News

News su Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

Servizi analoghi e servizi identici a quello oggetto dell’appalto

20 Novembre 2018 | di Valeria Zallocco

TAR Lazio

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

La pronuncia si sofferma sul significato di servizi analoghi a quello oggetto della procedura di gara, rilevante ai fini dei requisiti tecnico-professionali di cui all’art. 83, lett. c) del Codice dei contratti pubblici.

Leggi dopo

La regola del cumulo dei fatturati di cui al d.lgs. 50/2016 non opera per l’accertamento delle capacità tecniche e professionali

04 Luglio 2018 | di Francesca Tedeschi

TAR

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

In caso di partecipazione a più lotti, il requisito del fatturato specifico non può essere riferito al valore complessivo dei lotti ai quali si partecipa, dovendo la relativa clausola del bando essere interpretata, alla luce del principii di proporzionalità e tassatività delle clausole di esclusione, nel senso che il fatturato specifico minimo richiesto sia almeno pari al più elevato fatturato previsto per ciascun singolo lotto al quale si intende partecipare.

Leggi dopo

Requisito di iscrizione alla C.C.I.A.A. per l'attività oggetto dell'appalto

16 Aprile 2018 | di Annalaura Leoni

Consiglio di Stato

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

Non può considerarsi immotivata o illogica la scelta della stazione appaltante di richiedere l'iscrizione alla C.C.I.A.A. per l'attività oggetto dell'appalto al fine di dimostrare la capacità tecnica e professionale delle imprese partecipanti alla gara, essendo tale iscrizione finalizzata a dare atto dell'effettivo svolgimento dell'attività richiesta.

Leggi dopo

Clausole ecologiche e limiti nell'indicazione dei requisiti di capacità tecnica e professionale

13 Luglio 2017 | di Tommaso Rossi

TAR Liguria

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

Il possesso della certificazione di qualità UNI EN ISO 14067 rileva unicamente ai fini della validazione dei dati sul carbon footprint di prodotto (CFP) o impronta ambientale di prodotto, ma non fornisce elementi quantitativi sul livello del dato in questione. Tale certificazione è estranea alle specifiche tecniche (collegate ad un livello minimo della prestazione ambientale richiesta) indicate al punto 1 dell'allegato XIII del Codice dei Contratti pubblici che, ai sensi dell'art. 68 comma 1 dello stesso, sono inserite nei documenti di gara e definiscono le caratteristiche previste per lavori, servizi o forniture. Tale indicazione generale quale requisito di partecipazione, senza che ad essa si accompagni quella di un “valore soglia” dell'impronta climatica richiesta, eccede l'oggetto dell'appalto e determina unicamente una irragionevole limitazione della concorrenza.

Leggi dopo

Il pareggio di bilancio come requisito di capacità economico finanziaria

07 Marzo 2017 | di Roberto Fusco

TAR

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

Non è sproporzionata e/o irragionevole, la clausola del bando di una gara per l’affidamento di un servizio che condiziona la partecipazione degli operatori economici interessati alla dimostrazione del possesso del pareggio di bilancio al netto delle imposte negli ultimi tre esercizi, costituendo tale disposizione espressione di legittimo esercizio di potere discrezionale declinato, peraltro, nel rispetto delle norme di legge. Non è illegittima, pertanto, l’esclusione da una gara per l’affidamento del servizio di ristorazione scolastica di un’azienda priva di tale requisito a causa dell’iscrizione a bilancio di un accantonamento prudenziale a copertura di una sanzione amministrativa comminata dall’AGCM e medio tempore annullata dal TAR Lazio in punto di quantificazione.

Leggi dopo

I servizi di progettazione svolti per i privati valgono solo se i lavori sono stati ultimati

10 Gennaio 2017 | di Guido Befani

TAR

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

I servizi di progettazione svolti per committenti privati rilevano ai fini della qualificazione nelle procedure di affidamento di contratti pubblici solo se i lavori sono stati ultimati.

Leggi dopo

Modalità di comprova dei requisiti di capacità tecnica e professionale

27 Luglio 2016 | di Simone Abrate

TAR

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

Il TAR Lazio ha precisato che, nel caso in cui la legge di gara non operi alcuna scelta, la comprova dei requisiti di capacità tecnica e professionale ex art. 42, comma 1, del Codice del 2006 (applicabile ratione temporis) avviene con i documenti – elencati nello stesso comma 1 alle lettere da a) ad m) – ritenuti idonei dallo stesso concorrente. In tal caso, pertanto, la dimostrazione del requisito mediante produzione di certificazioni e visti è necessaria per servizi e forniture prestati a favore di amministrazioni o enti pubblici mentre, per servizi e forniture prestati a privati, è sufficiente anche la dichiarazione dello stesso concorrente.

Leggi dopo

Solo il servizio analogo già concluso è idoneo a dimostrare la capacità tecnica del concorrente

13 Giugno 2016 | di Claudio Fanasca

TAR

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

Lo svolgimento di un servizio analogo prescritto dal bando di gara ai fini della dimostrazione della capacità tecnica dei concorrenti non può che identificarsi con la sua integrale esecuzione, risultando irragionevole e contrario alla garanzia di qualità delle prestazioni ammettere che anche i servizi ancora in corso di esecuzione possano concorrere a fornire la prova di tale requisito.

Leggi dopo

Albi professionali, elenchi ufficiali di fornitori o prestatori di servizi e dimostrazione del possesso dei requisiti di partecipazione

26 Maggio 2016 | di Carlo M. Tanzarella

TAR

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

L’iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali, disciplinato dall’art. 212 del d.lgs. 3 aprile 2006, n. 152, non è equiparabile all’iscrizione negli elenchi ufficiali di prestatori e fornitori di servizi di cui all’art. 45 d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163 ai fini della dimostrazione del possesso dei requisiti di partecipazione previsti dal bando di gara, poiché la capacità tecnica e finanziaria richiesta ai fini del’iscrizione all’Albo ha natura diversa rispetto alla qualificazione prevista ai fini della partecipazione alle procedure di affidamento degli appalti pubblici.

Leggi dopo

Limiti temporali al possesso dei requisiti di capacità tecnica e professionale

29 Aprile 2016 | di Roberto Fusco

TAR

Capacità tecnica e professionale dei fornitori e dei prestatori di servizi

In una gara d’appalto per l’affidamento di un servizio, non è necessario che i mezzi per lo svolgimento dello stesso siano già disponibili al momento della partecipazione alla procedura concorsuale, è invece necessario che nel corso di tale procedura si dimostri che essi saranno disponibili al momento dell’assunzione e dell’esecuzione degli impegni negoziali. Infatti, al momento in cui viene resa la dichiarazione circa la sussistenza dei requisiti, il dichiarante non deve possedere materialmente la dotazione tecnica necessaria per l’esecuzione dell’appalto, che dovrà però essere disponibile successivamente all’aggiudicazione.

Leggi dopo

Pagine