News

News su Procedura negoziata

Le precisazioni della Corte di Giustizia UE sull’onerosità del contratto e sull’affidamento diretto agli ospedali privati “classificati”

25 Ottobre 2018 | di Leonardo Droghini

Cgue, Sez. VIII,

Procedura negoziata

L’articolo 1, paragrafo 2, lettera a), e l’articolo 2 della direttiva 2004/18 devono essere interpretati nel senso che essi ostano ad una normativa nazionale, come quella controversa nel procedimento principale, la quale, equiparando gli ospedali privati «classificati» a quelli pubblici, attraverso il loro inserimento nel sistema della programmazione pubblica sanitaria nazionale, regolata da speciali convenzioni, distinte dagli ordinari rapporti di accreditamento con gli altri soggetti privati partecipanti al sistema di erogazione delle prestazioni sanitarie, li sottrae alla disciplina nazionale e a quella dell’Unione in materia di appalti pubblici, anche nei casi in cui tali soggetti siano incaricati di fabbricare e fornire gratuitamente alle strutture sanitarie pubbliche specifici prodotti necessari per lo svolgimento dell’attività sanitaria, quale corrispettivo per la percezione di un finanziamento pubblico funzionale alla realizzazione e alla fornitura di tali prodotti.

Leggi dopo

Legittimità della procedura negoziata dopo la proroga tecnica e della esclusione immotivata del gestore uscente dal novero degli invitati

17 Settembre 2018 | di Giusj Simone

TAR Lazio

Procedura negoziata

È legittima la scelta dell'Amministrazione, a fronte di quattro proroghe tecniche a favore del precedente gestore dei servizi per una durata complessiva di circa un anno e mezzo, di avviare una procedura negoziata ai sensi dell'art. 63 del Codice, ove ne ricorrano i presupposti; ed è altrettanto legittima l'opzione di escludere, senza specifica motivazione, l'affidatario uscente dal novero degli operatori invitati alla procedura negoziata, non trattandosi di una scelta di carattere sanzionatorio, bensì dell'esigenza di evitare il consolidamento di rendite di posizione in capo al gestore uscente e dell'applicazione del principio di concorrenza e massima partecipazione.

Leggi dopo

Procedura negoziata: la scelta della p.a. di non invitare il gestore uscente non necessita di specifica motivazione

24 Maggio 2018 | di Maria Stella Bonomi

Procedura negoziata

La scelta dell’amministrazione di escludere il gestore uscente dal novero degli operatori invitati alla procedura negoziata non richiede una specifica motivazione. Tale scelta, infatti, non può ritenersi nemmeno latamente sanzionatoria, essendo piuttosto finalizzata a dare piena applicazione ai principi di concorrenza e massima partecipazione alle gare pubbliche.

Leggi dopo

La sopravvenuta incompatibilità “parentale” non è motivo di annullamento in autotutela di appalto

14 Febbraio 2018 | di Francesco Elefante

Tar Lombardia,

Procedura negoziata

È viziato da sviamento di potere il provvedimento di annullamento in autotutela dell’aggiudicazione di un appalto posto in essere prospettando insussistenti vizi di illegittimità al solo fine di rimuovere una sopravvenuta causa d’incompatibilità del Sindaco del Comune appaltante ai sensi dell’art. 61, comma 1-bis, D.Lgs. 267 del 2000.

Leggi dopo

La mancata indizione di una procedura negoziata in caso di esclusiva commerciale

08 Febbraio 2018 | di Diego Campugiani

Consiglio di Stato

Procedura negoziata

L’asserita violazione di un diritto di esclusiva non è da sola sufficiente a determinare l’illegittimità dell’aggiudicazione – intervenuta all’esito di una gara - a favore di una impresa diversa da quella che se ne affermi titolare, dal momento che l’eventuale inferiore qualità della fornitura, conseguente al utilizzo di un canale di approvvigionamento non ufficiale, deve essere dimostrata in giudizio dal ricorrente.

Leggi dopo

In assenza di una puntuale motivazione della S.A. il principio di rotazione non consente l’invito alla procedura negoziata del Gestore uscente

05 Gennaio 2018 | di Massimo Nunziata

Procedura negoziata

La sentenza afferma che, salvo particolari esigenze puntualmente motivate dalla stazione appaltante, in base al principio di rotazione il Gestore uscente non può essere invitato alla procedura negoziata a prescindere dalla tipologia di procedura di aggiudicazione tramite cui aveva ottenuto il precedente affidamento (anche qualora l’affidamento della concessione scaduta sia scaturito dall’adesione della stazione appaltante ad una convenzione Consip e dall’aggiudicazione a seguito di procedura aperta).

Leggi dopo

Servizio pubblico di connettività, è legittimo l’interpello post-competitivo

04 Dicembre 2017 | di Guido Befani

Consiglio di Stato

Procedura negoziata

L’interpello post-competitivo non dà luogo ad una procedura negoziata al di là dei casi previsti dalla legge ovvero ad un’inammissibile (ri)negoziazione successiva all’aggiudicazione, quanto piuttosto all’accettazione di una proposta irrevocabile a termine da parte dei concorrenti non risultati primi graduati, ai fini dell’assegnazione di ulteriori parti dell’accordo quadro.

Leggi dopo

Interpretazione di onerosità dell’appalto e applicabilità della disciplina comunitaria agli ospedali privati convenzionati: rimessione alla Cgue

06 Ottobre 2017 | di Leonardo Droghini

Consiglio di Stato

Procedura negoziata

Devono essere rimesse alla CGUE: la questione interpretativa relativa al concetto di onerosità dell’appalto; e la valutazione di compatibilità con il diritto UE di una normativa nazionale che sottrae alle regole sugli appalti un soggetto privato che, in base alle categorie nazionali, è pubblica amministrazione, ma non è qualificabile come organismo di diritto pubblico e rispetto al quale non sussistono le condizioni dell’affidamento in house.

Leggi dopo

Il Parere del CdS sullo schema di Linee guida ANAC per le procedure negoziate senza pubblicazione del bando per servizi e forniture ritenuti infungibili

19 Luglio 2017 | di Sabrina Tranquilli

Consiglio di Stato, parere

Procedura negoziata

Il Consiglio di Stato Cons. St., comm. spec., 18 luglio 2017, n. 1703 ha reso il Parere sullo schema di...

Leggi dopo

Principio di rotazione e limiti applicativi

13 Giugno 2017 | di Marco Calaresu

TAR Toscana

Procedura negoziata

Il principio di rotazione che deve orientare la condotta delle stazioni appaltanti nella fase di consultazione degli operatori economici, e che si sostanzia nel prevedere come eccezionale l’ipotesi di affidamento al contraente uscente, ha natura servente e strumentale rispetto al principio di concorrenza ed è pertanto applicabile nei limiti in cui non incide su quest’ultimo.

Leggi dopo

Pagine