Bussola

Autorità nazionale anticorruzione

02 Maggio 2016 |

Sommario

Inquadramento | L'ANAC quale nuovo organismo preposto alla vigilanza sui contratti pubblici nel sistema tracciato dal d.lgs. n. 163 del 2006 | (Segue). La funzione di vigilanza | (Segue). Il potere regolatorio | (Segue). Il c.d. precontenzioso | (Segue). Il potere di indagine e di comminazione di sanzioni | Il commissariamento delle imprese disposto dal Presidente dell’Autorità | La prevenzione della corruzione e la trasparenza | Il potenziamento del ruolo dell'ANAC a seguito dell'emanazione del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50 (Codice dei contratti pubblici) | (Segue). Potenziamento degli strumenti informatici a servizio della trasparenza | (Segue). Sistema amministrativo di penalità e premialità per la denuncia delle richieste estorsive e corruttive | (Segue). Funzioni di promozione dell'efficienza e di indirizzo: il ruolo delle linee guida | (Segue). Poteri dell'Autorità con riferimento al sistema di qualificazione delle stazioni appaltanti e delle imprese | (Segue). L'attività di risoluzione delle controversie | (Segue). Vigilanza sulla fase di esecuzione dei contratti |

 

    Il percorso che ha portato all'istituzione nel nostro paese di un'Autorità anticorruzione nonché all'individuazione delle funzioni da attribuire alla stessa risulta tutt'altro che lineare. Ad opera dell'art. 13 del d.lgs. 27 ottobre 2009, n. 150, veniva, in principio, istituita la Commissione per la valutazione, l'integrità e la trasparenza nelle pubbliche amministrazioni (di seguito, CIVIT), cui erano affidati tutti gli adempimenti centrali in materia di valutazione e misurazione della performance. Alcune perplessità sorgevano sin dal principio in merito alla possibilità di riconoscere a tale istituzione natura di autorità indipendente. Se da un lato, infatti, una certa indipendenza poteva essere riconosciuta alla stessa con riferimento alle procedure di nomina dei propri componenti, dall'altra, del tutto insufficiente risultava la sua effettiva separazione dal potere esecutivo sia sotto il profilo organizzativo, alla luce dell'assenza di una dotazione organica propria, sia sotto il profilo finanziario, non disponendo essa di fonti autonome di entrata. Un primo passo verso la creazione di un'Autorità nazionale anticorruzione si è avuto, poi, con l'emanazione della l. 6 novembre 2012, n. 190, la quale, adempiendo ad una precisa obbligazione contratta dall'Italia a livello ...

Leggi dopo

Esplora i contenuti più recenti su questo argomento