Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

L’obbligo dichiarativo a carico dell’operatore economico deve arrestarsi alla soglia della c.d. “ragionevole esigibilità”

02 Marzo 2020 | di Gianluigi Delle Cave

Tar Lombardia

Bando di gara

La questione giuridica sottesa alla decisione in commento riguarda la delimitazione della portata – e dunque l'accertamento dell'effettiva latitudine – dell'obbligo dichiarativo in capo agli operatori economici con riferimento, nello specifico, ai c.d. “gravi illeciti professionali”.

Leggi dopo

Il Servizio Scolastico Integrato è qualificabile come “servizio di interesse generale” e, quindi, espletabile attraverso il modello della società mista

24 Febbraio 2020 | di Rocco Steffenoni

Tar Lazio

Servizi (appalto pubblico di)

La questione giuridica sottesa alla decisione in commento concerne la qualificazione del Servizio Scolastico Integrato, così come promosso dal Comune di Roma, alla stregua di “servizio di interesse generale” (c.d. “SIG”).

Leggi dopo

Le risoluzioni della CGUE alle questioni pregiudiziali di compatibilità euro-unitaria sul limite quantitativo al subappalto imposto dalla normativa italiana

19 Febbraio 2020 | di Guglielmo Aldo Giuffrè

Subappalto

La Corte di Giustizia dell’Unione europea, con le sentenze 26 settembre 2019, C-63/18 e 27 novembre 2019, C-402-18, ha chiarito l’incompatibilità euro-unitaria del limite applicabile al ribasso delle prestazioni subappaltate pari al 20% dei prezzi risultanti dall’aggiudicazione e del divieto, generalizzato e indiscriminato, di ricorrere al subappalto per una quota dell’importo complessivo delle prestazioni messe a gara superiore al 30%, tanto con riferimento alla disciplina di cui al dlgs 163/2006 quanto con riferimento a quella di cui al d.lgs. n. 50 del 2016.

Leggi dopo

Illegittima l'esclusione per il mancato riscontro ad una richiesta di chiarimenti trasmessa ad un indirizzo PEC diverso da quello dichiarato in sede di gara

13 Gennaio 2020 | di Rocco Steffenoni

Tar Lazio

Comunicazioni (forma delle)

La questione giuridica sottesa alla decisione in commento concerne l'obbligatorietà per una stazione appaltante di utilizzare per le comunicazioni di gara, tra cui rientra anche una richiesta di chiarimenti, lo specifico indirizzo PEC indicato da un operatore economico in sede presentazione della domanda di ammissione.

Leggi dopo

Requisiti di ordine generale: sulla portata dell'obbligo di motivazione della S.A. nella valutazione dell'irrilevanza ad excludendum delle condanne penali

25 Novembre 2019 | di Rocco Steffenoni

Consiglio di Stato

Requisiti di idoneità professionale

La questione giuridica sottesa alla decisione in commento concerne la portata dell'obbligo motivazionale per una stazione appaltante in merito alla valutazione sull'assenza di cause di esclusione di una circostanza astrattamente rilevante ai sensi dell'art. 80, comma 5, Codice Appalti.

Leggi dopo

La condanna non definitiva del socio e procuratore con poteri di rappresentanza può rilevare come grave illecito professionale

07 Novembre 2019 | di Claudia Ciccolo

TAR Lazio

Requisiti di idoneità professionale

Le conclusioni rassegnate nella sentenza in commento hanno riguardo all'ambito, soggettivo e temporale, di rilevanza della causa di esclusione del grave illecito professionale.

Leggi dopo

Sull'ordine di apertura delle buste amministrative ed economiche

14 Ottobre 2019 | di Valeria Zallocco

Consiglio di Stato

Fasi delle procedure di affidamento

La questione giuridica sottesa al caso in esame concerne la legittimità dell'operato della stazione appaltante che inverta l'ordine di apertura della busta amministrativa e di quella economica.

Leggi dopo

È costituzionalmente legittimo escludere la mandataria di un RTI che si trova in concordato preventivo con continuità aziendale?

09 Ottobre 2019 | di Paola Martiello

Consiglio di Stato

Requisiti: Assenza di procedure concorsuali

La questione affrontata dalla sentenza in commento attiene alla legittimità costituzionale dell'art. 186-bis, comma 6, R.d. 16 marzo 1942, n. 267, nella parte in cui prevede che “fermo quanto previsto dal comma precedente, l'impresa in concordato può concorrere anche riunita in raggruppamento temporaneo di imprese, purché non rivesta la qualità di mandataria e sempre che le altre imprese aderenti al raggruppamento non siano assoggettate ad una procedura concorsuale”.

Leggi dopo

Sull'esclusione di un operatore economico a capitale pubblico-privato dalla gara a doppio oggetto per la costituzione di una società mista

07 Ottobre 2019 | di Carmine Pepe

Tar Lazio, Roma

Tassatività delle cause di esclusione

Il TAR Lazio è stato chiamato a pronunciarsi sulla legittimità del provvedimento di esclusione sotto due distinte prospettive: quella della corretta interpretazione delle disposizioni in materia di società a partecipazione pubblica e quella della corretta interpretazione dei principi che presiedono allo svolgimento delle gare per l'affidamento di un contratto.

Leggi dopo

Accesso civico generalizzato in materia di atti di affidamento e di esecuzione dei contratti pubblici

02 Ottobre 2019 | di Giusi Margiotta

Accesso agli atti

La questione giuridica trattata dalla decisione commentata concerne il rapporto tra la normativa dell'accesso civico ex d.lgs. n. 33 del 2013 e la normativa dell'accesso documentale ex l. n. 241 del 1990 con riferimento agli atti delle procedure di affidamento e di esecuzione dei contratti pubblici.

Leggi dopo

Pagine