Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

È possibile la modifica soggettiva dell'offerente in corso di gara, se comunicata alla S.A. e da quest'ultima verificata

07 Novembre 2018 | di Alessia Piscopo

TAR Campania

Rito speciale in materia di contratti pubblici

La questione sottoposta al vaglio dei giudici amministrativi riguarda la modificabilità soggettiva dell'offerente in corso di gara e le conseguenze di tale vicenda sullo stesso offerente.

Leggi dopo

L'illecito anticoncorrenziale consistente nell'acquisizione di informazioni riservate per manipolare la gara è causa di esclusione ex art. 38 vecchio Codice

05 Novembre 2018 | di Claudia Ciccolo

Consiglio di Stato

Requisiti di idoneità professionale

La sentenza in commento delinea il perimetro dell'onere motivazionale della stazione appaltante quanto agli esiti della valutazione della riconducibilità di una determinata condotta nella causa di esclusione di cui all'art. 38, comma 1, lett. f), in specie venendo in discussione la possibilità o meno di fondare il giudizio di sussistenza della causa di esclusione richiamando le risultanze degli accertamenti compiuti in un procedimento penale in corso.

Leggi dopo

Onere dichiarativo ai sensi dell'art. 80, co. 5, lett. c), e sindacato giurisdizionale sull'atto di ammissione

29 Ottobre 2018 | di Anton Giulio Pietrosanti

Consiglio di Stato

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Affinché la stazione appaltante possa valutare effettivamente l'esistenza del requisito di partecipazione di cui all'art. 80, co. 5, lett. c) del d.lgs. n. 50 del 2016 “è necessario che essa abbia a disposizioni quante più informazioni possibili” e di “dette informazioni deve farsi carico l'operatore economico” il quale, se non adempie a ciò, “può incorrere in un grave errore professionale” di tipo “endoprocedurale”.

Leggi dopo

Tar Lazio sottopone alla CGUE la questione della natura giuridica di Poste Italiane s.p.a. e dell’ambito applicativo della procedura ad evidenza pubblica

24 Ottobre 2018 | di Raffaele Tuccillo

TAR Lazio

Organismo di diritto pubblico

La principale questione giuridica sottesa alla decisione in commento riguarda la possibilità di qualificare Poste Italiane s.p.a. – e una sua partecipata al 100% – come organismo di diritto pubblico, muovendo dal presupposto che la nozione in oggetto è rimasta immutata rispetto alla disciplina previgente.

Leggi dopo

I raggruppamenti sovrabbondanti e la partecipazione alle gare

12 Ottobre 2018 | di Enrico Trenti

TAR Emilia Romagna

Raggruppamento temporaneo di imprese

La questione affrontata dal Tar Emilia Romagna riguarda l'ammissibilità della partecipazione alle procedure di affidamento dei raggruppamenti sovrabbondanti, ossia dei raggruppamenti temporanei fra imprese aventi ciascuna requisiti di idoneità professionali, suscettibili di legittimare la partecipazione individuale alla gara.

Leggi dopo

Sull'applicabilità dell'art. 81 L.Fall. anche ai contratti di concessione stipulati da società pubbliche fallite

27 Settembre 2018 | di Marco Velliscig

Tar Abruzzo

Concessione di servizi

Il testuale riferimento dell'art. 81 L.Fall. al «contratto di appalto» non esclude l'applicabilità della norma anche al contratto di concessione di servizi di gestione, previa progettazione e costruzione delle opere.

Leggi dopo

Sull'esclusione dalla gara d'appalto per conflitto d'interesse

24 Settembre 2018 | di Giusi Margiotta

TAR Puglia

Controllo sul possesso dei requisiti

La questione giuridica affrontata nel merito dalla decisione in commento ruota attorno alla definizione di “conflitto d'interesse” ai fini dell'operatività della causa di esclusione di cui all'art. 80, comma 5, lett. d), d.lgs. n. 50 del 2016.

Leggi dopo

In tema di irregolarità contributiva e revoca dell'aggiudicazione

22 Agosto 2018 | di Giuseppe Andrea Primerano

Regolarità contributiva

I commi 4, ultimo inciso, e 6 dell'art. 80 del d.lgs. n. 50/2016 vanno interpretati nel senso che il requisito della regolarità contributiva deve sussistere al momento della scadenza del termine per la presentazione della domanda e deve permanere per tutta la durata della procedura selettiva. Quand'anche l'operatore economico sia in possesso di d.u.r.c. regolare al momento di presentazione della domanda, deve essere escluso ove, nel corso della procedura, emerga una situazione di irregolarità contributiva, ostativa al rilascio del d.u.r.c., pur se sia ancora in tempo per provvedere alla regolarizzazione e vi provveda tempestivamente ai sensi del d.m. 30 gennaio 2015.

Leggi dopo

L'irrilevanza, ai fini della partecipazione alle gare pubbliche, dell'organizzazione mediante contratti di governance alla luce del D. Lgs. n. 50/2016

02 Agosto 2018 | di Marco Velliscig

TAR

Controllo sul possesso dei requisiti

La circostanza che la struttura organizzativa di un operatore economico si fondi sul ricorso a rapporti contrattuali atipici, piuttosto che a rapporti di lavoro subordinato, è di per sé irrilevante, una volta che la stazione appaltante ha potuto valutare e apprezzare l'idoneità del contratto di governance ad assicurare in capo all'impresa concorrente la direzione e il controllo degli operatori addetti alla materiale esecuzione del servizio

Leggi dopo

Reato estinto: limiti degli obblighi dichiarativi in sede di gara

16 Luglio 2018 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato

Requisiti: Assenza di condanne penali

La questione affrontata dalla sentenza in commento concerne i presupposti in presenza dei quali un reato può considerarsi estinto e, dunque, essere omesso dalle dichiarazioni rese in sede di partecipazione ad una procedura ad evidenza pubblica ai sensi dell'art. 38 del d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163 (ora art. 80, co. 3, del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50).

Leggi dopo

Pagine