News

Tempus fugit: alla Consulta i dubbi sulla compatibilità costituzionale della decorrenza del termine per la proposizione dei motivi aggiunti

 

L’ordinanza pone in dubbio la compatibilità dell’art. 120, comma 5, c.p.a. con il diritto di difesa di cui all’art. 24 Cost. in quanto tale disposizione impone di collegare la decorrenza del termine per ricorrere alla concreta possibilità di esercitare consapevolmente il diritto di azione e, quindi alla data in cui il ricorrente è venuto a conoscenza o avrebbe dovuto essere a conoscenza degli atti e dei vizi ulteriori, non conosciuti al momento della proposizione del ricorso.


Leggi dopo