News

News su Commissione giudicatrice

Il verbale di gara ha natura di atto pubblico

25 Novembre 2019 | di Simone Abrate

Tar Lazio

Commissione giudicatrice

Il contenuto di quanto la Commissione ha dichiarato essere avvenuto in occasione della seduta di gara non può essere messo in discussione sulla base di una diversità di percezioni da parte dei soggetti presenti, bensì soltanto per il tramite dello strumento della querela di falso. Infatti, il verbale di gara ha natura di atto pubblico in ordine ai fatti in esso riportati, e fa fede fino a querela di falso.

Leggi dopo

Il vizio di composizione della Commissione giudicatrice per conflitto d’interesse non può essere rilevato nel ricorso avverso gli esiti della gara

29 Ottobre 2019 | di Paola Martiello

TAR Lazio

Commissione giudicatrice

Qualora si voglia eccepire l'incompatibilità di un membro della Commissione giudicatrice, la relativa censura deve essere prospettata con una tempestiva impugnazione della nomina della Commissione stessa, già all'atto della nomina, e non ex post ed in occasione del ricorso avverso gli esiti della gara.

Leggi dopo

Sull'incompatibilità dei membri della Commissione giudicatrice

14 Ottobre 2019 | di Francesca Cernuto

TAR Friuli Venezia Giulia

Commissione giudicatrice

È precluso al Presidente della Commissione giudicatrice lo svolgimento di qualsivoglia ulteriore funzione amministrativa relativamente al contratto del cui affidamento si tratta, ivi inclusa l'approvazione degli atti di gara.

Leggi dopo

Nomina di più commissioni giudicatrici per l'assegnazione di locali di proprietà comunale

23 Settembre 2019 | di Tommaso Cocchi

TAR Lazio

Tar Lazio, Roma, 19 settembre 2019, n. 11146.pdf

Commissione giudicatrice

È pienamente legittima, e non viola il principio della par condicio tra i concorrenti, la nomina di più commissioni giudicatrici in una procedura di assegnazione dei locali di proprietà comunale, suddivisa in lotti, qualora alcuni di questi presentino specifiche caratteristiche tecniche che richiedano specifiche professionalità.

Leggi dopo

Quando deve essere nominata una commissione in diversa composizione?

23 Settembre 2019 | di Veronica Sordi

Consiglio di giustizia amministrativa Sicilia

Commissione giudicatrice

Sebbene l'art. 77, comma 11, del Codice dei contratti pubblici preveda la nomina di una diversa commissione solo nel caso in cui l'annullamento dell'aggiudicazione o dell'esclusione derivi da un vizio della composizione della stessa, il giudice può ordinare comunque la nomina di una nuova commissione laddove quella originariamente convocata non abbia ottemperato alle prescrizioni dell'ordinanza cautelare.

Leggi dopo

Il RUP può essere commissario, salvo che sia concretamente dimostrata l'incompatibilità

09 Aprile 2019 | di Leonardo Droghini

TAR Molise

Commissione giudicatrice

Il ruolo di RUP può coincidere con le funzioni di commissario di gara e di presidente della commissione giudicatrice, a meno che non sussista la concreta dimostrazione di un conflitto d'interessi o di un'incompatibilità tra i due ruoli, desumibile da una qualche comprovata ragione di interferenza e di condizionamento tra gli stessi.

Leggi dopo

L’errore nella valutazione delle offerte tecniche comporta la riedizione dell’intera procedura di gara

05 Marzo 2019 | di Marco Velliscig

Tar Umbria

Commissione giudicatrice

Qualora la Commissione abbia utilizzato un metodo di valutazione delle offerte tecniche diverso da quello previsto dal capitalo e abbia già aperto le offerte economiche, il principio di segretezza dell’offerta economica non le consente di rivalutare solamente le offerte tecniche, ma impone l’integrale riedizione della procedura di gara.

Leggi dopo

Conflitto di interessi dei componenti della commissione giudicatrice ed annullamento della gara

21 Novembre 2018 | di Simone Abrate

Consiglio di Stato

Commissione giudicatrice

La presenza in commissione di commissari che hanno avuto rapporti – direttamente o indirettamente – con uno dei concorrenti integra l’ipotesi di conflitto di interessi di cui all’art. 42 del codice, che, per come è formulata la norma, include anche la percezione di un pericolo di imparzialità. Il ricorrente non classificato in posizione utile per l’aggiudicazione, ha interesse all’impugnazione della stessa allorché deduca l’illegittima composizione della commissione, trattandosi di vizio che tende a minare la legittimità della procedura, tra l’altro, sotto il profilo dell’imparzialità del giudizio reso dalla commissione stessa.

Leggi dopo

La Commissione, riconvocata ex art. 77 c.c.p., può escludere l'offerta per carenza dei requisiti tecnici, pur conoscendo l’offerta economica

15 Novembre 2018 | di Esper Tedeschi

Tar Toscana

Commissione giudicatrice

In caso di rinnovo di una procedura di gara, in seguito ad annullamento dell’aggiudicazione o dell’esclusione di taluno dei concorrenti, non vizia il procedimento rinnovato la circostanza che la commissione giudicatrice - riconvocata, in conformità a quanto previsto dall’art. 77, comma 11, d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 – avesse conosciuto le offerte economiche dei concorrenti (nella precedente fase), essendo la riconvocazione una evenienza del tutto fisiologica, e la conoscenza delle offerte economiche pregressa coessenziale alla fattispecie espressamente prevista dalla norma.

Leggi dopo

La Commissione non può rivalutare le offerte tecniche – nelle componenti discrezionali – se è già a conoscenza di quelle economiche

15 Novembre 2018 | di Esper Tedeschi

Tar Lombardia

Commissione giudicatrice

Nelle gare pubbliche, ove la relativa procedura sia caratterizzata (come nel caso di aggiudicazione con il sistema dell’offerta economicamente più vantaggiosa) da una netta separazione tra la fase di valutazione dell’offerta tecnica e quella dell’offerta economica, il principio di segretezza comporta che, fino a quando non si sia conclusa la valutazione degli elementi tecnici, è di norma interdetta al seggio di gara la conoscenza di quelli economici. Per cui, se interviene un annullamento – giudiziale o in autotutela che sia – dell’aggiudicazione, deve considerarsi precluso alla commissione, convocata nella stessa composizione, di rivalutare le offerte tecniche, almeno nelle componenti discrezionali, in quanto ai commissari sono già note le offerte economiche

Leggi dopo

Pagine