News

News

La non tassatività dell’elencazione dei gravi illeciti professionali di cui all’art. 80, comma 5, lett. c) nuovo Codice

10 Novembre 2017 | di Benedetta Barmann

Requisiti di idoneità professionale

L’elencazione dei gravi illeciti professionali contenuta nell’art. 80, comma 5, lett. c), del D.lgs. n.50/2016 non è tassativa, ma esemplificativa, come si evince dalla formula di apertura del periodo («Tra questi rientrano...») recante l’elenco dei casi rientranti in questa nozione. Pertanto, anche nel nuovo quadro normativo, deve ritenersi sussistente l’obbligo di dichiarare tutte le sentenze di condanna passate in giudicato (comunque) inerenti l’attività imprenditoriale dell’operatore economico, al fine di potere consentire alla Commissione di gara di compiere una corretta e piena valutazione circa l’affidabilità e l’integrità dell’operatore economico nello svolgimento della sua attività professionale.

Leggi dopo

L’impossibilità, per la stazione appaltante, di imporre requisiti di idoneità professionale non ancora disponibili

10 Novembre 2017 | di Benedetta Barmann

Requisiti di idoneità professionale

I principi comunitari di proporzionalità dei requisiti di ammissione alla gara e di massima partecipazione non consentono alla S.A. l’imposizione di requisiti di idoneità professionale non ancora disponibili.

Leggi dopo

AGCM: sanzionate le principali società di revisione e consulenza per aver posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza nella Gara Consip “AdA"

10 Novembre 2017 | di Sabrina Tranquilli

Servizi (appalto pubblico di)

L’Autorità Antitrust ha sanzionato, per complessivamente oltre 23 milioni di euro, le principali società di revisione e consulenza consulenza per aver posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza nella Gara Consip “AdA".

Leggi dopo

In Gazzetta Ufficiale gli aggiornamenti delle Linee Guida n. 3 e n. 6

10 Novembre 2017 | di Redazione Scientifica

Autorità nazionale anticorruzione

Nella Gazzetta Ufficiale n. 260 del 7 novembre 2017 sono stati pubblicati gli aggiornamenti al Correttivo delle Linee Guide n. 3 e n. 6 dell'Anac.

Leggi dopo

Cognizione incidentale del G.A. sulla questione di validità della delibera assembleare, necessaria per verificare un requisito di partecipazione

09 Novembre 2017 | di Leila Nadir Sersale

Cons, St., Sez. V, 6 novembre 2017, n. 5102.pdf

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La cognizione relativa alla validità di una delibera societaria avente ad oggetto l’aumento di capitale - questione correlata all’impugnazione degli atti di gara per lamentare l’omessa esclusione di un concorrente per mancanza del fatturato minimo imposto dal bando - non è questione pregiudiziale concernente lo stato e la capacità delle persone (giuridiche, nel caso in esame), ma deve essere piuttosto ricondotta al diverso ambito delle questioni pregiudiziali o incidentali relative a diritti, di cui il giudice amministrativo può conoscere incidentalmente, sia pure senza valore di cosa giudicata.

Leggi dopo

La necessità del possesso senza soluzione di continuità dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 38 vecchio Codice

09 Novembre 2017 | di Leila Nadir Sersale

Tar Toscana, Firenze, 6 novembre 2017, n. 1355.pdf

Controllo sul possesso dei requisiti

Poiché la verifica dei requisiti di ordine generale ex art. 38 d.lgs. n. 163 del 2006 può avvenire in tutti i momenti della procedura, in qualsiasi momento della stessa deve ritenersi necessario il costante possesso dei suddetti requisiti. Tale necessità si impone a garanzia della sicurezza per la stazione appaltante dell’instaurazione di un rapporto con un soggetto che, dalla candidatura in sede di gara fino alla stipula del contratto e poi ancora fino all’adempimento dell’obbligazione contrattuale, sia provvisto sia di tutti i requisiti necessari per contrattare con la pubblica Amministrazione.

Leggi dopo

I limiti alla regolarizzazione contributiva dell’operatore economico

08 Novembre 2017 | di Luca Maria Petrone

Tar Puglia, Lecce, 31 ottobre 2017, n. 1682.pdf

Regolarità contributiva

La regolarità contributiva deve permanere dal momento della partecipazione alla gara fino alla conclusione della procedura con la stipula del contratto senza soluzione di continuità. Ai fini del possesso del requisito, l’eventuale istanza di rateizzazione deve essere formalizzata in maniera vincolante prima della partecipazione alla gara con l’accoglimento da parte dell’agente preposto alla riscossione, non essendo sufficiente la mera istanza dell’operatore economico.

Leggi dopo

La suddivisione in lotti come necessario strumento comunitario a tutela del favor partecipationis

08 Novembre 2017 | di Luca Maria Petrone

Tar Lazio, Roma, Sez. II-bis, 7 novembre 2017, n. 11064.pdf

Bando di gara

La suddivisione in lotti dell’appalto costituisce lo strumento per garantire la partecipazione di micro, piccole e medie imprese. La lex specialis che accomuni, entro un lotto unico, due o più servizi tra loro differenti, senza che sussista adeguata motivazione, si pone in contrasto con l’art. 51 D.Lgs. 50/2016, in quanto frappone un illegittimo ostacolo all’esigenza di tutela della libertà di concorrenza e non discriminazione degli operatori economici.

Leggi dopo

Torna all’Adunanza Plenaria il tema dell’onere di immediata impugnazione del criterio di aggiudicazione per un (completo) revirement dell’Ad. Plen. 1/2003

07 Novembre 2017 | di Sabrina Tranquilli

Consiglio di Stato

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La Terza sezione del Consiglio di Stato ha rimesso all’Adunanza Plenaria quattro quesiti interpretativi diretti a sollecitare un completo revirement dell’indirizzo dell’Adunanza Plenaria n. 1/2003, finalizzato ad un nuovo “decalogo” delle clausole del bando immediatamente impugnabili. Il Collegio ha evidenziato l’opportunità che l’Adunanza Plenaria definisca anche l’ambito temporale di applicazione dei nuovi principi di diritto eventualmente enunciati.

Leggi dopo

Le conseguenze della mancata sottoscrizione dell’offerta tecnica

07 Novembre 2017 | di Anton Giulio Pietrosanti

Tassatività delle cause di esclusione

La mancata sottoscrizione dell’offerta tecnica da parte di un concorrente costituisce una irregolarità essenziale non sanabile che ne comporta l’esclusione.

Leggi dopo

Pagine