Bussola

Requisiti di idoneità professionale

20 Febbraio 2018 |

Sommario

Inquadramento | La prova del possesso dei requisiti | (Segue). La congruenza dei requisiti con l'oggetto della gara | (Segue). Il soccorso istruttorio | L’avvalimento dei requisiti di idoneità professionale | Integrità e moralità professionale del concorrente: i criteri di valutazione delle cause di esclusione di cui all'art. 80, comma 5, lett. c) | Casistica |

 

La disciplina dei requisiti di idoneità professionale è ispirata al principio del mutuo riconoscimento dei titoli abilitativi ed ha, come noto, la funzione di garantire la più ampia partecipazione ai cittadini comunitari alle gare indette nei paesi dell'Unione. Si tratta di requisiti rispondenti allo scopo di garantire la idoneità professionale del concorrente a partecipare alla gara d'appalto e ad essere, quindi, contraente della P.A., cioè dei requisiti che, come ha sottolineato la giurisprudenza, attengono all'imprenditore e non all'impresa e ai mezzi di cui essa dispone, poiché non tendono a garantire l'obiettiva qualità dell'adempimento. L'entrata in vigore, il 19 aprile 2016, del nuovo Codice non ha apportato modifiche sostanziali, così come, del resto, tali modifiche non sono state introdotte dalle Direttive del 2014. L'art. 58 direttiva 2014/24/UE (richiamato dall'art. 80 direttiva 2014/25/UE) inserisce, infatti, tra i criteri di selezione l'abilitazione all'esercizio dell'attività professionale e al co. 2 precisa che «2. Per quanto riguarda l'abilitazione all'esercizio dell'attività professionale, le amministrazioni aggiudicatrici possono esigere che gli operatori economici siano iscritti in un registro professionale o commerciale, tenuto nel loro Stato membro di stab...

Leggi dopo