Giurisprudenza commentata

Giurisprudenza commentata

Sostegno e monitoraggio delle imprese ex art. 32 d.l. n. 90/2014: il Consiglio di Stato aderisce all'interpretatio legis fornita dalle Linee guida dell'ANAC

14 Dicembre 2020 | di Antonio Giuseppe Carta

Consiglio di Stato, Sez. III

Autorità nazionale anticorruzione

Le misure di gestione, sostegno e monitoraggio delle imprese, disciplinate dall'art. 32, d.l. 24 giugno 2014, n. 90, convertito con modificazioni dalla legge 11 agosto 2014, n. 114, si sono rivelate, nel corso degli anni, un imprescindibile strumento di prevenzione e contrasto avverso fenomeni corruttivi e mafiosi instillatisi nel settore degli appalti pubblici.

Leggi dopo

Le risoluzioni consensuali non incidono sull'integrità professionale del grave illecito professionale

26 Novembre 2020 | di Rocco Steffenoni

TAR Toscana, Sez. II

Requisiti di idoneità professionale

La risoluzione consensuale di altro precedente rapporto e la revoca di aggiudicazione disposta da altra stazione appaltante e successivamente annullata dal giudice amministrativo, in quanto non idonee ad incidere sull'integrità professionale del concorrente, non rientrano nel novero delle fattispecie sussumibili nella categoria degli illeciti professionali valutabili dalla stazione appaltante ai sensi dell'art. 80, comma 5, d.lgs. n. 50/2016.

Leggi dopo

Limiti e conseguenze della domanda di concordato “in bianco” nelle procedure di affidamento di contratti pubblici

04 Novembre 2020 | di Rocco Steffenoni

Consiglio di Stato, Sez. V

Requisiti: Assenza di procedure concorsuali

La presentazione della domanda di concordato “in bianco” è causa di esclusione dalle procedure di affidamento di contratti pubblici. Peraltro, in parziale deroga al principio di continuità dei requisiti, le imprese possono beneficiare del concordato con continuità aziendale a condizione che l'autorizzazione del Tribunale fallimentare di cui all'art. 186-bis, comma 4, della legge fallimentare intervenga prima della conclusione della fase ad evidenza pubblica; una volta definita quest'ultima restano invece irrilevanti per l'amministrazione le vicende intervenute nella sfera soggettiva dell'operatore economico (in termini Cons. Stato, Sez. V, 21 febbraio 2020, n. 1328; Cons. St., Sez. III, 18 ottobre 2018, n. 5966).

Leggi dopo

Accesso agli atti di gara: il nesso di strumentalità risolve il bilanciamento tra accesso difensivo ed esigenze di segretezza

26 Agosto 2020 | di Rocco Steffenoni

Consiglio di Stato

Accesso agli atti

La questione giuridica che viene in esame concerne il bilanciamento, a fronte di una istanza di accesso agli atti ex art. 53 d.lgs. 50/2016, tra le esigenze di trasparenza nell'acquisizione documentale, funzionali ad un pieno esercizio del diritto di difesa da parte del concorrente istante, e la tutela della segretezza (tecnica e commerciale) per i concorrenti controinteressati dall'istanza.

Leggi dopo

L'intervento pubblico nel sistema economico: il difficile coordinamento tra attività di regolazione e servizio pubblico

24 Agosto 2020 | di Paola Marinosci

Tar Lombardia

Servizi (appalto pubblico di)

La principale questione giuridica sottesa alla decisione in commento concerne la qualificazione di “servizio pubblico”.

Leggi dopo

Sulle modalità di affidamento di attività di ricerca da parte di fondazioni

11 Agosto 2020 | di Andrea Crismani

Tar Milano

Fasi delle procedure di affidamento

Se di regola nel contenzioso in materia di gara pubblica la legittimazione al ricorso è correlata ad una situazione differenziata conseguente alla partecipazione alla stessa, nondimeno tale regola subisce deroghe nei casi in cui un operatore economico di settore contesti un affidamento diretto e tale più ampia legittimazione...

Leggi dopo

Informazione interdittiva antimafia: legittima l'adozione basata su frequentazioni e relazioni anche esterne agli organi direttivi della società

07 Agosto 2020 | di Tommaso Rossi, Sofia Ermini

Informative interdittive antimafia

La questione giuridica oggetto della pronuncia si focalizza sui requisiti ed elementi che debbono sussistere concretamente affinché si possa adottare l'informazione interdittiva antimafia.

Leggi dopo

Il modulo organizzativo dell'in house providing fa eccezione per il servizio di trasporto pubblico locale

29 Luglio 2020 | di Rocco Steffenoni

Affidamento in house

Come si desume dall'art. 5, comma 2, del Regolamento (CE) n. 1370/2007 del 23 ottobre 2007 e dall'art. 18, lett. a), del Codice dei contratti pubblici che ad esso si richiama, nel settore del trasporto pubblico locale l'in house providing è una modalità ordinaria di affidamento dei relativi servizi, perfettamente alternativa al ricorso al mercato.

Leggi dopo

Il conflitto di interessi “potenziale” del funzionario legittima l'esclusione di un operatore economico per “rapporto d'affari”

08 Giugno 2020 | di Rocco Steffenoni

Conflitto di interesse

La questione giuridica sottesa alla decisione in commento concerne la nozione di conflitto di interesse nell'ambito delle pubbliche commesse e la relativa dinamica probatoria.

Leggi dopo

Presupposti per la proroga dei contratti pubblici: condizioni fisiologiche e patologiche

05 Maggio 2020 | di Rocco Steffenoni

Cons. St.

Bando di gara

La questione giuridica sottesa alla decisione in commento concerne i presupposti per la corretta applicazione dell'istituto della proroga dei contratti pubblici e, alternativamente, la riqualificazione della medesima proroga alla stregua di un illegittimo affidamento diretto in assenza di procedura competitiva laddove venga fatto un uso improprio di tale istituto da parte dell'amministrazione.

Leggi dopo

Pagine