News

News

Anche la persona giuridica può essere socio di maggioranza ex art. 38, comma 1, lett. c), d.lgs. n. 163 del 2006.

30 Giugno 2016 | di Annalaura Leoni

Consiglio di Stato

Requisiti: Assenza di condanne penali

L’espressione “ socio di maggioranza” contenuta nell’art. 38, comma 1, lett. c), del d.lgs. n. 163/2006 deve intendersi riferita anche al socio persona giuridica.

Leggi dopo

La mancata sottoscrizione da parte del concorrente “ausiliato” del contratto di avvalimento comporta l’inesistenza di quest’ultimo

29 Giugno 2016 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

TAR

Avvalimento

Si versa in una violazione dell’art. 49 del d.lgs. n. 163 del 2006, qualora un’impresa concorrente, pur avendo dichiarato di servirsi dell’istituto dell’avvalimento, al fine di sopperire alla mancanza di uno dei requisiti richiesti per la gara di cui è causa, abbia corredato la propria offerta di un contratto di avvalimento sottoscritto unicamente dall’impresa ausiliaria, chiamata a fornire il requisito mancante alla concorrente, e non anche dalla stessa concorrente. Ciò in quanto uno degli elementi necessari al fine di potere beneficiare, in una gara pubblica, dell’istituto dell’avvalimento è proprio la stipula del contratto "in virtù del quale l'impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell'appalto”, come espressamente richiesto dal punto f) del comma 2 dell’art. 49.

Leggi dopo

Incameramento della cauzione provvisoria

29 Giugno 2016 | di Nicola Posteraro

TAR

Controllo sul possesso dei requisiti

L’incameramento della cauzione provvisoria costituisce una conseguenza automatica del provvedimento di esclusione.

Leggi dopo

Invito alla regolarizzazione nei rapporti tra impresa e stazione appaltante

29 Giugno 2016 | di Nicola Posteraro

TAR

Regolarità contributiva

L’istituto dell’invito alla regolarizzazione (il c.d. preavviso di DURC negativo, ex art. 31, comma 8, d.l. n. 69 del 2013), può operare solo nei rapporti tra impresa ed Ente previdenziale.

Leggi dopo

Controllo sul possesso dei requisiti di ammissione

29 Giugno 2016 | di Nicola Posteraro

TAR

Requisiti di idoneità professionale

Il possesso dei requisiti di ammissione si impone a partire dall’atto di presentazione della domanda di partecipazione e per tutta la durata della procedura di evidenza pubblica per esigenze di trasparenza e di certezza del diritto.

Leggi dopo

Codice degli appalti e delle concessioni. Pubblicate le prime cinque proposte di Linee guida attuative

28 Giugno 2016

ANAC

LG_dir.lavori.pdf

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Il 21 giugno 2016, a seguito dei risultati della consultazione pubblica, il Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione ha approvato le prime cinque proposte di linee guida attuative del d.lgs. n. 50 del 2016.

Leggi dopo

Il sindacato giurisdizionale sulle informative antimafia

28 Giugno 2016 | di Nicola Posteraro

TAR

Informative interdittive antimafia

L'interdittiva prefettizia antimafia costituisce espressione di ampia discrezionalità amministrativa e, pertanto, può essere assoggettata al sindacato del giudice amministrativo solo sotto il profilo della sua logicità ed irragionevolezza in relazione alla rilevanza dei fatti accertati.

Leggi dopo

Controlli a campione e requisiti di idoneità professionale nel caso di micro, piccole e medie imprese

28 Giugno 2016 | di Nicola Posteraro

TAR

Requisiti di idoneità professionale

Qualora la impresa aggiudicataria non sia stata individuata, non vi sono ragioni per sottrarre le micro, piccole e medie imprese ai controlli a campione, previsti dal comma 1 dell’art. 48 della legge n. 180 del 2011.

Leggi dopo

Sul segretario verbalizzante della Commissione giudicatrice e sul ruolo del RUP

28 Giugno 2016 | di Nicola Posteraro

Consiglio di Stato

Commissione giudicatrice

La Commissione di gara costituita con tre membri effettivi e da un segretario verbalizzante non viola il principio generale che impone un numero dispari di membri. Inoltre, l’art. 84, comma 4, del previgente Codice appalti consente che la funzione di Presidente della Commissione sia assunta dal RUP che fisiologicamente svolge attività o funzioni afferenti il contratto cui la gara si riferisce.

Leggi dopo

Le società in house devono osservare le regole dell’evidenza pubblica

27 Giugno 2016 | di Valeria Zallocco

TAR

Affidamento in house

Le società in house sono tenute ad osservare le regole dell’evidenza pubblica per il sub-affidamento del servizio. Ciò vale anche per la selezione del partner privato ove vogliano sub-affidare ad una società mista parte del servizio da esse erogato. Non è soggetta, invece, alle regole dell’evidenza pubblica la società mista nell’ipotesi in cui, posta in liquidazione, voglia cedere l’azienda direttamente, senza gara, al socio privato: si tratta, invero, non già di una vendita di asset pubblici, ma di una mera ripartizione tra soci dei beni della società.

Leggi dopo

Pagine