News

Solo la comunicazione del provvedimento unitamente alla relativa motivazione ne integra la piena conoscenza

 

Dal combinato disposto degli artt. 120, comma 5, c.p.a. e 29, comma 1, e 76 d.lgs. n. 50/2016, emerge che il termine di impugnazione in materia di contratti pubblici decorre solamente dalla comunicazione tanto del provvedimento, quanto della relativa motivazione, che sola permette di acquisirne la piena conoscenza. Vero è che l’art. 76 cit. - non prevedendo forme di comunicazione dell'aggiudicazione esclusive e tassative e, dunque, non incidendo sulle regole generali del processo amministrativo in tema di decorrenza dei termini di impugnazione - lascia in vita la possibilità che la piena conoscenza dell'atto, al fine del decorso del termine di impugnazione, sia acquisita con altre forme. Nondimeno, una piena percezione dei contenuti essenziali dell’atto (riferiti in particolare al contenuto del dispositivo ed all’effetto lesivo che ne promana) non può prescindere - anche alla luce dei principi eurocomunitari - dalla comunicazione di un motivato provvedimento di aggiudicazione.

Leggi dopo