Focus

Focus

L'esclusione dalla gara per grave errore professionale

13 Aprile 2016 | di Fabio Saitta

Requisiti: Grave negligenza o malafede ed errore grave

Il focus si propone di esaminare gli orientamenti dottrinali e giurisprudenziali in merito alla previsione codicistica dell'esclusione dalla gara d'appalto per grave errore nell'esercizio dell'attività professionale e delle connesse problematiche concernenti il relativo onere dichiarativo, i requisiti dell'eventuale provvedimento di esclusione ed il conseguente sindacato giurisdizionale.

Leggi dopo

I problemi di contabilizzazione nel partenariato pubblico-privato: il leasing della pubblica amministrazione

31 Marzo 2016 | di Giacomo Biasutti

Corte dei Conti

Locazione finanziaria di opere pubbliche

Il focus propone di fare il punto sul perimetro applicativo dello strumento di partnership pubblico-privata di cui all'art. 160-bis c.c.p. – d.lgs. n. 163 del 2006 – , fornendo lo scorcio prospettico del giudice contabile. Muovendo dalla ricerca del discrimine tra leasing c.d. di godimento e leasing c.d. finanziario, si analizzeranno i criteri di recente proposti per il computo a bilancio dei canoni e, più in generale, per la contabilizzazione degli acquisti di beni e servizi con la formula della locazione finanziaria.

Leggi dopo

Analisi degli interventi di competition advocacy svolti in materia di contratti pubblici dall’AGCM ai sensi dell’art. 21-bis, l. n. 287 del 1990. Il quadriennio 2012-2015

24 Marzo 2016 | di Marco Cappai

Legittimazione a ricorrere dell'AGCM

Nei primi quattro anni di applicazione del potere di cui all’art. 21-bis, l. n. 287 del 1990, l’AGCM è intervenuta più volte nel settore dei contratti pubblici. L’Autorità ha sollecitato l’indizione di gare di appalto e segnalato le criticità di specifici atti di gara, valutando inoltre alcune delibere di enti locali aventi ad oggetto l’affidamento diretto di servizi pubblici. La presente rassegna mira a fornire un quadro d’insieme degli interventi di advocacy ed è supportata dall’illustrazione di alcuni dati di sintesi.

Leggi dopo

Il nuovo concetto di negoziazione alla luce del recepimento delle nuove Direttive UE sui contratti pubblici

23 Marzo 2016 | di Arturo Cancrini

Procedura negoziata

In data 28 marzo del 2014 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il cd. pacchetto legislativo in materia di appalti pubblici e concessioni. Tali provvedimenti, entrati in vigore in data 17 aprile 2014 (il ventesimo giorno successivo alla data di pubblicazione), dovranno essere recepiti dai singoli Stati membri entro i 24 mesi successivi (quindi, entro il 18 aprile 2016). In questa mutata cornice normativa si muovono anche le nuove disposizioni in materia di criteri di aggiudicazione e di procedure di scelta dei contraenti che, ampliando la fase delle negoziazioni, incentivano una competitività “costruttiva” in cui gli operatori economici si confrontano non solo sui profili prettamente economici dell’opera pubblica, bensì anche sui superiori valori sociali, ambientali e del lavoro. Per semplicità di analisi, si prenderà a riferimento la Direttiva n. 24/2014 relativa agli appalti pubblici nei settori ordinari, ma le medesime considerazioni sono valide anche per gli ambiti oggettivi delle altre due Direttive del 2014.

Leggi dopo

Le misure straordinarie di gestione dell’impresa previste dall’art. 32 d.l. 24 giugno 2014, n. 90: incertezze e criticità del nuovo strumento di prevenzione della corruzione e delle infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici

22 Marzo 2016 | di Viviana Di Iorio

Autorità nazionale anticorruzione

L’art. 32 d.l. n. 90 del 2014 ha introdotto nell’ordinamento uno strumento incisivo per la lotta alla corruzione e alle infiltrazioni criminali nelle commesse pubbliche, attribuendo al prefetto, su proposta o comunque con il coinvolgimento dell’ANAC, il potere di disporre, in via cautelare e preventiva, misure straordinarie di gestione dell’impresa. La nuova disposizione risponde a una logica di forte anticipazione della tutela della regolarità degli appalti pubblici e dell’ordine pubblico, ma la sua formulazione vaga e indeterminata comporta numerose incertezze interpretative oltre che dubbi di compatibilità costituzionale ed euronitaria, attesa l’invasività delle misure ivi previste.

Leggi dopo

Soccorso istruttorio a pagamento: obbligo di applicazione della sanzione pecuniaria anche nel caso di “rinuncia” del concorrente

21 Marzo 2016 | di Alessandro Botto, Simone Castrovinci Zenna

Soccorso istruttorio

Il focus si propone di analizzare la soluzione offerta dalla giurisprudenza e dalla prassi in merito alla possibilità, per la stazione appaltante, di irrogare la sanzione pecuniaria prevista per il nuovo soccorso istruttorio anche nel caso in cui il concorrente decida di non integrare la documentazione richiesta, così di fatto “abbandonando” la procedura di gara.

Leggi dopo

Nomina della commissione giudicatrice: la regola della posteriorità nell'evoluzione della giurisprudenza ed il suo ambito di applicazione

21 Marzo 2016 | di Annalisa Morgese

Commissione giudicatrice

Il Focus intende ripercorrere i passaggi salienti che connotano il dibattito giurisprudenziale in ordine all'applicazione delle regole relative alla nomina della commissione (composizione e tempo della nomina) anche nella correlazione tra la previsione generale delle norme e la lex specialis.

Leggi dopo

La specificità delle competenze della commissione giudicatrice e dei commissari: criteri di individuazione

18 Marzo 2016 | di Annalisa Morgese

Commissione giudicatrice

Il Focus tende a ricostruire brevemente i criteri interpretativi del requisito della «esperienza nello specifico settore» prevista dall'art. 84 c.c.p.

Leggi dopo

Il funzionamento del collegio tra concentrazione e pubblicità

17 Marzo 2016 | di Annalisa Morgese

Commissione giudicatrice

Il Focus mira ad evidenziare che nel superamento di posizioni assiomatiche e formalistiche da parte della giurisprudenza maggioritaria il rispetto di principi di trasparenza e imparzialità applicati alla valutazione delle offerte non può che essere scrutinato alla luce del concreto funzionamento della commissione giudicatrice.

Leggi dopo

Il contributo unificato in materia di contratti pubblici al vaglio della Corte di Giustizia

15 Marzo 2016 | di Filippo Lattanzi

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il focus offre l'occasione per esaminare i caratteri peculiari della disciplina del contributo unificato nel-la materia dei contratti pubblici, ponendone in evidenza i profili di maggiore criticità che hanno indotto il TRGA di Trento a sollevare la questione pregiudiziale dinnanzi alla Corte di Giustizia UE; il presente scritto intende illustrare il contenuto della decisione della Corte comunitaria e l'interpretazione fornitane nei primi arresti giurisprudenziali e nella prassi.

Leggi dopo

Pagine