Bussola

Contratti esclusi

09 Febbraio 2016 | ,

Sommario

Inquadramento | I contratti relativi alla produzione e al commercio di armi, munizioni e materiale bellico; i contratti secretati e che esigono particolari misure di sicurezza (artt. 16-17) | (Segue). Il campo di applicazione dell'esenzione | (Segue). I contratti che esigono particolari misure di sicurezza | (Segue). Le procedure per l'affidamento dei contratti che esigono particolari misure di sicurezza | I contratti aggiudicati in base a norme internazionali (art. 18) | I contratti di servizi esclusi (art. 19) | Gli appalti di servizi elencati all'allegato II B e quelli aventi ad oggetto servizi elencati sia nell'allegato II A sia nell'allegato II B | I contratti esclusi nel settore delle telecomunicazioni (art. 22) | I contratti relativi al servizio pubblico di autotrasporto mediante autobus (art. 23) | Gli appalti aggiudicati a scopo di rivendita o di locazione a terzi (art. 24) | Gli appalti aggiudicati per l'acquisto di acqua e per le forniture di energia o di combustibili destinati alla produzione di energia (art. 25) | I contratti di sponsorizzazione (art. 26) | I principi relativi ai contratti esclusi (art. 27) |

 

  Il legislatore ha definito puntualmente le tipologie contrattuali per le quali è necessario il rispetto delle procedure previste dal d.lgs. 12 aprile 2006, n. 163, stabilendo, altresì, le soglie economiche al di sotto delle quali, pur non trovando applicazione la normativa testé citata, risulta (necessario e) sufficiente il rispetto dei principi fondamentali di trasparenza e parità di trattamento. Anche dal punto di vista soggettivo, il Codice procede alla definizione degli enti, pubblici e privati, soggetti all'applicazione delle suddette norme. Al contempo, il legislatore ha previsto casi specifici di deroga, in tutto o in parte, rispetto alla disciplina dettata per l'affidamento degli appalti pubblici: i contratti c.d. esclusi. Nei casi di esenzione, la tutela della concorrenza è considerato un principio recessivo rispetto ad altri ritenuti più pregnanti (come, ad esempio, la sicurezza nazionale e gli obblighi internazionali). L'art. 3 c.c.p., al comma 18, definisce «contratti esclusi» quelli «sottratti in tutto o in parte alla disciplina del presente codice». Tale regolazione è contenuta nella parte I, titolo II, del Codice, sotto la rubrica «Contratti esclusi in tutto o in parte dall'ambito di applicazione del Codice». La deroga riferita a determinate fattispecie contra...

Leggi dopo