Bussola

Offerte anomale

15 Giugno 2017 |

Sommario

Inquadramento | Evoluzione normativa | Per i bandi pubblicati e gli inviti diramati prima del 20 aprile 2016: l’anomalia dell'offerta nel Codice dei contratti pubblici del 2006 | (Segue). Criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa | (Segue). Verifica di anomalia: procedimento | Le novità introdotte dal nuovo Codice dei contratti approvato con d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 | La novella del d.lgs. 19 aprile 2017, n. 56 (cd. decreto correttivo) | Casistica: il costo della manodopera nel giudizio di anomalia | Casistica: anomalia dell’offerta e utile d’impresa | Casistica: modifica degli elementi dell’offerta nel corso del procedimento di verifica dell’anomalia | Casistica: natura del termine di presentazione delle giustificazioni e dei chiarimenti | Casistica: il divieto di ricalcolo delle medie e delle soglie di cui all’art. 38, comma 2-bis, d.lgs. n. 163 del 2006 e all'art. 95, comma 15, d.lgs. n. 50 del 2016 | Casistica: la verifica di anomalia ai sensi dell'art. 97, comma 6, d.lgs. n. 50 del 2016 | Casistica: La Commissione giudicatrice, in attesa delle linee guida dell'ANAC di cui all'art. 31, comma 5, d.lgs. n. 50 del 2016, può attuare la verifica di anomalia | Casistica: nuovo Codice e oneri aziendali per la sicurezza omessi o indicati come pari a zero |

 

  La gara per l'affidamento della realizzazione di un'opera, di un servizio o di una fornitura da parte di una pubblica Amministrazione costituisce il luogo dell'incontro tra la domanda del soggetto pubblico e l'offerta del privato, all'interno del quale s'invera, calando il confronto competitivo in una cornice di regole che impegnano tutti i protagonisti, una riproduzione auspicabilmente fedele, in guisa di microcosmo, del mercato concorrenziale.   Se il fine dell'Amministrazione è quello di reperire la migliore prestazione al prezzo più basso sul mercato in quel dato momento storico, il mezzo per raggiungerlo passa anche per l'eliminazione di alcuni fenomeni distorsivi della concorrenza, quali l'esasperata riduzione dei prezzi da parte di quei concorrenti che intendano acquisire, ad ogni costo, la commessa, salvo poi a non poterla onorare a termini di contratto. L'accaparramento dei contratti d'appalto a prezzi “fuori mercato” dà luogo ad un'esecuzione approssimativa, a ritardi, a richieste di varianti in corso d'opera, al contenzioso, insomma a tutti gli accadimenti ben noti che rendono la commessa molto più onerosa rispetto alle previsioni, cancellando ogni apparente beneficio per l'Amministrazione derivante dall'aver accettato un ribasso vistoso.   Con il decreto legislat...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Le Bussole correlate >