Bussola

Finanza di progetto

30 Dicembre 2016 |

Sommario

Inquadramento | Le due attuali procedure di affidamento | Le quattro procedure previste dalla disciplina previgente e il regime transitorio | I requisiti di partecipazione | Il contenuto delle proposte | La valutazione delle proposte | La fase di esecuzione del rapporto | Questioni di giurisdizione | Casistica |

 

    La finanza di progetto (o project financing) è un istituto di partenariato pubblico privato per la realizzazione e la gestione di opere pubbliche o di pubblica utilità, che si basa sull'utilizzo di capitali privati, remunerati attraverso i proventi derivanti dalla gestione dell'opera per un congruo periodo di tempo, e sul coinvolgimento degli operatori economici fin dalla fase di progettazione degli interventi. Dal punto di vista pratico la finanza di progetto si configura come una particolare forma di concessione, sebbene diversi e variegati siano i moduli procedurali e gli schemi negoziali utilizzabili. Le differenze più rilevanti rispetto al modello concessorio tradizionale si colgono nella fase dell'iniziativa, ove è preponderante la figura del soggetto privato che acquista la qualifica di promotore e nella varietà dei procedimenti di aggiudicazione della concessione. L'istituto è attualmente disciplinato dall'art. 183 del nuovo “Codice dei contratti pubblici”, di cui al d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50. Le direttive eurounitarie sui contratti pubblici del 2014, al pari di quelle del 2004, non hanno inciso direttamente sull'istituto, con particolare riguardo all'articolata disciplina racchiusa nel previgente art. 153 d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, ma la direttiva 2014/23/U...

Leggi dopo