Focus

Focus su Autorità nazionale anticorruzione

Anche l’ANAC è legittimata a ricorrere davanti al giudice amministrativo

16 Giugno 2017 | di Sabrina Tranquilli

Codice dei contratti pubblici

Autorità nazionale anticorruzione

Il 15 giugno 2017 il Senato rinnovando la fiducia al Governo, ha approvato definitivamente il ddl n. 2853 di conversione in legge del decreto-legge in materia finanziaria (cd. "manovrina"). L’art. 52-ter reca modifiche all’art. 211 del Codice dei contratti pubblici attribuendo all’ANAC, per alcune categorie di atti, la legittimazione a ricorrere dinanzi al giudice amministrativo. Si segnalano i passaggi dell’iter di approvazione della disposizione e le principali novità da essa introdotte.

Leggi dopo

Le misure straordinarie di gestione dell’impresa previste dall’art. 32 d.l. 24 giugno 2014, n. 90: incertezze e criticità del nuovo strumento di prevenzione della corruzione e delle infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici

22 Marzo 2016 | di Viviana Di Iorio

Autorità nazionale anticorruzione

L’art. 32 d.l. n. 90 del 2014 ha introdotto nell’ordinamento uno strumento incisivo per la lotta alla corruzione e alle infiltrazioni criminali nelle commesse pubbliche, attribuendo al prefetto, su proposta o comunque con il coinvolgimento dell’ANAC, il potere di disporre, in via cautelare e preventiva, misure straordinarie di gestione dell’impresa. La nuova disposizione risponde a una logica di forte anticipazione della tutela della regolarità degli appalti pubblici e dell’ordine pubblico, ma la sua formulazione vaga e indeterminata comporta numerose incertezze interpretative oltre che dubbi di compatibilità costituzionale ed euronitaria, attesa l’invasività delle misure ivi previste.

Leggi dopo

Il potenziamento del ruolo dell’ANAC a seguito dell’approvazione della l. 28 gennaio 2016, n. 11

29 Febbraio 2016 | di Diletta Maria Grisanti

Autorità nazionale anticorruzione

Con la legge 28 gennaio 2016, n. 11, il legislatore ha ritenuto opportuno, in un’ottica di incremento dell’efficienza del settore dei contratti pubblici, potenziare il ruolo dell’Autorità preposta alla relativa vigilanza, attribuendole poteri e funzioni del tutto innovativi per la loro maggiore capacità di incidere, ex ante, sulla disciplina della materia nonché, ex post, sulle condotte poste in essere dalle stazioni appaltanti e dagli operatori economici

Leggi dopo