Focus

Focus

Le concessioni nel nuovo codice e principio di concorrenza: affidamento dei giochi pubblici a distanza secondo il parere del consiglio di stato n. 2648/2016

05 Gennaio 2017 | di Andrea Lipari

Consiglio di Stato

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Con il Parere n. 2648 del 2016 (Pres. Carbone, est. Boccia), pubblicato in data 20 dicembre 2016, la Seconda Sezione del Consiglio di Stato si è espressa sulla documentazione di gara relativa ad una procedura di selezione per l’affidamento in concessione dell’esercizio a distanza dei giochi pubblici, predisposta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Leggi dopo

Bullet points del parere del Consiglio di Stato sullo schema di regolamento in materia di attività di vigilanza sui contratti pubblici

03 Gennaio 2017 | di Sabrina Tranquilli

Consiglio di Stato

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Il 28 dicembre 2016 il Consiglio di Stato ha reso il parere, richiesto dall’ANAC, sullo schema di “regolamento in materia di attività di vigilanza sui contratti pubblici di cui all’art. 211 comma 2 e 213 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50” che contiene l’espressa, integrale abrogazione del precedente regolamento (adottato dalla stessa Autorità il 9 dicembre 2014) in materia di esercizio dei poteri di vigilanza di cui all’art. 6 d. lgs. n. 163 del 2006.

Leggi dopo

Il vincolo di risultato per il contraente generale

10 Novembre 2016 | di Sebastiano Licciardello

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Il d.lgs. n. 50 del 2016 ripropone nella parte IV, al titolo III, la figura del “Contraente generale” (artt. 194-199).

Leggi dopo

Appalti di lavori: esclusione dalla procedura di gara per mancata indicazione del nominativo del geologo in sede di offerta

31 Ottobre 2016 | di Valeria Ciervo

Lavori (appalto pubblico di)

Il focus affronta le questioni dell'obbligo di indicare il nominativo del geologo già in sede di offerta e della necessità di produrre la relazione geologica in sede di progetto esecutivo, evidenziando come allo stato l'orientamento della giurisprudenza non sia univoco e, come l'incertezza della esclusione della gara nel caso di omissione, abbia causato difficoltà agli operatori del settore e alle stazioni appaltanti.

Leggi dopo

Pagine