News

News su Fasi delle procedure di affidamento

La Stazione Appaltante, se non ritiene conveniente l'offerta dell'unica impresa rimasta in gara, può decidere di annullarla

10 Luglio 2020 | di Giusj Simone

Tar Lazio

Fasi delle procedure di affidamento

È legittimo il provvedimento con cui la Stazione Appaltante decide, a seguito dell'esclusione dalla gara dell'impresa aggiudicataria e di valutazione di inidoneità dell'offerta di altra impresa (che segue in graduatoria), di annullare la gara e non assegnare l'appalto all'unica impresa rimasta, ove giudichi non conveniente l'offerta dalla stessa presentata, esercitando così il potere riconosciuto dall'art. 81, comma 3, del D.lgs. n. 163/2006 (ora art. 95, comma 12, del D.lgs. n. 50/2016) circa la valutazione di convenienza dell'offerta.

Leggi dopo

Il comportamento “partecipativo” del concorrente rende addebitabile la mancata stipula del contratto

26 Maggio 2020 | di Simone Abrate

Tar Lazio

Fasi delle procedure di affidamento

La mancata stipula del contratto, con relativa annotazione nel Casellario Anac, è addebitabile al concorrente anche se è spirato il termine formale di validità dell’offerta. Se, infatti, dopo tale termine il concorrente tiene un comportamento sostanzialmente confermativo per facta concludentia della volontà di mantenere ferma la sua offerta, fornendo i giustificativi e manifestando la volontà di stipulare il contratto, il rifiuto di stipulare il contratto è addebitabile al concorrente e non alla stazione appaltante.

Leggi dopo

Conflitto di interessi: gli elementi indiziari

20 Maggio 2020 | di Valeria Zallocco

Cons. St., sez. V, 14 maggio 2020, n. 3048

Cons. Stato V, 14 maggio 2020 n. 3048.pdf

Fasi delle procedure di affidamento

Il conflitto di interessi di cui all’art. 42, comma 2, c.c.p non è solo quello realmente accertato, ma anche quello potenzialmente esistente e si ricava, allora, in via presuntiva da due elementi indiziari: l’esistenza di un interesse personale del funzionario e il ruolo che questi riveste nella procedura di gara tale da consentire di intervenire o di influenzare il risultato.

Leggi dopo

Emergenza covid-19, gli enti locali possono affidare appalti di servizi e forniture in deroga al codice dei contratti pubblici

31 Marzo 2020 | di Redazione Scientifica

Ordinanza 25 marzo 2020, n. n. 655.pdf

Fasi delle procedure di affidamento

L’ordinanza 25 marzo 2020, n. 655 stabilisce che gli enti locali possano procedere all’affidamento degli appalti di servizi e fornitura derogando a tempi e modalità di pubblicazione.

Leggi dopo

Sussiste in capo alla P.A un obbligo di conclusione della procedura di gara

21 Febbraio 2020 | di Benedetta Gargari

Tar Lazio

Fasi delle procedure di affidamento

La discrezionalità di cui gode l'amministrazione nelle procedure di gara aperte, non può risolversi nella facoltà di mantenere uno “stallo procedimentale” temporalmente indeterminato, seppure dipendente da esiti giudiziari paralleli ed incerti, attinenti ad esclusioni di altri concorrenti ancora sub iudice.

Leggi dopo

Obbligo di riedizione della gara in caso di annullamento in autotutela dell’aggiudicazione per l’illegittimità della fase valutativa delle offerte tecniche

06 Dicembre 2019 | di Angelica Cardi

Tar Lazio

Fasi delle procedure di affidamento

Nell’ipotesi in cui venga annullata l’aggiudicazione per illegittimità dell’intera fase valutativa delle offerte tecniche, non è possibile salvare i precedenti atti, ivi compresa la presentazione delle offerte, non essendo ammissibile che l’originaria (o eventualmente nuova) Commissione reiteri le operazioni valutative dopo che le offerte tecniche ed economiche siano state, non solo conosciute, ma addirittura valutate dalla Commissione. La possibilità di conoscere gli elementi attinenti all’offerta economica consentirebbe, infatti, di modulare il giudizio sull’offerta tecnica in modo da poter determinare un effetto potenzialmente premiante nei confronti di una delle offerte complessivamente considerate e tale possibilità, anche solo eventuale, va ad inficiare la regolarità del rinnovo della stessa procedura imponendo la totale riedizione della gara.

Leggi dopo

L’applicazione del divieto di commistione va effettuata con riguardo alla concludenza degli elementi economici esposti o desumibili dall'offerta tecnica

24 Ottobre 2019 | di Fabrizio Laudani

TAR Lazio

Fasi delle procedure di affidamento

Il divieto di commistione tra offerta tecnica ed economica non è violato ove nell’offerta tecnica siano presenti alcuni elementi economici, resi necessari dagli elementi qualitativi da fornire, purché tali elementi economici non consentano di ricostruire la complessiva offerta economica.

Leggi dopo

Sul divieto di commistione tra offerta tecnica ed economica

16 Ottobre 2019 | di Leonardo Droghini

Tar Valle D'Aosta

Fasi delle procedure di affidamento

In ossequio al divieto di commistione tra offerta tecnica e offerta economica, è legittima l’esclusione di un’impresa che ha inserito il Piano Tariffario nell’offerta tecnica anziché in quella economica.

Leggi dopo

Sul divieto di commistione tra offerta economica e offerta tecnica

10 Ottobre 2019 | di Diego Campugiani

TAR Lazio

Fasi delle procedure di affidamento

La presenza di elementi economici nell'offerta tecnica con i quali si intenda illustrare i vantaggi derivanti dalle soluzioni realizzative proposte non viola il divieto di commistione tra offerta tecnica ed offerta economica, laddove da tali elementi economici non sia possibile ricostruire la complessiva offerta economica.

Leggi dopo

Servizi mensa e “centro cottura”: i locali indicati devono essere effettivamente disponibili per la data di avvio dell’appalto

02 Ottobre 2019 | di Alessandro Balzano

Tar Piemonte

Fasi delle procedure di affidamento

La disponibilità del centro di cottura rappresenta un elemento caratterizzante la fase di esecuzione del servizio tale da ritenerlo un elemento essenziale dell’offerta con la conseguenza che la stazione appaltante è tenuta a verificare che il predetto centro sia idoneo al suo effettivo utilizzo e - quindi - dotato di tutte le autorizzazioni richieste dalla legge ed attrezzato (o attrezzabile) per la preparazione di pasti da veicolare presso gli istituti scolastici entro la data di inizio dell’erogazione del servizio.

Leggi dopo

Pagine