Focus

Focus

Il Subappalto: un problema o un'opportunità?

11 Ottobre 2017 | di Carlo Deodato

Subappalto

Il subappalto è senz'altro uno degli istituti più tormentati dell'ordinamento dei contratti pubblici. Ancorchè, infatti, abbia ricevuto, nelle diverse direttive europee, un regime normativo piuttosto liberale, il Legislatore italiano si è affannato a presidiare il subappalto di limitazioni e condizioni che ne hanno circoscritto significativamente l'ambito applicativo.

Leggi dopo

Subappalto e consulenza di ausilio alla progettazione

20 Luglio 2017 | di Beatrice Armeli

Subappalto

L'art. 105, comma 2, d d.lgs. n. 50 del 2016 definisce subappalto «il contratto con il quale l'appaltatore affida a terzi l'esecuzione di parte delle prestazioni o lavorazioni oggetto del contratto di appalto». A norma dell'art. 105, comma 3, lett. a) del Codice, non configura subappalto “l'affidamento di attività specifiche a lavoratori autonomi”. Rispetto a dette attività, si precisa soltanto che occorre effettuare apposita comunicazione alla stazione appaltante, al pari di quanto previsto dal comma 2 della medesima disposizione con riferimento a tutti i sub-contratti, comunque stipulati per l'esecuzione dell'appalto, che non siano subappalti; in tal caso, l'affidatario, prima dell'inizio della prestazione, comunica alla stazione appaltante: il nome del sub-contraente, l'importo del sub-contratto, l'oggetto del servizio affidato.

Leggi dopo

Anche l’ANAC è legittimata a ricorrere davanti al giudice amministrativo

16 Giugno 2017 | di Sabrina Tranquilli

Codice dei contratti pubblici

Autorità nazionale anticorruzione

Il 15 giugno 2017 il Senato rinnovando la fiducia al Governo, ha approvato definitivamente il ddl n. 2853 di conversione in legge del decreto-legge in materia finanziaria (cd. "manovrina"). L’art. 52-ter reca modifiche all’art. 211 del Codice dei contratti pubblici attribuendo all’ANAC, per alcune categorie di atti, la legittimazione a ricorrere dinanzi al giudice amministrativo. Si segnalano i passaggi dell’iter di approvazione della disposizione e le principali novità da essa introdotte.

Leggi dopo

Speciale NUOVO CODICE DEI CONTRATTI PUBBLICI

20 Maggio 2017

Decreto legislativo

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 15 aprile 2016, in virtù della delega conferita al Governo dalla l. n. 11 del 2016, ha approvato il testo del decreto legislativo recante attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull’aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d’appalto degli enti erogatori nei settori dell’acqua, dell’energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture.

Leggi dopo

Un mini passo in avanti verso l’effettività della tutela in tema di contratti pubblici? Primissime considerazioni sull’art. 19 d.lgs. n. 56 del 2017

10 Maggio 2017 | di Maria Alessandra Sandulli

D.Lgs. n. 56 del 2017

Rito speciale in materia di contratti pubblici

Il decreto correttivo al d.lgs. n. 50 del 2016 recepisce (ancorché solo in parte) le istanze di quanti avevano criticato l’anticipazione dell’onere di impugnazione degli atti di ammissione alla procedura degli altri concorrenti e l’autonomia del termine di decorrenza delle impugnazioni degli atti di gara dalla effettiva conoscenza dei relativi contenuti motivazionali.

