News

News

Sugli obblighi dichiarativi di errori professionali nel Codice del 2006 e sulla sussistenza del grave errore in caso di varianti al progetto esecutivo

30 Agosto 2017 | di Leonardo Droghini

Cons. St.

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

L’art. 38, comma 1, lett. f), d.lgs. n. 163 del 2006 non esprime un principio di “onnicomprensività della dichiarazione” delle inadempienze contrattuali, tale per cui debba essere dichiarata qualunque circostanza che sia potenziale sintomo di inesatti adempimenti contrattuali. La necessità di introdurre varianti conseguenti a errori od omissioni del progetto esecutivo costituisce indice di un “errore grave nell’esercizio dell’attività professionale” solo nell’ipotesi in cui le varianti stesse eccedano il limite quantitativo del quinto.

Leggi dopo

Conferma approccio sostanzialistico relativamente agli oneri dichiarativi gravanti sui soci e conseguenze sulle attestazioni SOA precedentemente rilasciate

30 Agosto 2017 | di Leonardo Droghini

Cons. St.

Requisiti: Assenza di condanne penali

Gli oneri dichiarativi gravanti sui soci ai sensi dell’art. 38, comma 1, lett. c), del d.lgs. n. 163 del /2006 riguardano anche chi, pur risultando formalmente socio di minoranza della società partecipante a una pubblica gara, ne detenga comunque il controllo indiretto. Detta interpretazione sostanzialistica è idonea a travolgere gli effetti di attestazioni SOA che erano state rilasciate prima del chiarimento giurisprudenziale non essendo invocabile il principio di legittimo affidamento.

Leggi dopo

Anac: l’iscrizione all’albo gestori ambientali è un requisito di partecipazione e non di esecuzione

29 Agosto 2017 | di Sabrina Tranquilli

Anac

Requisiti di idoneità professionale

L’ANAC con un comunicato del suo Presidente depositato il 28 agosto 2017 fornisce chiarimenti sull'iscrizione all’albo gestori ambientali. L’Autorità, nell’adunanza del 27 luglio 2017, ha deliberato di modificare la propria posizione interpretativa e ritenere che il requisito di iscrizione all’albo dei gestori ambientali richiesto nelle gare di affidamento dei contratti pubblici sia un requisito di partecipazione e non di esecuzione.

Leggi dopo

Carenze delle dichiarazione relative alla percentuale di subappalto nei documenti di gara

29 Agosto 2017 | di Angelica Cardi

TAR Lazio

Subappalto

L’eventuale superamento delle percentuali di subappalto previste dall’art. 105 del d.lgs. n. 50 del 2016 non può comportare l’esclusione del concorrente dalla gara, potendo al più determinare l’esclusione del subappalto in caso di aggiudicazione dell’appalto.

Leggi dopo

Profili di rilievo dei precedenti penali in materia di partecipazione a gare

29 Agosto 2017 | di Angelica Cardi

Consiglio di Stato

Requisiti: Assenza di condanne penali

In ordine al requisito di ammissione alla gara concernente la dichiarazione di assenza di precedenti penali, in sede di rivalutazione della posizione dell’interessato nel doveroso esercizio del soccorso istruttorio, la stazione appaltante è tenuta comunque a valutare la risalenza nel tempo dei reati di cui è stata omessa la dichiarazione, la loro complessiva tenuità e la non riconducibilità al novero dei reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale.

Leggi dopo

Sulla la c.d. “riparametrazione” dei punteggi

28 Agosto 2017 | di Diego Campugiani

TAR MOLISE

Criteri di aggiudicazione

La riparametrazione dei punteggi non è obbligatoria, essendo rimessa alla discrezionalità della Stazione Appaltante la scelta circa la sua inclusione o meno nel procedimento di attribuzione del punteggio.

Leggi dopo

Indicazione degli oneri di sicurezza per servizi intellettuali pari a zero

28 Agosto 2017 | di Diego Campugiani

TAR LOMBARDIA

Requisiti: Violazione delle norme a tutela della sicurezza

Vigente l’art. 87, comma 4, d.lgs. n. 163 del 2016, l’indicazione nell’offerta economica degli oneri della sicurezza aziendali in misura pari a zero, è formalmente rispettosa della citata prescrizione, non risolvendosi in una causa di esclusione dalla gara, ma incidendo sulla valutazione della congruità dell’offerta.

Leggi dopo

Importanti precisazioni del TAR Lazio sulla disciplina del “mini-rito”: termine per ricorrere, fase cautelare, stand-still e motivi aggiunti

25 Agosto 2017 | di Sabrina Tranquilli

TAR LAZIO

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La sentenza fornisce importanti precisazioni sull’interpretazione della disciplina del “mini-rito” sulle ammissioni e esclusioni dalla gara (art. 204 del Codice dei contratti) evidenziando la specialità del termine per ricorrere stabilito dall’art. 120, comma 2-bis, c.p.a. “inequivocamente” legato alla pubblicazione delle ammissioni e delle esclusioni. Il TAR respinge inoltre le questioni di legittimità costituzionale e compatibilità euro-unitaria della stessa disciplina fornendone una lettura che ne esclude profili di contrasto con il principio di effettività della tutela.

Leggi dopo

La carenza della sottoscrizione digitale dell’offerta è sanabile mediante il soccorso istruttorio a pagamento

04 Agosto 2017 | di Marco Calaresu

TAR Lazio

Soccorso istruttorio

Il TAR afferma che la mancanza della sottoscrizione digitale dell’offerta costituisce “irregolarità essenziale”, quale forma irrinunciabile prescritta dalla lex specialis; la stessa, tuttavia, non va ad incidere né sulla completezza dell’offerta, né sulla sua provenienza di essa, con la conseguenza che deve ritenersi sanabile attraverso il soccorso istruttorio c.d. “a pagamento”.

Leggi dopo

Sul momento di definizione dell’interesse pubblico nella procedura di finanza di progetto

04 Agosto 2017 | di Marco Calaresu

Consiglio di Stato

Finanza di progetto

Il Consiglio di Stato afferma che nella prima fase della procedura di finanza di progetto, limitata alla proposta di iniziativa privata, la valutazione della proposta è essenzialmente discrezionale e richiede un giudizio di rispondenza dell’opera da realizzarsi all’interesse pubblico nonché dei costi di realizzazione e di gestione dei contrapposti benefici rivenienti al soggetto pubblico: e ciò anche a prescindere dal numero delle proposte, in quanto l’individuazione e la miglior specificazione del pubblico interesse non può che conseguire alla loro comparazione.

Leggi dopo

Pagine