Bussola

Conflitto di interesse

09 Giugno 2020 |

Sommario

Inquadramento normativo e sistematico | La nozione di conflitto d'interessi e gli interessi rilevanti nella fattispecie | Ambito soggettivo di applicazione della norma: il personale della stazione appaltante e la commissione giudicatrice | Obbligo di segnalazione e di (eventuale) astensione nella fase pubblicistica e privatistica. | L'obbligo di adozione delle misure di prevenzione per il conflitto di interessi | Il conflitto di interessi come motivo di esclusione dalla gara |

 

Il conflitto di interessi nel Codice dei contratti pubblici è disciplinato dall'art. 42, d.lgs. n. 50/2016. Mantenendo la sua formulazione originale, anche a seguito degli interventi di modifica del Codice (D.lgs. n. 56 del 2017, c.d. “Decreto correttivo”, e D.l. n. 32/2019, il c.d. Decreto sblocca cantieri), la disposizione indicata recepisce quanto stabilito dalle direttive UE 2014/23, 2014/24 e 2014/25 (rispettivamente artt. 35, comma 1, 24, comma 1 e 42 comma 1) che richiedono agli Stati membri di adottare «misure adeguate per com­battere le frodi, il clientelismo e la corruzione e per prevenire, individuare e risolvere in modo efficace i conflitti di interesse insorti nello svolgimento delle procedure di aggiudicazione della concessione, in modo da evitare qualsiasi distorsione della con­correnza e garantire la trasparenza della procedura di aggiudi­cazione e la parità di trattamento di tutti i candidati e gli offerenti». Sulla base di tali diposizioni il Legislatore europeo concede ampia discrezionalità agli Stati membri nella scelta delle modalità attraverso cui contrastare il fenomeno del conflitto di interessi. Nonostante ciò, la legislazione europea stabilisce un contenuto minimo della disciplina in analisi, come il fatto che il concetto di “conflitto di interessi” d...

Leggi dopo