dopo

Rilevanza delle sentenze penali idonee a pregiudicare l’affidabilità dell’impresa

14 Gennaio 2020 | di Adriana Presti

Consiglio di Stato

Requisiti: Assenza di condanne penali

L’art. 80, comma 5, lett. c), del Codice va interpretato nel senso che in presenza di condanne penali per fatti attinenti all’esercizio dell’attività d’impresa che abbiano avuto come destinatari organi di vertice della concorrente, non può essere rimesso a quest’ultima di valutarne la rilevanza ai fini dell’ammissione alla procedura di gara, spettando tale potere alla stazione appaltante. In tal caso, infatti, l’obbligo dichiarativo si rivela strumentale e funzionale al compimento di siffatta valutazione e deve, pertanto, essere adempiuto attraverso l’indicazione di tutti indistintamente i carichi penali esistenti.

Leggi dopo

Aste informatiche: quando il rischio elettronico ricade nella sfera del concorrente?

14 Gennaio 2020 | di Adriana Presti

Consiglio di Stato

Asta elettronica

La previsione nella lex specialis di una clausola che preveda che la presentazione dell'offerta mediante un sistema e-procurement è a totale ed esclusivo rischio del concorrente comporta che in caso di malfunzionamento del sistema informatico di gestione della gara non necessariamente deve essere data la possibilità all’operatore economico di presentare la propria offerta di modo da garantire la par condicio competitorum. In questi casi, esclusi blocchi generalizzati e paralizzanti del sistema, l’impossibilità di portare a termine l’operazione ricade nel “rischio informatico”, interamente gravante sul concorrente ai sensi della clausola.

Leggi dopo

La stazione appaltante può richiedere la produzione di doppia certificazione Fgas

13 Gennaio 2020 | di Nicola Posteraro

Consiglio di Stato

Requisiti di idoneità professionale

Relativamente alle gare concernenti interventi con apparecchiature che contengono gas fluorurati ad effetto serra, è giustificata la clausola della lex specialis che richieda ai concorrenti la produzione della apposita certificazione di idoneità riguardante non soltanto l'impresa, ma anche i dipendenti, ai sensi dell'art. 8 Regol. 303/CE/2008 e dell'art. 6 Regol. 2067/UE/2015.

Leggi dopo

Per sconfessare il giudizio della commissione giudicatrice occorre dimostrare la palese inattendibilità del suo giudizio tecnico

13 Gennaio 2020 | di Nicola Posteraro

Tar Lazio

Commissione giudicatrice

Il sindacato del giudice amministrativo sull'esercizio dell'attività valutativa da parte della commissione giudicatrice di gara non può sostituirsi a quello della pubblica amministrazione, in quanto la valutazione delle offerte, nonché l'attribuzione dei punteggi da parte della commissione giudicatrice, rientrano nell'ampia discrezionalità tecnica riconosciuta a tale organo. Consequenzialmente, per sconfessare il giudizio della commissione giudicatrice non è sufficiente evidenziarne la mera non condivisibilità, dovendosi piuttosto dimostrare la palese inattendibilità e l'evidente insostenibilità del giudizio tecnico da essa compiuto.

Leggi dopo

Pagine