News

News

Circostanze sopravvenute tali da rendere possibile una riscontrata anomalia dell’offerta: obbligo di riesame dell’aggiudicazione

05 Febbraio 2018 | di Maria Stella Bonomi

TAR Lazio

Offerte anomale

L’amministrazione appaltante è tenuta a riesaminare l’aggiudicazione a fronte di circostanze oggettive sopravvenute, tali da rendere plausibile o, comunque, possibile una riscontrata anomalia dell’offerta. L’azione proposta dal concorrente secondo classificato è, pertanto, ammissibile.

Leggi dopo

Il divieto di attribuzione di punteggi per opere aggiuntive rispetto al progetto esecutivo a base d’asta

05 Febbraio 2018 | di Maria Stella Bonomi

Tar Veneto

Servizi (appalto pubblico di)

Il disposto di cui all’art. 95, comma 14-bis, d.lgs n. 50 del 2016 è applicabile soltanto agli appalti di lavori e non anche a quelli di servizi. Alla luce della ratio sottesa alla norma, devono ritenersi vietate solamente le tipologie di prestazioni diverse e ulteriori rispetto a quelle richieste nella lex specialis, ma non anche le varianti meramente migliorative delle relative modalità esecutive.

Leggi dopo

ANAC: in G.U. l’aggiornamento dell’elenco dei soggetti aggregatori

05 Febbraio 2018 | di Redazione Scientifica

Autorità nazionale anticorruzione

Pubblicata in G.U. la delibera n. 31 del 2017 dell’Anac con cui viene aggiornato l’elenco dei soggetti aggregatori.

Leggi dopo

ANAC: in G.U. l’aggiornamento al decreto correttivo della Linee guida n. 5

05 Febbraio 2018 | di Redazione Scientifica

Autorità nazionale anticorruzione

Pubblicata in G.U. la delibera n. 4 del 2018 dell’Anac con cui vengono aggiornate al decreto correttivo le Linee Guida n. 5 sull’Albo Nazionale dei componenti delle commissioni giudicatrici.

Leggi dopo

Dichiarazione di impegno rese dall’impresa nell’ambito dell’offerta: si devono interpretate secondo i criteri di interpretazione dei contratti

02 Febbraio 2018 | di Guido Befani

Consiglio di Stato

Tassatività delle cause di esclusione

Nell’interpretazione delle dichiarazione d’impegno rese dall’impresa deve essere ricercato l’intento proprio del soggetto che ha posto in essere il negozio utilizzando, in particolare, il criterio dell’interpretazione secondo buona fede (ex art. 1366 c.c.) e il criterio dell’interpretazione globale che tiene conto anche del comportamento complessivo della parte (ex art. 1362, comma 2, c.c.).

Leggi dopo

Onere di impugnazione immediata delle specifiche tecniche manifestamente distorsive della concorrenza

02 Febbraio 2018 | di Guido Befani

TAR Toscana

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Devono essere immediatamente impugnate le specifiche tecniche previste dal bando che, consentendo di mettere a confronto offerte tra loro non omogenee giacché riferite sostanzialmente a prodotti aventi una differente qualificazione normativa (nella fattispecie, la classe di farmaci A, H e C), in presenza del criterio di aggiudicazione del prezzo più basso, determinano, in modo manifesto, effetti distorsivi della concorrenza.

Leggi dopo

Inammissibile il ricorso contro il diniego parziale di accesso all’offerta tecnica se sono spirati i termini per impugnare l’aggiudicazione

01 Febbraio 2018 | di Benedetta Barmann

TAR Lazio

Accesso agli atti

A fronte dello spirare del termine per impugnare l’aggiudicazione senza che sia stato proposto ricorso, non può ravvisarsi in capo al concorrente alcun interesse all’accesso alle informazioni sull’offerta o a giustificazione della medesima che costituiscano segreti tecnici o commerciali, non essendo funzionale alla difesa in giudizio degli interessi del concorrente istante.

Leggi dopo

Aggiudicazione provvisoria: inammissibile la domanda di subentro ex art. 122 c.p.a. nell’affidamento a carattere “provvisorio”

31 Gennaio 2018 | di Alessandro Balzano

Consiglio di Stato

Risarcimento del danno

Nel caso di un affidamento “provvisorio”, non è possibile richiedere il subentro nel relativo contratto, ex art. 122 c.p.a., in quanto tale declaratoria contrasterebbe con la necessità di un’ulteriore attività procedimentale volta all’individuazione del nuovo aggiudicatario definitvo.

Leggi dopo

Antimafia e “White list”: va dichiarata, pena cancellazione dall’elenco, anche la nomina del direttore tecnico

31 Gennaio 2018 | di Alessandro Balzano

Consiglio di Stato

Informative interdittive antimafia

La necessità di scongiurare infiltrazioni mafiose nelle attività delle imprese impone alle Prefetture di estendere le verifiche antimafia anche ai direttori tecnici, con la conseguenza che le imprese hanno un preciso obbligo – pena l’esclusione dalla white list - di comunicare qualsiasi variazione che riguardi, per l’appunto, anche il direttore tecnico.

Leggi dopo

L'inefficacia del contratto per violazione del termine dilatorio (cd. stand still processuale) ex art. 32, comma 11, Codice Appalti

31 Gennaio 2018 | di Paolo Del Vecchio, Filippo Borriello

TAR Campania

Inefficacia del contratto

In caso di ricorso avverso l'aggiudicazione con contestuale domanda cautelare, è inefficace il contratto stipulato dalla stazione appaltante prima del decorso del termine dilatorio (cd. stand still processuale) di cui all'art. 32, comma 11, d.lgs. n. 50 del 2016.

Leggi dopo

Pagine