Bussola

Dialogo competitivo

Sommario

Inquadramento | Origini e ratio del dialogo competitivo | I presupposti sottesi al dialogo competitivo | L'avvio della procedura. Il bando di gara e il documento descrittivo | Il dialogo | (Segue). I possibili esiti della procedura di dialogo | La fase conclusiva di aggiudicazione | Il dialogo competitivo nella direttiva 2014/24/UE |

 

Il dialogo competitivo è una procedura di matrice comunitaria recepita dal legislatore italiano nel Codice, che, all'art. 58 c.c.p., ne contempla la disciplina. Si tratta di un istituto mediante il quale la stazione appaltante, in caso di appalti particolarmente complessi, avvia un dialogo con i candidati ammessi a tale procedura – il cui unico criterio di aggiudicazione è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa – al fine di elaborare una o più soluzioni idonee a soddisfare le proprie necessità, sulla base delle quali (ovvero della singola soluzione) i candidati selezionati vengono poi invitati a presentare le offerte. Qualsiasi operatore economico può chiedere di partecipare a detta procedura, la cui peculiarità risiede nel carattere eccezionale e residuale del ricorso alla stessa – per ciò solo sindacabile – esperibile unicamente allorché la stazione appaltante versi in una condizione di oggettiva impossibilità di definire i mezzi tecnici atti al perseguimento dei propri obiettivi ovvero di specificare l'impostazione giuridica o finanziaria di un progetto. La condizione descritta è effettivamente tale ove non imputabile alla stazione appaltante, nel senso che questa non debba aver determinato con la propria inefficienza l'impossibilità di aggiudicare l'appalto med...

Leggi dopo

Le Bussole correlate >