News

Sulla perentorietà del termine stabilito dall’art. 48, comma 2, d.lgs. n. 163 del 2006 per comprovare il possesso dei requisiti dichiarati

11 Settembre 2017 |

Consiglio di Stato

Tassatività delle cause di esclusione
 

L’art. 48, comma 2, d.lgs. n. 163 del 2006 individua un termine perentorio per comprovare il possesso dei requisiti, in quanto le esigenze di celerità e certezza del procedimento di gara, presenti nella fase conclusiva, sarebbero frustrate dall’ipotetica facoltà dell’aggiudicatario di costringere l’Amministrazione a tenere in piedi sine die per l’esame della documentazione la struttura organizzativa predisposta per la gara. La natura perentoria di tale termine esclude che possa essere accordata al concorrente la sostanziale rimessione in termini connessa all’applicazione del soccorso istruttorio.

Leggi dopo