News

News

Circolare Mit sul calcolo soglia anomalia nei casi di aggiudicazione con criterio del prezzo più basso a seguito della conversione dello “Sblocca cantieri”

29 Ottobre 2019 | di Redazione Scientifica

Circolare MIT, 24 ottobre 2019.pdf

Soglie

Il Ministero delle Infrastruttura ha pubblicato la Circolare 24 ottobre 2019 sulle « Modalità operative per l’applicazione del calcolo per l’individuazione della soglia di anomalia nei casi di aggiudicazione con il criterio del prezzo più basso a seguito delle disposizioni di cui all’articolo 1 del decreto legge 18 aprile 2019, n. 32 convertito dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, recante “Disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di i costruzione a seguito di eventi sismici».

Leggi dopo

Il dies a quo per la proposizione del ricorso decorre dalla comunicazione dell’aggiudicazione anche se definita erroneamente “provvisoria”

24 Ottobre 2019 | di Davide Cicu

Consiglio di Stato

Rito speciale in materia di contratti pubblici

L’errata denominazione da parte dell’Amministrazione appaltante dell’atto di aggiudicazione non consente al concorrente, interessato all’impugnazione, di eludere i termini decadenziali per la proposizione del ricorso avverso detto provvedimento ne’ di invocare alcun errore scusabile, in relazione alla denominazione dell’atto.

Leggi dopo

È illegittima l’escussione della cauzione provvisoria intervenuta dopo la scadenza del periodo di vincolatività dell’offerta

24 Ottobre 2019 | di Fabrizio Laudani

TAR Puglia

Garanzie a corredo dell’offerta

Salvo che il bando di gara non disponga diversamente, l’escussione della garanzia provvisoria è illegittima per tardività, ai sensi dell’articolo 93, comma 5, del D.lgs. n. 50 del 2016, se richiesta oltre 180 giorni dopo la presentazione dell’offerta.

Leggi dopo

L’applicazione del divieto di commistione va effettuata con riguardo alla concludenza degli elementi economici esposti o desumibili dall'offerta tecnica

24 Ottobre 2019 | di Fabrizio Laudani

TAR Lazio

Fasi delle procedure di affidamento

Il divieto di commistione tra offerta tecnica ed economica non è violato ove nell’offerta tecnica siano presenti alcuni elementi economici, resi necessari dagli elementi qualitativi da fornire, purché tali elementi economici non consentano di ricostruire la complessiva offerta economica.

Leggi dopo

Anche la conoscenza dell’atto di proroga dell’affidamento fa scattare il termine per l’impugnazione dell’aggiudicazione

23 Ottobre 2019 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

Consiglio di Stato

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il termine per l’impugnazione dell’aggiudicazione definitiva da parte dei concorrenti non aggiudicatari inizia a decorrere dal momento in cui essi hanno ricevuto apposita comunicazione della medesima o ne hanno comunque avuto conoscenza, e non dal momento, eventualmente successivo, in cui la stazione appaltante abbia concluso con esito positivo la verifica del possesso dei requisiti di gara in capo all’aggiudicatario. Anche la sicura conoscenza dell’avvenuta proroga è sufficiente a rendere certa la conoscenza dell’aggiudicazione da parte della controinteressata, con conseguente decorrenza a partire da tale data del termine per la relativa impugnazione.

Leggi dopo

Contenuto essenziale del ricorso incidentale

23 Ottobre 2019 | di Paolo Provenzano

TAR Lombardia

Rito speciale in materia di contratti pubblici

È inammissibile il ricorso incidentale che non contenga, inter alia, l’indicazione dell’oggetto della domanda, ivi compreso l’atto o il provvedimento eventualmente impugnato, e dei motivi specifici su cui si fonda il ricorso.

Leggi dopo

Clausola sociale e obblighi dell'impresa aggiudicataria

22 Ottobre 2019 | di Roberto Fusco

TAR Lazio

Servizi (appalto pubblico di)

La c.d. clausola sociale, prevista dall'art. 50, d.lgs. n. 50/2016, deve essere interpretata conformemente ai principi europei e nazionali in materia di libertà di iniziativa imprenditoriale e di concorrenza. Essa non comporta pertanto l'obbligo per l'impresa aggiudicataria di assumere a tempo indeterminato e in forma automatica e generalizzata il personale già utilizzato dalla precedente impresa o società affidataria, in quanto l'obbligo di riassorbimento dei lavoratori alle dipendenze dell'appaltatore uscente (nello stesso posto di lavoro e nel contesto dello stesso appalto) deve essere armonizzato e reso compatibile con l'organizzazione di impresa prescelta dall'imprenditore subentrante.

Leggi dopo

Opere aggiuntive e interventi di valorizzazione del progetto

22 Ottobre 2019 | di Roberto Fusco

TAR Molise

Progettazione

Il divieto di attribuzione di un punteggio alle opere aggiuntive previsto all'art. 95, comma 14-bis, d.lgs. n. 50/2016, non si applica agli interventi che costituiscono meri accorgimenti progettuali finalizzati alla valorizzazione ed alla implementazione dell'opera in senso estetico e/o prestazionale e che non modifichino sostanzialmente l'identità e le dimensioni della stessa.

Leggi dopo

La lex specialis che attribuisce punti per il rating di legalità è illegittima se non prevede anche misure compensative

21 Ottobre 2019 | di Simone Francario

Consiglio di Stato

Bando di gara

Se la stazione appaltante prevede l’attribuzione di un punteggio per il rating di legalità deve altresì prevedere misure compensative per le imprese estere e/o di nuova costituzione e/o carenti del fatturato per il relativo ottenimento.

Leggi dopo

Il termine per impugnare non decorre sempre dalla comunicazione dell'aggiudicazione

18 Ottobre 2019 | di Claudio Fanasca

TAR Piemonte

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il termine decadenziale di trenta giorni per l'impugnazione del provvedimento di aggiudicazione non decorre sempre dal momento della relativa comunicazione, ben potendo essere incrementato di un numero di giorni pari a quello necessario affinché il soggetto che si ritenga leso dall'aggiudicazione possa avere piena conoscenza del contenuto dell'atto e dei relativi profili di illegittimità, ove questi non siano oggettivamente evincibili dalla mera comunicazione.

Leggi dopo

Pagine