News

News

Milano, 8 maggio 2017: Convegno sul nuovo codice dell'azione amministrativa

26 Aprile 2017 | di Redazione Scientifica

Il nuovo codice dell'azione amministrativa dopo la riforma Madia e i suoi decreti attuativi.pdf

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Save the date: Convegno sul nuovo codice dell'azione amministrativa dopo la riforma Madia e i suoi decreti attuativi.

GRATIS PER 1 SETTIMANA

Sulla qualificazione di un’operazione come concessione di servizi o appalto pubblico di servizi

24 Aprile 2017 | di Benedetta Barmann

Cassazione

Servizi (appalto pubblico di)

Ai fini della qualificazione di un’operazione come appalto pubblico di servizi o concessione di servizi si osserva che il primo comporta un corrispettivo che è pagato direttamente dall’amministrazione aggiudicatrice al prestatore di servizi; è, invece, ravvisabile concessione di servizi allorquando le modalità di remunerazione pattuite consistono nel diritto del concessionario di gestire funzionalmente e di sfruttare economicamente il servizio, traendo la propria remunerazione dai proventi ricavati dagli utenti, di modo che sul concessionario finisca col gravare il rischio legato alla gestione del servizio.

Leggi dopo

È illegittima la sanzione ex art. 38, comma 2 bis, d.lgs. n. 163/06 applicata a una carenza documentale non qualificabile come irregolarità essenziale

24 Aprile 2017 | di Benedetta Barmann

TAR

Soccorso istruttorio

È illegittima la sanzione pecuniaria di cui al comma 2-bis dell’art. 38 d.lgs. 163 del 2006, irrogata con riguardo ad una carenza documentale non riconducibile a una delle cause di esclusione normativamente previste e, quindi, tale da non costituire “irregolarità essenziale”.

Leggi dopo

Come chiudere una busta: le regole del sigillo perfetto

22 Aprile 2017 | di Riccardo Pappalardo

TAR

Tassatività delle cause di esclusione

Qualora la lex specialis non specifichi le regole attraverso cui i plichi contenenti le offerte debbano essere sigillati, richiedendo esclusivamente modalità di chiusura “idonee”, deve ritenersi ammissibile la sigillatura per mezzo del nastro adesivo, non essendo invece sufficiente la mera incollatura dei lembi, ancorché firmati.

Leggi dopo

Comunicato stampa del CdS: mai chiesta abrogazione art. 211 comma 2, ma riformulazione per potenziarne efficacia

21 Aprile 2017 | di Redazione Scientifica

Correttivo al Codice

Autorità nazionale anticorruzione

Il Segretariato Generale della Giustizia Amministrativa ha diffuso, tramite il proprio sito istituzionale, un comunicato stampa in cui precisa che il Consiglio di Stato non ha mai richiesto nei propri pareri consultivi l'abrogazione del secondo comma dell'art. 211 del Codice dei contratti (recante la disciplina sulla cd. "Raccomandazione vincolante dell'ANAC"). Il suddetto comma, in base alle notizie diffuse nella giornata di ieri, 20 aprile 2017, sarebbe stato abrogato dal decreto correttivo al Codice dei contratti, il cui testo definitivo non è ancora stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Leggi dopo

In quali casi le previsioni della legge di gara sulla formulazione dell’offerta devono essere immediatamente impugnate?

21 Aprile 2017 | di Riccardo Pappalardo

Consiglio di Stato

Rito speciale in materia di contratti pubblici

L’onere di impugnare immediatamente le previsioni della legge di gara non è limitato soltanto a quelle in senso classico “escludenti”, che prevedono requisiti soggettivi di partecipazione, ma anche alle clausole afferenti alla formulazione dell’offerta, sia sul piano tecnico che economico, laddove esse rendano (realmente) impossibile la presentazione di un’offerta. Il Consiglio di Stato fornisce un’ampia casistica in cui tale evenienza può verificarsi.

Leggi dopo

Il termine per la proposizione del ricorso avverso l’ammissione alla gara decorre solo dal momento della sua piena conoscenza

20 Aprile 2017 | di Sonia Caldarelli

TAR TOSCANA

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La sentenza applica anche all’impugnazione dell’ammissione il consolidato principio giurisprudenziale secondo cui in difetto della formale comunicazione dell'atto e nel caso in cui il ricorrente viene ad aver contezza dello stesso prima della sua comunicazione formale, il termine per la proposizione del ricorso decorre dal momento dell'avvenuta conoscenza purché siano percepibili quei profili che ne rendono evidente l'immediata e concreta lesività per la sfera giuridica dell'interessato.

Leggi dopo

Il termine per la proposizione del ricorso avverso l’ammissione alla gara decorre solo dal momento della sua piena conoscenza

20 Aprile 2017 | di Sonia Caldarelli

TAR TOSCANA

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La sentenza applica anche all’impugnazione dell’ammissione il consolidato principio giurisprudenziale secondo cui in difetto della formale comunicazione dell'atto e nel caso in cui il ricorrente viene ad aver contezza dello stesso prima della sua comunicazione formale, il termine per la proposizione del ricorso decorre dal momento dell'avvenuta conoscenza purché siano percepibili quei profili che ne rendono evidente l'immediata e concreta lesività per la sfera giuridica dell'interessato.

Leggi dopo

Rito super-speciale: si applica solo in presenza di una “netta” separazione tra fase di ammissione e di aggiudicazione della gara

20 Aprile 2017 | di Sabrina Tranquilli

tar puglia

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La sentenza esclude l’applicazione del cd. rito “super-speciale” in mancanza di un procedimento di affidamento che si sia svolto a “duplice sequenza” tra fase di ammissione e di aggiudicazione “disgiunto per fasi successive del procedimento di gara”.

Leggi dopo

Sul risarcimento del danno per responsabilità precontrattuale

19 Aprile 2017 | di Diego Campugiani

TAR Lazio

Risarcimento del danno

Accertata la responsabilità precontrattuale della stazione appaltante, la domanda di risarcimento dei danni deve limitarsi alle sole spese inutilmente sostenute e alla perdita di favorevoli occasioni contrattuali, ove sorretta da adeguate deduzioni probatorie.

Leggi dopo

Pagine