News

News

Regolarità contributiva: il valore assorbente del DURC e i limiti di accertamento incidentale del G.A.

24 Giugno 2019 | di Francesca Cernuto

Regolarità contributiva

Il DURC costituisce l'unico documento idoneo ad attestare la situazione di regolarità contributiva del concorrente, non potendosi gravare la stazione appaltante di verifiche ulteriori, per la cui esecuzione la stessa non disporrebbe neppure della competenza necessaria. Il Giudice può esercitare i poteri di accertamento incidentale sulla predetta certificazione solo ove sia offerta specifica prova della discrepanza tra le risultanze documentali del DURC e l'effettiva situazione di irregolarità contributiva dell'operatore economico, non essendo a tal fine sufficiente la mera allegazione di eventuali ritardi negli adempimenti.

Leggi dopo

Sui limiti dell'indennizzo in favore del promotore di project financing

24 Giugno 2019 | di Francesca Cernuto

TAR Piemonte

Finanza di progetto

La revoca della dichiarazione di pubblico interesse adottata a fronte di una proposta di project financing non obbliga l'Amministrazione alla corresponsione dell'indennizzo di cui all'art. 21 quinquies L. 241/1990, in quanto tale norma è cedevole rispetto alla disciplina specifica dettata dall'art. 153, co. 19, d.lgs. 163/2006 (oggi confluito nell'art. 183, co. 12 e 15, d.lgs. 50/2016), ove si prescrive il riconoscimento dell'interesse contrattuale negativo o dell'indennizzo per le sole ipotesi in cui il promotore non risulti aggiudicatario della gara.

Leggi dopo

La pendenza di un giudizio di opposizione al pignoramento non esclude la definitività dell’accertamento delle gravi violazioni

21 Giugno 2019 | di Veronica Sordi

TAR

Regolarità contributiva

È legittima l’esclusione disposta ai sensi dell’art. 80, co. 4, d.lgs. n. 50/2016, in quanto l’eventuale pendenza di un giudizio di opposizione agli atti esecutivi, riguardando il solo pignoramento e non anche le cartelle esattoriali, non esclude la definitività dell’accertamento delle gravi violazioni commesse.

Leggi dopo

L’onere dichiarativo per fattispecie ex art. 80, co. 5, lett. a) e c) non ricade sul socio di maggioranza delle società di capitali.

21 Giugno 2019 | di Anton Giulio Pietrosanti

TAR

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

E’ illegittima l’esclusione di una società di capitali il cui socio di maggioranza non abbia dichiarato una sentenza di condanna avente ad oggetto il reato di cui all’art. 590, co. 3, c.p..

Leggi dopo

Le linee guida non vincolanti dell’ANAC n. 11 sono prive di portata lesiva e come tali non autonomamente impugnabili

20 Giugno 2019 | di Riccardo Pappalardo

TAR Lazio

Autorità nazionale anticorruzione

Le linee guida ANAC n. 11, essendo “non vincolanti”, e non fissando dunque regole di carattere prescrittivo, si atteggiano soltanto quale strumento di “regolazione flessibile”, con funzione ricognitiva di princìpi di carattere generale e di ausilio interpretativo alle Amministrazioni cui sono rivolte. Sicché, le “linee guida non vincolanti”, assolvendo allo scopo  al pari delle circolari interpretative  di supportare l’Amministrazione e favorire comportamenti omogenei, non presentano una portata immediatamente lesiva per gli operatori economici privati e, pertanto, non sono immediatamente impugnabili.

Leggi dopo

Il Servizio Scolastico Integrato è un servizio di interesse generale, espletabile attraverso il modello della società mista

20 Giugno 2019 | di Riccardo Pappalardo

TAR Lazio

Partenariato pubblico privato

: Il Servizio Scolastico Integrato è connotato da rilevanza pubblicistica, potendosi collocare nell’ambito della categoria dei servizi di interesse generale. Esso è espletabile attraverso il modello della società mista, ai sensi del combinato disposto degli artt. 4 comma 2, lett. c), e 17 del d.lgs n. 175/2016.

Leggi dopo

I chiarimenti sulle Linee Guida n. 13 nel comunicato del Presidente Anac

19 Giugno 2019 | di Redazione Scientifica

Autorità nazionale anticorruzione

L’Anac ha fornito dei chiarimenti su alcune criticità applicative segnalate da soggetti aggregatori in merito alle Linee guida n. 13 «La disciplina delle clausole sociali».

Leggi dopo

Sulla decorrenza del termine di impugnazione di una clausola escludente in caso di chiarimenti resi dalla stazione appaltante

18 Giugno 2019 | di Leila Nadir Sersale

Cons. Stato, sez. V

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il termine per impugnare una clausola escludente relativa a un requisito di capacità tecnica-organizzativa può decorrere dalla pubblicazione del chiarimento reso dalla stazione appaltante nei casi in cui, attraverso tale chiarimento, sia stato corretto un errore che impediva alle imprese la piena comprensione degli oneri relativi alla dichiarazione e alla dimostrazione dei requisiti necessari per partecipare alla gara

Leggi dopo

Sulla nozione di organismo di diritto pubblico

18 Giugno 2019 | di Leila Nadir Sersale

TAR Lombardia, Milano, Sez. IV

Organismo di diritto pubblico

La circostanza che una società sia quotata in borsa, operi in un mercato concorrenziale e sopporti il rischio d'impresa non osta alla qualificazione della società quale organismo di diritto pubblico, qualora la stessa persegua, in concreto, un interesse di carattere generale, come quello relativo alla sicurezza del trasporto pubblico ferroviario.

Leggi dopo

In G.U. la conversione del d.l. Sblocca Cantieri

18 Giugno 2019 | di Redazione Scientifica

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Nella Gazzetta Ufficiale del 17 giugno 2019 è stato pubblicata la conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, recante disposizioni urgenti per il rilancio del settore dei contratti pubblici, per l'accelerazione degli interventi infrastrutturali, di rigenerazione urbana e di ricostruzione a seguito di eventi sismici.

Leggi dopo

Pagine