News

News su Requisiti: Unicità del centro decisionale

Centro unico decisionale e pluralità di lotti

10 Giugno 2020 | di Francesca Cernuto

Tar Lazio

Requisiti: Unicità del centro decisionale

La valutazione circa l'esistenza di un centro unico decisionale, normalmente circoscritta al singolo lotto di gara, è estesa nella sua portata dalle norme della lex specialis che precludano l'aggiudicazione di più lotti ad un medesimo soggetto, la cui finalità è quella di evitare una concentrazione degli affidamenti in capo allo stesso operatore economico.

Leggi dopo

La prova dell'individuazione di un collegamento sostanziale tra imprese può basarsi su indizi da valutare nel loro insieme

25 Maggio 2020 | di Esper Tedeschi

Tar Lazio

Requisiti: Unicità del centro decisionale

Ai fini dell'individuazione del collegamento sostanziale tra imprese i relativi indizi devono essere valutati nel loro insieme per riscontrare i requisiti di gravità, precisione e concordanza idonei a legittimare la sanzione. Per tale fattispecie, la valutazione operata dalla stazione appaltante circa l'unicità del centro decisionale postula l'astratta idoneità della situazione a determinare un accordo sulle offerte, non essendo necessario che l'alterazione del confronto concorrenziale si sia in concreto realizzata.

Leggi dopo

Accertamento dell’unicità del centro decisionale e ritiro dell’offerta della controllata

21 Aprile 2020 | di Roberto Fusco

Cons. St.

Requisiti: Unicità del centro decisionale

L’esclusione dalla gara a fronte di offerte espressive di un unico centro decisionale costituisce un atto dovuto non evitabile dal successivo ritiro dell’offerta nel corso del procedimento. L'art. 80, comma 5, lett. m), d.lgs. n. 50/2016, che non pone limiti ai mezzi per l’accertamento dell’unicità del centro decisionale, non richiede infatti la prova che il collegamento fra i concorrenti sia pervenuto a risultati effettivi in relazione ai contenuti delle offerte e all’artificiale condizionamento degli esiti della gara, postulando semplicemente l’astratta idoneità della situazione a determinare un concordamento delle offerte, comportante di per sé l’esclusione.

Leggi dopo

La similarità delle offerte tecniche non è indice di un centro unico decisionale

14 Ottobre 2019 | di Francesca Cernuto

TAR Lazio

Requisiti: Unicità del centro decisionale

Al fine di ritenere integrata la causa di esclusione discendente dall'esistenza di un collegamento sostanziale ex art. 38, comma 1, lett. m) quater D.Lgs. 163/2006 è necessaria un'allegazione probatoria stringente circa la sussistenza di una situazione di influenza dominante ovvero di una condizione di intreccio degli organi amministrativi e di rappresentanza che faccia presumere un reciproco condizionamento tra le offerte, non essendo sufficiente la somiglianza ovvero l'identicità parziale tra le relazioni tecniche presentate dai concorrenti.

Leggi dopo

Individuazione del centro decisionale unitario, i chiarimenti del Tar Milano

25 Settembre 2019 | di Guido Befani

TAR Lombardia

Requisiti: Unicità del centro decisionale

È ravvisabile un centro decisionale unitario laddove tra imprese concorrenti vi sia intreccio parentale tra organi rappresentativi o tra soci o direttori tecnici, vi sia contiguità di sede, vi siano utenze in comune (indici soggettivi), oppure, anche in aggiunta, vi siano identiche modalità formali di redazione delle offerte, vi siano strette relazioni temporali e locali nelle modalità di spedizione dei plichi, vi siano significative vicinanze cronologiche tra gli attestati SOA o tra le polizze assicurative a garanzia delle offerte.

Leggi dopo

L’esclusione nelle procedure ristrette può essere disposta solo dopo la presentazione delle offerte

21 Gennaio 2019 | di Marco Velliscig

Tar Umbria

Requisiti: Unicità del centro decisionale

Nelle procedure di gara ristretta, in cui la possibilità di esser invitati non implica necessariamente l’obbligo della formulazione di un’offerta, l’art. 80, comma 6, ove impone alle stazioni appaltanti l’obbligo di escludere un operatore economico «in qualunque momento della procedura», va interpretato nel senso che la valutazione della situazione di collegamento sostanziale ex art. 80, comma 5, lett. m) del d.lgs. n. 50 del 2016 può avvenire, da parte della stazione appaltante, a partire dalla presentazione effettiva di offerte riconducibili ad un unico centro decisionale.

Leggi dopo

Va disposta l’esclusione dalla gara per “collegamento sostanziale” tra imprese che intrattengano rapporti commerciale nel medesimo settore?

08 Dicembre 2018 | di Simone Francario

Tar

Requisiti: Unicità del centro decisionale

La mera sussistenza di rapporti commerciali tra imprese del medesimo settore, in assenza del concorso degli altri elementi individuati dalla giurisprudenza quali indici rivelatori del collegamento sostanziale delle imprese, non preclude la partecipazione alla gara d’appalto

Leggi dopo

Verifica del collegamento sostanziale: non è sempre necessario il contraddittorio con i concorrenti

23 Marzo 2018 | di Simone Abrate

Consiglio di Stato

Requisiti: Unicità del centro decisionale

Ai fini della sussistenza del collegamento sostanziale, spetta alla stazione appaltante unicamente provare l’idoneità della situazione a determinare un concordamento delle offerte, e non anche l’alterazione del confronto concorrenziale. Nella relativa attività di accertamento, non esiste un incondizionato obbligo della stazione appaltante di attivare un autonomo sub-procedimento di verifica, nel contraddittorio delle parti, circa la riferibilità delle offerte ad un unico centro decisionale.

Leggi dopo

CGUE: compatibile con il diritto dell'UE la partecipazione alle gare dei syndacates dei Lloyd's con offerte sottoscritte da un unico rappresentante

16 Febbraio 2018 | di Sabrina Tranquilli

Corte Giust. Ue

Requisiti: Unicità del centro decisionale

La CGUE ha affermato che non contrasta con il diritto eurounitario la normativa di uno Stato membro che non consenta l'esclusione di due syndicates » membri dei Lloyd's of London dalla partecipazione a un medesimo appalto pubblico di servizi assicurativi, per il solo motivo che le rispettive offerte siano state entrambe sottoscritte dallo stesso rappresentante generale, consentendo invece di escluderli solo qualora risultasse, sulla base di elementi incontestabili, che tali offerte non siano state formulate in maniera indipendente.

Leggi dopo

Condizioni e presupposti per l’esclusione dalla gara di concorrenti in situazione di collegamento sostanziale

23 Gennaio 2018 | di Esper Tedeschi

TAR Lazio

Requisiti: Unicità del centro decisionale

L’esclusione dalla gara di concorrenti, in ragione di una situazione di controllo o di collegamento sostanziale, può essere disposta solo in esito alla verifica da parte della Stazione Appaltante, previo contraddittorio con le società partecipanti, della sussistenza di plurimi elementi di comunanza e dell’incidenza degli stessi sul comportamento in gara. Ove ricorra una situazione di fatto, grave e consistente, tale da far ritenere indiscutibilmente presente un collegamento sostanziale ai sensi dell’art. 80, co. 5, lett. m) del d.lgs. n. 50 del 2016, l’esclusione non può considerarsi viziata anche se in presenza di carenze procedimentali.

Leggi dopo

Pagine