News

News

Affidamento diretto per la fornitura di vaccini: salute o risparmio?

22 Gennaio 2020 | di Giordana Strazza

Tar Emilia Romagna

Procedura negoziata

La scelta di affidamento diretto con reperimento della tipologia di vaccino con copertura immunitaria più ampia, ma più costosa, deve essere motivata, monitorata e avere una durata temporale limitata.

Leggi dopo

Abrogazione del rito “super-accelerato”: quid iuris?

22 Gennaio 2020 | di Giordana Strazza

Tar Lombardia

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Non sono sottoposte all’art. 120, co. 2-bis, c.p.a. le censure avverso l’ammissione dell’aggiudicataria, avvenuta sotto la vigenza del rito “super accelerato”, quando l’appalto è stato aggiudicato successivamente all’abrogazione di tale disposizione.

Leggi dopo

Sull’impugnazione dei provvedimenti amministrativi plurimotivati

21 Gennaio 2020 | di Tommaso Cocchi

Tar Lazio

TAR Lazio, sez. III-quater, 17 gennaio 2020, n. 562. .pdf

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Qualora il provvedimento amministrativo sia fondato su una pluralità di motivazioni autonome, il ricorso avverso tale atto deve concernere l’intero apparato giustificativo pena la sua inammissibilità.

Leggi dopo

L’avvalimento cd. ad abundantiam e il principio di auto-responsabilità dei concorrenti

21 Gennaio 2020 | di Benedetta Valcastelli

Consiglio di Stato

Cons. St., Sez. V, 15 gennaio 2020, n. 386 .pdf

Avvalimento

Non è configurabile, nell’attuale sistema di selezione degli operatori economici partecipanti alle pubbliche gare, la fattispecie dell’avvalimento c.d. “ad abundantiam”. In applicazione del principio di auto-responsabilità dei concorrenti, in caso di inadeguatezza o invalidità dell’avvalimento - dichiarato in sede di gara - si dà luogo ad un mutamento della domanda di partecipazione e ad un’inammissibile contraddizione con quanto dichiarato nell’istanza, quando il concorrente prova di avere il possesso in proprio dei requisiti in relazione ai quali aveva dichiarato di fare ricorso all’avvalimento, anche se tale possesso risulti dai servizi dichiarati al momento di presentazione della domanda di partecipazione.

Leggi dopo

Perdita sopravvenuta dei requisiti di partecipazione dell’aggiudicatario e obbligo della stazione appaltante di provvedere sugli effetti dell’aggiudicazione

20 Gennaio 2020 | di Simone Francario

Tar Lazio

TAR Lazio, Roma, 14 gennaio 2020, n. 384.pdf

Requisiti di idoneità professionale

Qualora, successivamente all’aggiudicazione del contratto, l’aggiudicatario perda uno dei requisiti di partecipazione, chi vi abbia interesse e sia legittimato a contestare la stipulazione del contratto può chiedere l’accertamento dell’obbligo di dichiarare la decadenza e la privazione di efficacia dello stesso contratto.

Leggi dopo

Principi in tema di cancellazione dal sistema di qualificazione della S.A. e annotazione nel casellario informatico

20 Gennaio 2020 | di Giusj Simone

Tar Lazio

TAR Lazio, Roma, Sez. III, 14 gennaio 2020, n. 429 .pdf

Sistema di qualificazione nei settori speciali

La cancellazione dal sistema di qualificazione costituisce esercizio di un potere discrezionale all’Amministrazione, cui è riservata la potestà di valutare la gravità delle infrazioni commesse dall’operatore economico, con riferimento alla specificità del rapporto, e di reputare se, a causa del comportamento tenuto da quest’ultimo, sia venuto meno il rapporto fiduciario con l’Amministrazione medesima, al punto da non consentirle ulteriori possibilità di contrattare con la stessa. L’iscrizione nel casellario informatico non è subordinata al definitivo accertamento giurisdizionale della legittimità dell’esclusione dall’appalto o della risoluzione del contratto.

Leggi dopo

Sui limiti del diritto di accesso alle offerte dei concorrenti

20 Gennaio 2020 | di Giusj Simone

Tar Toscana

TAR Toscana, Firenze, Sezione I, sentenza 16 gennaio 2020, n. 42 .pdf

Accesso agli atti

L’accoglimento della istanza di accesso presuppone un accurato controllo in ordine alla effettiva utilità della documentazione richiesta che non può attenere all’esigenza dell’istante di difendere i propri interessi in relazione ad altra tipologia di controversia che attiene all’esecuzione del contratto e non al suo affidamento.

Leggi dopo

Sull'esclusione di un concorrente per omessa dichiarazione in sede di gara del rinvio a giudizio di un amministratore

17 Gennaio 2020 | di Giacomo Quarneti

Tar Veneto

Requisiti: Omessa denuncia

Sussiste l'obbligo di dichiarare il rinvio a giudizio dell'amministratore di un concorrente per un reato attinente allo specifico settore dei contratti pubblici a pena di esclusione dalla gara, sebbene tale circostanza non sia espressamente contemplata dall'art. 80 del D.Lgs. n. 50/2016 quale causa di esclusione.

Leggi dopo

La lievità dell’onere integrativo rende legittimo il dimezzamento del termine di cui all’art. 83, comma 9, del Codice

17 Gennaio 2020 | di Lavinia Samuelli Ferretti

Tar Abruzzo

Soccorso istruttorio

: Il termine di 10 giorni per il soccorso istruttorio nelle gare di appalto di cui all’art. 83 del d.lgs. n. 50 del 2016 è previsto come termine massimo dalla legge, secondo una ratio ispirata all’esigenza di contenere i tempi complessivi di espletamento della gara in ossequio ai principi di accelerazione e tempestività delle procedure di aggiudicazione.

Leggi dopo

L’omessa allegazione di una referenza bancaria non può essere sanata mediante soccorso istruttorio

17 Gennaio 2020 | di Lavinia Samuelli Ferretti

Tar Emilia Romagna

Soccorso istruttorio

Nelle gare di appalto, l’omessa allegazione di una referenza bancaria non rientra nell’ambito di applicazione della disciplina del soccorso istruttorio disciplinata dall’art. 83 comma 9, del d.lgs. n. 50/2016 in quanto il possesso dei requisiti economici e finanziari assume valenza di elemento essenziale dell’offerta.

Leggi dopo

Pagine