News

News

Legittimo il rilascio dell'attestazione SOA anche in presenza della produzione di un certificato falso, se questo non venga utilizzato per l'attestazione

08 Ottobre 2018 | di Benedetta Barmann

Tar Lazio, Roma, 5 ottobre 2018, n. 9757.pdf

Tar Lazio, Roma, 5 ottobre 2018, n. 9757.pdf

Autorità nazionale anticorruzione

La falsità di una certificazione, nell'ambito di una procedura per il rilascio dell'attestazione SOA, non consente di configurare la fattispecie di cui all'art. 17, comma 1, lett. m) del d.P.R. n. 34 del 2000, qualora la stessa non venga utilizzata ai fini del rilascio stesso, dal momento che viene a mancare qualsiasi nesso di causalità tra l'attestazione dei requisiti e la produzione del certificato.

Leggi dopo

Il Comune può ribadire la titolarità di un evento e di gestirlo, mettendo a gara l'affidamento della relativa organizzazione tramite concessione di servizi

08 Ottobre 2018 | di Benedetta Barmann

TAR Lazio

Concessione di servizi

La determinazione comunale che ribadisce la titolarità di un evento (nella specie, l'organizzazione della Maratona Internazionale di Roma) e la necessità di gestirlo, mettendo a gara l'affidamento della relativa organizzazione per mezzo di una concessione di servizi a gara pubblica, appare scelta corretta, che ripristina la regolare azione amministrativa; azione che non può che essere idealmente, logicamente e giuridicamente ricollegata agli atti originari di intestazione ed assunzione della manifestazione, come adottati dall'Amministrazione Comunale sin dall'intesa con la FIDAL e dalla delibera comunale n. 2765 del 1994. Rientra, infatti, tra i compiti dell'Ente Locale anche quello di assumere attività e/o eventi del genere e ciò in forza delle già risalenti previsioni normative (art. 60 lett. a, d.P.R. n. 616/1977; art. 112 T.U.E.L.), nonché in forza del nuovo Codice dei Contratti, il quale prevede la possibilità di procedere ad appaltare servizi sociali ovvero servizi di cui all'allegato IX, d.lgs n. 50/2016 (artt. 142 ss.), tra i quali rientra proprio la facoltà di organizzare manifestazioni e/o eventi sportivi di tal fatta.

Leggi dopo

Onere dichiarativo, self cleaning e affidabilità dell'impresa se, dopo l'aggiudicazione provvisoria, interviene un'ordinanza di custodia cautelare

08 Ottobre 2018 | di Anton Giulio Pietrosanti

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

La sentenza affronta il caso in cui il rappresentante legale dell'impresa mandataria di un rti provvisoriamente aggiudicatario sia colpito da un'ordinanza di custodia cautelare per presunti fatti di corruttela, soffermandosi in particolare sull'onere dichiarativo dell'impresa, nonché sulla rilevanza di eventuali misure di self cleaning adottate dalla stessa, e sull'onere della stazione appaltante di valutare con attenzione il possesso del requisito ex art. 38, comma 1, lett. f) del d.lgs. n. 163 del 2006.

Leggi dopo

Sulla “clausola sociale” e sull'assunzione del personale da parte di una società in house

05 Ottobre 2018 | di Diego Campugiani

Consiglio di Stato

Bando di gara

I principi elaborati dalla giurisprudenza sulla “clausola sociale” trovano applicazione anche in caso di “internalizzazione” del servizio mediante affidamento a società in house.

Leggi dopo

La mancata partecipazione del proponente alla seconda fase della procedura di project financing legittima l'escussione della garanzia

04 Ottobre 2018 | di Sonia Caldarelli

Consiglio di Stato

Finanza di progetto

Il project financing consiste in una fattispecie procedurale unitaria ed omogenea, sia pure a formazione progressiva, nella quale la fase della proposta – una volta riconosciuta quest'ultima come funzionale all'interesse pubblico perseguito dall'amministrazione – si evolve, senza soluzione di continuità, in quella della gara competitiva. La decisione del promotore di interrompere il proprio apporto alla procedura di finanza di progetto da lui stesso attivata, senza che tale intendimento sia da addebitare ad un comportamento scorretto dell'amministrazione o ad obiettive sopravvenienze a lui non imputabili, integra un inadempimento di obblighi ed oneri facenti capo al proponente-promotore nell'ambito della procedura unitaria di cui trattasi.

Leggi dopo

Partecipazione di RTI ad un appalto di servizi: è sufficiente il possesso dei requisiti di capacità tecnica e professionale in capo al RTI nel suo complesso

04 Ottobre 2018 | di Sonia Caldarelli

TAR Puglia

Raggruppamento temporaneo di imprese

In relazione alle procedure di gara per l'affidamento di servizi cui partecipino raggruppamenti temporanei di imprese, il d.lgs. n. 50 del 2016 si limita a prescrivere che l'offerta debba contenere l'indicazione delle specifiche parti del servizio che saranno eseguite dai singoli operatori economici (art. 48, comma 4, del d.lgs. n. 50 del 2016); l'art. 83, comma 8 del d.lgs. n. 50 del 2016 si limita, a sua volta, soltanto ad imporre che la mandataria possieda i requisiti ed esegua le prestazioni in misura maggioritaria. Ne discende che in assenza di diverse prescrizioni della lex specialis di gara, il servizio oggetto di gara può essere svolto da esecutori privi del requisito purché esso sia posseduto cumulativamente dal raggruppamento.

Leggi dopo

Sui limiti del sindacato giurisdizionale sulle valutazioni della commissione giudicatrice

03 Ottobre 2018 | di Marco Calaresu

TAR Lombardia

Commissione giudicatrice

Nell'individuazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa, la commissione giudicatrice gode di un'ampia discrezionalità, sindacabile dal giudice amministrativo nei limiti della rilevabilità ictu oculi dei vizi di legittimità dedotti.

Leggi dopo

Sull'assenza dei requisiti di capacità tecnica e professionale del mandante di un RTI negli appalti di servizi

03 Ottobre 2018 | di Marco Calaresu

TAR Puglia

Raggruppamento temporaneo di imprese

Il d.lgs. 50 del 2016 prescrive che in caso di RTI l'offerta deve contenere l'indicazione delle specifiche parti del servizio che saranno eseguite dalle singole imprese. Non è invece imposto l'obbligo di indicare la percentuale minima dei requisiti di qualificazione e/o capacità che ciascun operatore, che partecipa al raggruppamento, deve possedere.

Leggi dopo

In G.U. il "Decreto Genova", ora si attende la nomina del Commissario Straordinario

03 Ottobre 2018 | di Redazione Scientifica



Fasi delle procedure di affidamento

Nella Gazzetta Ufficiale dello scorso 28 settembre è stato pubblicato il Decreto legge, 28 settembre 2018, n. 109 (cd. Decreto Genova) recante «Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze».

Leggi dopo

Inammissibile il principio di equivalenza tecnica per offerte strutturalmente inidonee

02 Ottobre 2018 | di Guido Befani

Consiglio di Stato

Capitolati di gara

Il principio dell’equivalenza dell’offerta tecnica non può assolutamente essere invocato per ammettere offerte tecnicamente inappropriate sul piano oggettivo funzionale e strutturale, perché la ratio dell’istituto è diretta ad evitare che le norme obbligatorie, le omologazioni nazionali e le specifiche tecniche possano essere artatamente utilizzate per operare indebite espulsioni di concorrenti, con il pretesto di una non perfetta corrispondenza delle soluzioni tecniche richieste.

Leggi dopo

Pagine