News

News

La nullità parziale della lex specialis non incide sul termine decadenziale di impugnazione dei provvedimenti di gara applicativi

20 Ottobre 2020 | di Francesco Elefante

Cons. St., ad. plen.

Bando di gara

La clausola del disciplinare di gara che subordina l'avvalimento dell'attestazione SOA alla produzione, in sede di gara, della medesima attestazione anche da parte dell'impresa ausiliata, è affetta da nulla parziale. I successivi provvedimenti di gara che ne facciano applicazione, ivi compresi il provvedimento di esclusione dalla gara o la sua aggiudicazione, vanno impugnati nel termine di decadenza.

Leggi dopo

La richiesta di soccorso istruttorio deve essere trasmessa tramite pec

19 Ottobre 2020 | di Leonardo Droghini

Soccorso istruttorio

È illegittimo l'operato della Stazione appaltante che ha trasmesso la richiesta di soccorso istruttorio senza alcuna pec, mediante il semplice caricamento della nota di richiesta nell'”area comunicazioni” e l'invio di una mail ordinaria.

Leggi dopo

Intervento in autotutela in caso di esecuzione anticipata del contratto: la giurisdizione è del G.A.

19 Ottobre 2020 | di Leonardo Droghini

TAR Campania, Napoli

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Spetta al giudice amministrativo la cognizione delle controversie riguardanti fattispecie in cui, intervenuta l'aggiudicazione definitiva ed iniziata in via d'urgenza l'esecuzione del servizio oggetto di gara, l'Amministrazione abbia riesaminato la documentazione di gara e avvedendosi della mancanza di un requisito abbia “revocato” (recte annullato) la stessa aggiudicazione.

Leggi dopo

Sulla portata dell'onere dichiarativo

16 Ottobre 2020 | di Veronica Sordi

TAR Lombardia

Requisiti: Falsa dichiarazione e falsa documentazione

È evidente la violazione degli obblighi dichiarativi se i fatti non dichiarati attengono sia a fatti di rilevanza penale riferibili a un ex amministratore della società, sia a recenti vicende di rilevanza civilistica, e ciò a prescindere dalla circostanza che tali fatti appartenessero o meno al patrimonio conoscitivo della concorrente al tempo della presentazione della domanda di partecipazione e al tempo della presentazione del DGUE, dal momento che i requisiti generali e speciali devono essere posseduti dai candidati non solo alla data di scadenza del termine per la presentazione della richiesta di partecipazione alla procedura di affidamento, ma anche per tutta la durata della procedura fino all'aggiudicazione definitiva e alla stipula del contratto, nonché per tutto il periodo dell'esecuzione dello stesso, senza soluzione di continuità.

Leggi dopo

Sugli indicatori della sussistenza del requisito teleologico ai fini della configurabilità di un organismo di diritto pubblico

16 Ottobre 2020 | di Tommaso Cocchi

TAR Friuli Venezia Giulia

Organismo di diritto pubblico

Il giudice amministrativo nega la sussistenza del requisito teleologico ai fini della qualificazione di una società come organismo di diritto pubblico, soffermandosi in particolare sugli indicatori idonei a dimostrare l'interesse commerciale dell'attività svolta.

Leggi dopo

La valutabilità dei procedimenti penali ancora in fase di indagini preliminari

15 Ottobre 2020 | di Mahena Chiarelli

TAR Piemonte,, Torino

Requisiti: Assenza di condanne penali

Il segreto istruttorio che copre le indagini preliminari, impedisce alla Stazione appaltante la valutabilità, ai fini di un eventuale giudizio di inaffidabilità del concorrente, delle condotte alla base dei procedimenti penali che si trovino in tale prima fase procedimentale.

Leggi dopo

Il divieto di “cumulo alla rinfusa” nel settore dei beni culturali, dopo il decreto “Sblocca cantieri”

15 Ottobre 2020 | di Mahena Chiarelli

TAR Campania, Napoli

Contratti relativi a beni culturali

L'inammissibilità del cd. “cumulo alla rinfusa” dei requisiti di partecipazione, per i consorzi stabili nel settore dei lavori su beni culturali non può considerarsi superata in forza del decreto c.d. “Sblocca cantieri”.

Leggi dopo

Sulla non tassatività del catalogo dell'art. 80, comma 5, lett. c), del Codice sul giudizio di affidabilità dell'operatore economico

14 Ottobre 2020 | di Davide Cicu

Cons. Stato, Sez. IV

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Il Codice dei contratti pubblici riconosce alla Stazione appaltante il potere di desumere la sussistenza di gravi illeciti professionali da ogni vicenda pregressa dell'attività professionale dell'operatore economico di cui venga accertata la contrarietà ad un dovere posto in una norma civile, penale o amministrativa, se reputata idonea a metterne in dubbio l'integrità o l'affidabilità.

Leggi dopo

Il controllo analogo congiunto in relazione al singolo segmento di servizio affidato

14 Ottobre 2020 | di Davide Cicu

Affidamento in house

Il potere statutario, riconosciuto ai singoli soci della società in house, di adottare in via unilaterale disciplinari inerenti al proprio segmento di servizio, rende effettiva, anche in presenza di una partecipazione esigua di un socio al capitale sociale, la possibilità di un controllo analogo a quello esercitato sulle proprie strutture, limitatamente al detto segmento di servizio di propria competenza.

Leggi dopo

Clausole escludenti: a legittimare l'impugnazione del bando è l'immediata lesione della posizione giuridica qualificata

14 Ottobre 2020 | di Benedetta Valcastelli

Cons. St., Sez. III

Bando di gara

In giurisprudenza è ormai consolidato il principio per cui l'operatore che non abbia presentato domanda di partecipazione alla gara non è legittimato a contestare le clausole di un bando che non rivestano nei suoi confronti portata escludente, precludendogli con certezza la possibilità di partecipazione.

Leggi dopo

Pagine