Bussola

Fasi delle procedure di affidamento

06 Febbraio 2017 |

Sommario

Inquadramento | La programmazione preliminare e la determinazione a contrarre | L'indagine di mercato | Presentazione e validità dell'offerta | La proposta di aggiudicazione | L'aggiudicazione | La stipulazione del contratto | Il termine di stand still | Le ipotesi di esecuzione in via di urgenza |

 

Il compendio normativo dettagliato dall'art. 32, d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 (c.c.p.) disciplina le diverse fa­si in cui si articolano le procedure di affidamento dei contratti pubblici (fatte salve le singole disci­pline speciali), confermando, con alcune modifiche sostanziali, l'assetto del pregresso art. 11, d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163. Riprendendo l'impostazione delle recenti direttive eurounitarie e del previgente Codice dei contratti pubblici, il d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 mantiene l'originaria sequenza procedimentale distinta in due fasi: la prima, avente natura amministrativa, rappresentata dalle procedure di scelta del contraente che devono svolgersi nel rispetto di regole puntualmente definite; la seconda, avente natura negoziale, costituita dal momento di conclusione del contratto e di attuazione del rapporto contrattuale. Il nuovo Codice supera, invece, l'originaria dicotomia “aggiudicazione provvisoria/aggiudicazione definitiva”, prevedendo che l'individuazione dell'aggiudicatario sia evidenziata nella proposta di aggiudicazionealla quale segue, successivamente, il provvedimento di aggiudicazione.      In evidenza Il superamento dell'istituto dell'aggiudicazione provvisoria origina dall'accoglimento dei suggerimenti proposti dal Consiglio di Stato, comm...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento

Casi e sentenze

Casi e sentenze

Su Fasi delle procedure di affidamento

Vedi tutti »

Le Bussole correlate >