Leggi dopo

Il Codice sta per compiere un anno: in arrivo il correttivo con oltre 200 modifiche. Una rassegna delle principali novità ora al vaglio del Consiglio di Stato

10 Marzo 2017 | di Simone Abrate, Guglielmo Aldo Giuffrè, Sabrina Tranquilli

correttivo al codice dei contratti

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Si pubblica una rassegna commentata delle principali novità introdotte dallo schema di decreto correttivo al codice dei contratti, attualmente al vaglio delle Commissioni parlamentari e del Consiglio di Stato, con il testo delle modifiche posto a confronto con la vigente disciplina. La rassegna esamina in particolare le modifiche introdotte dallo schema sulla disciplina in materia di affidamento in house, consulenza legale, programmazione, progettazione, contratti misti, trasparenza, affidamenti sotto-soglia, consorzi stabili, nomina delle commissioni di gara, cause di esclusione, soccorso istruttorio, qualificazione, subappalto, rating di impresa, offerte anormalmente basse, affidamenti dei concessionari, contraente generale, poteri dell’ANAC e opere strategiche.

Leggi dopo

La giurisdizione in materia di appalti sotto soglia comunitaria

28 Febbraio 2017 | di Paolo Del Vecchio

Lavori, servizi e forniture sottosoglia

La giurisdizione in materia di procedure di affidamento di lavori sotto soglia è oscillata per lungo tempo fra G.A. e G.O. sulla base di diversi criteri interpretativi dell'art. 6, l. 21 luglio 2000, n. 205, elaborati sia dalla dottrina che dalla giurisprudenza. Il Codice dei contratti pubblici ed il Codice del processo amministrativo sembrano aver spostato l'ago della bilancia in favore della giurisdizione del Giudice Amministrativo privilegiando la discriminante del rispetto, da parte dell'amministrazione, dei principi di evidenza pubblica comunitaria e statale; criterio, quest'ultimo accolto anche dalla giurisprudenza del Consiglio di Stato

Leggi dopo

Gli oneri della sicurezza aziendali

25 Gennaio 2017 | di Francesca Cernuto

Tassatività delle cause di esclusione

I costi della sicurezza si distinguono in costi da interferenze e costi interni o aziendali. I primi sono disciplinati dagli artt. 26, commi 3, 3-ter e 5, d.lgs. 9 aprile 2008, n. 8 letti nel combinato disposto con gli artt. 86, comma 3-bis e 87, comma 4, d.lgs. n. 163 del 2006. Tali costi sono finalizzati ad eliminare i rischi da interferenza (nell'accezione di contatto rischioso tra personale del committente e dell'appaltatore o tra personale diverse imprese che operano nella stessa sede con contratti diversi), sono quantificati direttamente dalla stazione appaltante (rispettivamente nel D.U.V.R.I. per i servizi e nel PSC per i lavori) e non sono soggetti a ribasso, in quanto diversi dalle prestazioni oggetto di affidamento.

Leggi dopo

Le concessioni nel nuovo codice e principio di concorrenza: affidamento dei giochi pubblici a distanza secondo il parere del consiglio di stato n. 2648/2016

05 Gennaio 2017 | di Andrea Lipari

Consiglio di Stato

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Con il Parere n. 2648 del 2016 (Pres. Carbone, est. Boccia), pubblicato in data 20 dicembre 2016, la Seconda Sezione del Consiglio di Stato si è espressa sulla documentazione di gara relativa ad una procedura di selezione per l’affidamento in concessione dell’esercizio a distanza dei giochi pubblici, predisposta dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Leggi dopo

Bullet points del parere del Consiglio di Stato sullo schema di regolamento in materia di attività di vigilanza sui contratti pubblici

03 Gennaio 2017 | di Sabrina Tranquilli

Consiglio di Stato

Codice dei contratti pubblici (nuovo)

Il 28 dicembre 2016 il Consiglio di Stato ha reso il parere, richiesto dall’ANAC, sullo schema di “regolamento in materia di attività di vigilanza sui contratti pubblici di cui all’art. 211 comma 2 e 213 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50” che contiene l’espressa, integrale abrogazione del precedente regolamento (adottato dalla stessa Autorità il 9 dicembre 2014) in materia di esercizio dei poteri di vigilanza di cui all’art. 6 d. lgs. n. 163 del 2006.

Leggi dopo

Pagine