News

News

Sulle circostanze idonee a porre in dubbio l'integrità o l'affidabilità del concorrente

15 Aprile 2019 | di Roberto Fusco

TAR Lazio

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

L'art. 80, comma 5, d.lgs. n. 50/2016 non contiene alcuna espressa previsione sulla rilevanza temporale dei gravi illeciti professionali, il che è coerente con il potere discrezionale di valutazione di tali fattispecie attribuito alla stazione appaltante. In merito a tale potere di valutazione occorre rilevare che qualsiasi condotta contra legem (ove collegata all'esercizio dell'attività professionale) è di per sé potenzialmente idonea ad incidere sul processo decisionale rimesso alle stazioni appaltanti sull'accreditamento dei concorrenti come operatori complessivamente affidabili. Infatti, l'autodichiarazione di cui all'art. 80, comma 5, ha ad oggetto tutti i provvedimenti astrattamente idonei a porre in dubbio l'integrità o l'affidabilità del concorrente, anche se non ancora inseriti nel casellario informatico.

Leggi dopo

Il soccorso istruttorio non può essere utilizzato per integrare la carenza dell’indicazione dei costi della manodopera nell’offerta economica

13 Aprile 2019 | di Simone Francario

TAR

Soccorso istruttorio

La mancata puntuale indicazione nell’offerta dei costi della manodopera non è colmabile con il soccorso istruttorio e comporta necessariamente l’esclusione dalla gara.

Leggi dopo

La (mancata) trasmissione del DGUE su un supporto informatico vuoto non è sanabile tramite soccorso istruttorio

11 Aprile 2019 | di Claudio Fanasca

Tar Umbria

Soccorso istruttorio

La trasmissione del DGUE, oltre che dell'ulteriore documentazione di gara, su di un supporto informatico vuoto – ossia privo al suo interno di qualsivoglia documento in formato elettronico – configura una irregolarità essenziale non sanabile ai sensi dell'ultimo periodo del comma 9 dell'art. 83 del d.lgs. n. 50 del 2016, poiché non consente né l'individuazione del contenuto dell'atto né tanto meno l'individuazione del soggetto responsabile dello stesso, non essendo possibile ricollegare in modo certo a un determinato soggetto che rappresenti la società la volontà di quest'ultima di prendere parte alla gara.

Leggi dopo

Sull'ampia portata dell'obbligo dichiarativo delle condanne penali

11 Aprile 2019 | di Claudio Fanasca

TAR Lombardia

Requisiti: Assenza di condanne penali

Il concorrente ha l'obbligo di dichiarare tutte le condanne riportate dal presidente del collegio sindacale, anche se non risultanti dai certificati del casellario giudiziario e se riferite a reati diversi da quelli individuati come espressamente preclusivi della partecipazione alla gara dall'art. 80, co. 1, del d.lgs. n. 50 del 2016 ovvero non oggetto di apposita pronuncia giudiziale dichiarativa della relativa estinzione.

Leggi dopo

Referendario Corte dei Conti: iscriviti gratuitamente all’open day del 15 aprile

09 Aprile 2019

Giuffrè Francis Lefebvre

Lunedì 15 aprile organizziamo un incontro gratuito a Roma per presentare il corso di preparazione al concorso Referendario della Corte dei Conti. Prenota il tuo posto al seguente link: www.corsomagistraturagiuffre.it/it/lezione-di-prova.

Leggi dopo

La risoluzione della convenzione-quadro Consip travolge anche i contratti attuativi?

09 Aprile 2019 | di Leonardo Droghini

Consiglio di Stato

Accordo quadro

La risoluzione della convenzione-quadro per grave inadempimento dell’affidataria determina la risoluzione anche del contratto attuativo, nella misura in cui la natura dell’inadempimento, relativo alla violazione di obblighi retributivi e della normativa antiriciclaggio, è tale da alterare in via immediata e diretta l’equilibrio sinallagmatico del suddetto contratto attuativo.

Leggi dopo

Il RUP può essere commissario, salvo che sia concretamente dimostrata l'incompatibilità

09 Aprile 2019 | di Leonardo Droghini

TAR Molise

Commissione giudicatrice

Il ruolo di RUP può coincidere con le funzioni di commissario di gara e di presidente della commissione giudicatrice, a meno che non sussista la concreta dimostrazione di un conflitto d'interessi o di un'incompatibilità tra i due ruoli, desumibile da una qualche comprovata ragione di interferenza e di condizionamento tra gli stessi.

Leggi dopo

Divieto di giustificazioni modificative dell’offerta

08 Aprile 2019 | di Alessandra Coiante

TAR Campania

Offerte anomale

Le giustificazioni fornite ai fini della verifica di anomalia dell’offerta non possono diventare un’occasione per rimodulare l’offerta attraverso una diversa ricomposizione delle sue voci di costo, poiché ciò implicherebbe, oltre ad una evidente lesione delle esigenze di stabilità ed affidabilità dell’offerta, anche una violazione della par condicio tra i concorrenti.

Leggi dopo

L'impresa in concordato con continuità aziendale e la qualifica di mandataria di RTI

05 Aprile 2019 | di Francesca Cernuto

TAR Toscana

Requisiti: Assenza di procedure concorsuali

L'operatore economico in concordato con continuità aziendale può assumere il ruolo di mandataria del raggruppamento temporaneo di imprese stante la disciplina di maggior favor introdotta dall'art. 80, comma 5, lett. b), la quale assume valore abrogativo di ogni precedente disposizione più restrittiva, ivi inclusa quella contenuta nell'art. 186 bis, comma 6, R.D. 16 marzo 1942, n. 167.

Leggi dopo

Progettazione definitiva ed esecutiva: compatibilità degli affidamenti ed oneri dichiarativi

05 Aprile 2019 | di Francesca Cernuto

Progettazione

L'operatore economico, già aggiudicatario della progettazione definitiva all'esito di una precedente gara, può partecipare alla successiva procedura per l'affidamento della progettazione esecutiva – stante, tra l'altro, il favor del codice appalti per la continuità tra le due fasi in capo al medesimo soggetto - purché venga assicurata la piena par condicio tra i concorrenti mediante la completa ostensione di tutte le informazioni tecniche necessarie. Il precedente affidamento non rileva quale attività di partecipazione alla preparazione della successiva gara, non gravando, pertanto, sul concorrente alcun onere dichiarativo ex art. 80, co. 5, lett. e) del D.lgs. 50/2016.

Leggi dopo

Pagine