News

News su Bando di gara

Sulla “clausola sociale” e sull'assunzione del personale da parte di una società in house

05 Ottobre 2018 | di Diego Campugiani

Consiglio di Stato

Bando di gara

I principi elaborati dalla giurisprudenza sulla “clausola sociale” trovano applicazione anche in caso di “internalizzazione” del servizio mediante affidamento a società in house.

Leggi dopo

Suddivisione in lotti e partecipazione delle PMI: i chiarimenti del Consiglio di Stato

02 Ottobre 2018 | di Guido Befani

Consiglio di Stato

Bando di gara

Al fine di verificare la coerenza dei requisiti economico-finanziari di partecipazione con le caratteristiche dimensionali delle PMI, quindi la lesività per queste ultime della lex specialis, in mancanza di più specifiche indicazioni delle parti in ordine alla concreta composizione dimensionale del mercato (merceologico e geografico) di riferimento, le sotto-categorie di cui all’art. 3, lett. aa) d.lgs n. 50 del 2016 devono essere considerate in maniera tendenzialmente unitaria, tenendo cioè conto che la duplicità del criterio di classificazione sul quale la disposizione si basa esercita una intrinseca spinta, ai fini della tutela giurisdizionale del favor partecipationis per le PMI, “verso il basso”, ergo, verso le categorie dimensionali inferiori, rappresentate dalle piccole e dalle microimprese.

Leggi dopo

L'oggetto della gara come parametro di determinazione dei requisiti soggettivi e di capacità tecnica

13 Settembre 2018 | di Veronica Sordi

Cons. St.,

Bando di gara

Per consentire la selezione dell'operatore economico più idoneo, le clausole del bando relative ai requisiti di capacità tecnica e ai requisiti soggettivi devono essere congrue, adeguate e coerenti con la tipologia e con l'oggetto dell'appalto.

Leggi dopo

La mancata preventiva indicazione dei costi della manodopera non determina l’illegittimità del bando.

27 Luglio 2018 | di Fabrizio Laudani

Bando di gara

La mancata indicazione del costo del lavoro nei documenti di gara, richiesta dall’art. 23, comma 16, del D.lgs. 50/16, non determina ex se l'illegittimità del bando in quanto il costo del lavoro è parametrato ab externo (tramite le tabelle ministeriali) che consentono al concorrente di formulare un’offerta consapevole.

Leggi dopo

L’assenza delle caratteristiche tecniche ritenute essenziali già dalla lex specialis sono sempre escludenti

09 Luglio 2018 | di Francesco Elefante

TAR Lazio

Bando di gara

L’inosservanza della disciplina di gara implica sempre l’esclusione quando si tratti di prescrizioni rispondenti ad un particolare interesse della Pubblica Amministrazione appaltante, come deve ritenersi, ad esempio, qualora una particolare caratteristica tecnica del prodotto richiesto sia stata a monte ritenuta, essa sola, capace di soddisfare l’interesse dell’Amministrazione, tanto che alla medesima non potrebbe astrattamente sostituirsi nemmeno una diversa valutazione, in concreto, della commissione giudicatrice.

Leggi dopo

A quali regole soggiace l’interpretazione della lex specialis?

19 Giugno 2018 | di Riccardo Pappalardo

Consiglio di Stato

Bando di gara

Nelle gare d'appalto vige il principio interpretativo che vuole privilegiata, a tutela dell'affidamento degli operatori economici, l'interpretazione letterale della lex specialis, dalla quale è consentito discostarsi solo in presenza di una obiettiva incertezza circa il significato letterale del proprio testo. Sicché l’interpretazione degli atti di gara, così come di tutti gli atti amministrativi, soggiace alle stesse regole stabilite per i contratti dagli artt. 1362 e ss. del codice civile, tra le quali assume carattere preminente quella relativa all'interpretazione letterale.

Leggi dopo

Clausole del bando di gara non immediatamente escludenti se pregiudicano la sola competitività dell'offerta

12 Giugno 2018 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato

Bando di gara

Le clausole del bando circa il conferimento degli incarichi di progettazione della gara e i criteri di valutazione delle offerte non comportano alcun automatico effetto escludente. Le prime, invero, sono del tutto prive, in sé considerate, di possibili effetti direttamente incidenti sull'accesso dei concorrenti alla selezione; le seconde – pur potendo incidere sulla valutazione delle offerte in senso premiante – comunque non impediscono agli operatori di prendere parte alla selezione. L'immediata impugnazione di tali clausole da parte di un operatore economico non partecipante alla gara comporta l'inammissibilità del ricorso per carenza di interesse.

Leggi dopo

Impugnazione delle clausole del bando non escludenti

07 Maggio 2018 | di Anton Giulio Pietrosanti

Bando di gara

È inammissibile l’impugnazione immediata del bando se le relative clausole censurate con il ricorso non hanno natura “escludente”.

Leggi dopo

Il principio di autoresponsabilità del concorrente

27 Aprile 2018 | di Nicola Posteraro

TAR Lazio

Bando di gara

In applicazione del principio generale di autoresponsabilità, ciascun concorrente sopporta le conseguenze di eventuali errori commessi nella presentazione, in sede di gara, della propria documentazione, specialmente ove le disposizioni della lex specialis siano chiare e precise.

Leggi dopo

Bando di gara che permette la partecipazione di un solo operatore economico

26 Aprile 2018 | di Roberto Fusco

TAR Friuli Venezia Giulia

Bando di gara

La clausola prevedente un requisito per la partecipazione alla gara posseduto da un solo operatore economico sul mercato si appalesa illegittimamente escludente e non può essere legittimata dal fatto che le imprese interessate a partecipare avrebbero potuto acquistare da terzi i prodotti mancanti al proprio listino ovvero costituirsi in un RTI.

Leggi dopo

Pagine