Focus

Focus su Tassatività delle cause di esclusione

Gli oneri della sicurezza aziendali

25 Gennaio 2017 | di Francesca Cernuto

Tassatività delle cause di esclusione

I costi della sicurezza si distinguono in costi da interferenze e costi interni o aziendali. I primi sono disciplinati dagli artt. 26, commi 3, 3-ter e 5, d.lgs. 9 aprile 2008, n. 8 letti nel combinato disposto con gli artt. 86, comma 3-bis e 87, comma 4, d.lgs. n. 163 del 2006. Tali costi sono finalizzati ad eliminare i rischi da interferenza (nell'accezione di contatto rischioso tra personale del committente e dell'appaltatore o tra personale diverse imprese che operano nella stessa sede con contratti diversi), sono quantificati direttamente dalla stazione appaltante (rispettivamente nel D.U.V.R.I. per i servizi e nel PSC per i lavori) e non sono soggetti a ribasso, in quanto diversi dalle prestazioni oggetto di affidamento.

Leggi dopo